Home » Consigli » Fumare il narghilè

Fumare il narghilè

Fumare il narghilè

Ben diverso dal fumare una sigaretta, molto diverso anche dal fumare una pipa o un sigaro. Fumare il narghilè é un’esperienza differente da tutte le altre. Sono tutti e quattro modi decisamente diversi di fumare e ognuno di essi produce sensazioni e soddisfazioni lontane le une dalle altre.

Trovando in commercio dei mini narghilè in acciaio e in plastica ad un prezzo decisamente basso ho deciso di provare questa nuova esperienza, pur sapendo che fumando con un “giocattolino” come quello in foto, probabilmente non avrei mai veramente apprezzato la vera fumata da narghilè di cui molti elogiano la bontà. Ma non é stato del tutto così.

La Preparazione

Preparare il narghilè non é nulla di complicato. Per prima cosa bisogna riempire il serbatoio di acqua, non completamente ma grosso modo i 2/3 della capienza. Poi basta mettere nel contenitore posto all’estremità in alto del tabacco (tabacchi con melassa fruttati oppure pietre minerali ricoperte di melassa). Si ricopre il contenitore con della carta stagnola e si applicano dei fori in diversi punti con uno stuzzicadente. Infine si accende un carboncino (anche questi sono venduti appositamente per narghilè) e lo si colloca sopra la stagnola.

La fumata

Il sapore del fumo del narghilè differisce da quello delle sigarette rollate perché fondamentale più che tabacco si fuma melassa aromattizata. É impossibile far un paragone anche con pipa e sigaro. Anche fumando del tabacco vero e proprio con un narghilè, il risultato é ben lontano. D’altronde, chi dice che debba essere simile? In fondo il narghilè é uno strumento a se stante, dalle origini lontane, sia cronologicamente che geograficamente. É un modo particolare di assaporare gusti nuovi senza il sentore tipico del tabacco a cui siamo abituati. É un’esperienza particolare, che se fatta in compagnia (esistono anche narghilè molto grandi con diversi “tubi” dal quale fumare anche contemporaneamente) regala piacevoli sensazioni assimilabili a quelle prodotte da una tranquilla bevuta tra amici.

Forme e accessori

In commercio sono disponibili una moltitudine di narghilè o “shisha“, dai più piccoli dell’altezza di pochi centimetri, a quelli più consistenti che superano anche il metro. Ci sono quelli in terracotta, in vetro, in pvc, in acciaio e in altri tipi di materiali. Gli accessori sono più che altro quelli per la pulizia e la manutenzione, oltre che i già citati carboni e ovviamente il tabacco, che a proposito, produce un fumo “profumato” nella maggior parte dei casi, permettendo anche di esser adoperato in casa.

I costi non sono eccessivi, se volete provare, vi basta un “mini-shisha“, un tabacco aromatizzato o delle pietre come le “shiazo“, dei carboncini e un po’ di stagnola. Più o meno 10-20€ di spesa, dipende da dove acquistate. Una cifra piuttosto bassa se pensate che potete fumare per un bel po’ anche considerando che, a mio avviso, non é un accessorio che viene facile fumare ogni giorno. Alla lunga, il processo di preparazione e di pulizia stanca. Però, le serate tra amici possono essere una buona occasione per tirarlo fuori.

A me personalmente é piaciuto e credo che proverò nuovi tabacchi aromatizzati, anche se, per un rollatore incallito come me, niente può togliere il piacere di preparare con le proprie mani una bella e buona sigaretta. Il contatto con filtro e cartina è una sensazione che difficilmente si riesce a sostituire ;) non credete?

Acquistabili su: Amazon e eBay

GrowBow 60x60x120 CFL 125W Agro!
  • francesco89

    Davvero molto buono e rilassante dopo una bella mangiata

Sponsor

  • banner-clipper.jpg

I più votati

    Offerte

    • banner-thorinder.jpg
    • banner-ocb.jpg
    • banner-tune.jpg
    • banner-bong.jpg