Home » Notizie » Fumo nel cinema: Ryan Gosling

Fumo nel cinema: Ryan Gosling

Ryan Gosling

Il rapporto tra fumo e cinema è da parecchio tempo sotto la lente d’ingrandimento della critica: tutti sappiamo quanto le figure carismatiche del grande schermo possano provocare un fortissimo desiderio di emulazione, soprattutto per i più piccoli, quindi meglio evitare che qualcuno in più possa iniziare a fumare.

Noialtri, però, che col vizio del fumo ci conviviamo quotidianamente, proviamo una certa simpatia e affetto verso quei personaggi del cinema che mostrano fieri tra le proprie labbra la bionda fumante: rievocheremo quindi uno per volta su SmokeStyle le performance da grandi fumatori di alcuni altrettanto grandi attori che più ci hanno impressionato.

Finisce nel nostro mirino oggi Ryan Gosling, non tanto per la sua dote scenica o per il suo status di sex symbol per le ragazzine di oggi, ma per l’ilarità che ci ha provocato in un paio di occasioni all’uscita dai nostri multisala di fiducia, con due esempi su tutti.

Infatti, sono forse più le sigarette fumate che le battute proferite da Ryan Gosling nel film “Come un tuono”: non potevamo non notarlo alla nostra prima visione di questo buon film, uscito nelle sale italiane nel 2013, in cui l’attore canadese si cala nei panni di un uomo pronto a tutto pur di assicurare un futuro dignitoso alla propria famiglia, senza risparmiare però fatica ai propri polmoni tra una corsa sulla sua moto da cross ed una rapina.

Altra pellicola in cui volano pacchetti di sigarette all’indirizzo dell’attore è “Gangster Squad”, uscito nello stesso anno, in cui il mito dei fumosi anni ’40 viene rivisitato in chiave ironica dalla regia di Ruben Fleischer, pur facendo scorrere la trama ai ritmi alti classici di un film d’azione e senza risparmiare i momenti di raccoglimento del genere drammatico: Gosling fa parte di una stravagante squadra che cerca di abbattere l’impero del crimine di Mickey Cohen (Sean Penn), cercando di eliminarlo con i suoi stessi metodi.

Se proprio volessimo traslare il ruolo di Ryan nel mondo del calcio, lui sarebbe il classico bomber nella concezione più completa del termine. Fa un gran lavoro sporco per il team, ma le sigarette dopo gli allenamenti sono più dei gol in campionato; la rete più memorabile però la sigla tra la lenzuola con la bella Grace, interpretata da un’affascinate Emma Stone. Con immancabile sigaretta post-coito.

<<Finivo per fumare dai due ai tre pacchetti al giorno di quelle senza filtro del periodo, ero costretto a riaccenderne una ad ogni ciak. I miei polmoni si sentivano come il sacco da boxe colpito da Sean Penn nel film!>>

Ultima chicca: secondo quanto riportato dalla testata “Torontosun”, Gosling avrebbe smesso di fumare per un bel po’ in seguito alle troppe sigarette fumate sul set del film!

GrowBow 60x60x120 CFL 125W Agro!

Sponsor

  • banner-clipper.jpg

I più votati

    Offerte

    • banner-thorinder.jpg
    • banner-ocb.jpg
    • banner-tune.jpg
    • banner-bong.jpg