Home » Notizie » Fumo: quanto incide sull’inquinamento globale?

Fumo: quanto incide sull’inquinamento globale?

Fumo: quanto incide sull'inquinamento globale?

Tutti noi ormai sappiamo a livello personale quali e quanti sono i pericoli legati al fumo, sia per la nostra salute, sia per quella altrui. Ma vi siete mai chiesti qual è il livello di incidenza sull’ inquinamento globale che deriva dal mondo di noi fumatori?

Non ci crederete, ma ci sono diversi indici riconducibili a noi amanti delle bionde che incidono non poco sul livello di inquinamento ambientale.

Cominciamo dal più immediato: i prodotti di combustione.

Già sappiamo che una sigaretta può inquinare quanto e più di un Tir, e tra i principali  prodotti tossici troviamo molti dei componenti presenti all’interno di una sigaretta.

Facciamo alcuni esempi delle circa 4000 sostanze chimiche presenti in una sigaretta; il monossido di carbonio (CO) è il principale gas serra, presente anche nei gas di scarico di automobili ed industrie; l’arsenico è una sostanza altamente tossica comunemente usata nel veleno per ratto; il cianuro di idrogeno era il veleno più comune utilizzato nelle camere a gas e la formaldeide è un agente cancerogeno che viene utilizzato per l’ imbalsamazione. Tutte sostanze altamente inquinanti e difficilmente smaltibili.

Se vi sembra poco, pensate che è stato stimato che in Italia ogni anno vengono fumate 72 miliardi di sigarette, mentre la stima mondiale arriva a 4,5 milioni di miliardi. Fate due conti su quanti gas vengono liberati nell’aria. A proposito del consumo, ogni sigaretta ovviamente produce un mozzicone! E ogni mozzicone contiene composti chimici volatili come il benzene, l’acetone, il catrame, il cadmio, gli idrocarburi policiclici aromatici, l’acetato di cellulosa, oltre a quelli sopra citati.

Uno studio ha calcolato il peso annuo dell’inquinamento da mozzicone (solo in Italia):

Nicotina324 tonnellate
Polonio-2101872 milioni di Bq
Composti organici volatili1800 tonnellate
Gas tossici21,6 tonnellate
Catrame e condensato1440 tonnellate
Acetato di cellulosa12240 tonnellate

Fonte: L’impatto ambientale del fumo di tabacco. Le cicche di sigaretta: un rifiuto tossico dimenticatoENEA – AUSL di Bologna

Come se non bastasse, l’ultimo rapporto del Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente (Unep), dal titolo “Rifiuti marini: una sfida globale“, sulla base di raccolte effettuati da volontari tra il 2002 e il 2006, ha concluso che il 40% dei rifiuti marini presenti nel Mediterraneo è composto da mozziconi di sigarette ed avanzi dei fumatori, prodotti per il 75% durante l’estate.

Vi sembra abbastanza? No. C’è uno studio condotto dalla NASA e dal Landscape of America (ALCA) che rileva quanto il fumo di sigaretta influisce sulla salute delle piante. E’ ormai risaputo che le piante aiutano a smaltire (soprattutto in luoghi chiusi) i prodotti nocivi del fumo sostituendoli con del sano ossigeno. Eppure in poco tempo, se la pianta non viene delicatamente ripulita dai residui che si accumulano sui gambi e sulle foglie, si interrompe la fotosintesi soffocando ed uccidendo la pianta.

Questi numeri fanno davvero paura. Tra le altre cose, la prossima volta che accenderemo una sigaretta in riva al mare, ricordiamoci di non lasciare in spiaggia un barile di sostanze inquinanti: il mozzicone!

GrowBow 60x60x120 CFL 125W Agro!

Sponsor

  • banner-clipper.jpg

I più votati

    Offerte

    • banner-thorinder.jpg
    • banner-ocb.jpg
    • banner-tune.jpg
    • banner-bong.jpg