Home » Notizie » La sigaretta elettronica fa male?

La sigaretta elettronica fa male?

La sigaretta elettronica

Dicevano che non avrebbe fatto male, che era sicura. Ma si sbagliavano. Forse credevano che evitando la combustione del tabacco avrebbero superato il problema degli effetti nocivi – in parte vero considerando che per lo meno non provoca problemi al cuore – ma dal punto di vista respiratorio, la soluzione di acqua e nicotina non è migliore di una sigaretta tradizionale, o perlomeno non si conoscono gli effetti a lungo termine.

Lo conferma una ricerca di alcuni pneumologi su un campione di fumatori sani, non fumatori sani e su soggetti affetti da alcune malattie respiratorie. Dopo aver fumato ed aver effettuato vari test il responso è stato uguale per tutti i campioni: anche le sigarette elettroniche provocano un aumento della resistenza che i bronchi oppongono al passaggio dell’aria.

Notizia deludente per chi ha investito parecchi soldi in questo prodotto sperando di non farsi male pur rinunciando al piacere di una sigaretta vera e propria ma non separandosi completamente dall’assuefazione della nicotina. Ciò che sorge spontaneo è chiedersi come mai hanno condotto questi test dopo aver commercializzato e ampiamente pubblicizzato il prodotto. La risposta è facile e abbastanza scontata, ma stiamo parlando della salute del consumatore. E’ già triste pensare che le multinazionali del tabacco si arricchiscono ogni giorno sulla salute di noi sciocchi dipendenti del fumo, ma constatare che altrettante aziende hanno lucrato parecchio su un prodotto tanto vero quanto la miracolosa fonte della giovinezza fa davvero rabbia.

Sul sito ufficiale della sigaretta elettronica più conosciuta in Italia è riportato il seguente messaggio nella sezione benefici e avvertenze: “La sigaretta elettronica ***** può essere considerata una sana alternativa al fumo di tabacco, poiché i componenti cancerogeni presenti nel fumo tradizionale sono assenti. Infatti non emette fumo derivante dalla combustione annullando così il rischio di malattie respiratorie, cancro e altro.” In un’altra pagina del loro sito invece si legge: “L’efficacia e la sicurezza di questi dispositivi per smettere e / o ridurre la dipendenza dal fumo, non sono mai stati effettuati.” Tralasciando il verbo finale decisamente inappropriato ed errato, credo che il senso era quello di spiegare che non è vero che il loro prodotto non fa assolutamente male.

Personalmente non mi sono mai interessato all’acquisto di un dispositivo del genere, sia per i prezzi elevati, sia, appunto, perché l’ho ritenuto fin da subito un prodotto troppo illusorio. Non conosco le esperienze di chi l’ha acquistata e utilizzata ma mi piacerebbe saperne di più. Se siete tra i consumatori di una sigaretta elettronica, non esitate a dire la vostra :)

Acquistabili su: Amazon

5000 Rizla Silver a prezzo stracciato!
  • Max

    Mah.. Essendo un abituale fumatore che alterna sigarette tradizionali a quelle elettroniche vi posso confermare che:
    Effetivamente non si riacquista il fiato perduto, logicamente come segnalato nell articolo menzionato, inalare vapore per quanto poco male possa fare sicuramente non è naturale e i polmoni ne risentono
    È altrettanto vero però che non si inalano sostanze come il catrame che sono altamente cancerogene. tuttavia resta da verificare gli effetti a lungo termine per questo tipo di sostanze.
    Insomma attualmente direi che l’ago della bilancia penda in favore delle elettroniche dal punto di vista della salute.. effettivamente quando le uso in alternativa alletradizionali (parlo di qualche mese) scompaiono alcuni sintomi come il russare o quei piccoli disturbi che assomigliano al singhiozzo.
    Poi puntualmente ricado nel fumo tradizionale, anche perché una cosa e vera… Il tabacco ha un sapore che da molta più soddisfazione.
    Insomma è ancora presto per dire che sono o non sono salutari, a mio parere sono un alternativa efficace..

  • Simon

    certo la nicotina farà sempre e comunque male, però preferisco inalare acqua e nicotina piùttosto che catrame,co2, formaldeidi, milioni di schifezze chimiche, ecc….

  • Sicuramente…Però Simon, a pensarci bene, loro dicono che si tratta di acqua…ma ne siamo davvero sicuri? E in quanto sapore, anche tu pensi che non diano la stessa soddisfazione di una sigaretta tradizionale, come dice Max?

  • Hawk

    Ciao,
    un po di notizie da uno che ha fumato digitale per un anno e mezzo [senza mai smettere le “analogiche” (come le chiamano gli e-smokers) o “biologiche” (come le ho ribattezzato io)]. Le cartucce delle sigarette elettroniche sono composte da 2 liquidi unici che sono Glicole Propilenico e Glicerina Vegetale. Sono sostanze di uso alimentare nel senso che le ritroviamo in dolci industriali, sciroppi medicinali ecc.. e quindi innocue per ingestione e presumibilmente (ci sono studi specifici a proposito ma non nel lungo periodo) anche per inalazione . Il terzo componente è la nicotina in soluzione liquida (dei due riportati sopra). Fin qui tutto ok anche se la nicotina pur non essendo cancerogena è un potente veleno se assunto in quantità superiore ad un milligrammo per chilo di peso corporeo in unica dose, cosa improbabile sia per un fumatore classico che digitale perchè viene rapidamente smaltita dall’organismo e non si accumula. La situazione si complica un pò perchè ci sono gli aromi che si aggiungono, anche se in percentuali bassissime, per togliere il sapore dolciastro dei liquidi suddetti. Gli aromi potrebbero contenere sostanze non note e comunque ci sono aziende che oltre a produrre aromi per uso alimentare producono anche quelli per fumo elettronico.
    Veniamo alla mia esperienza che è comunque cessata. Fumare digitale con una medio-forte (non entro in dettagli) percentuale di nicotina toglie l’astinenza da fumo, fa passare la voglia di fumare classico. La soddisfazione nel fumare digitale c’è ma decresce nei mesi. Esempio (mio): da 40 sigarette MGold al giorno a 3 nei primi giorni di uso della e-cigarette che sono aumentate nei mesi prima a 10 poi 15 poi 20 negli ultimi. Credo che questa escalation sia dovuta ad un mio errore originale: non avere cessato del tutto le MGold all’inizio. La sigaretta elettronica non brucia, non c’è fiamma quindi non ci sono le circa 4000 sostanze nocive prodotte dalla combustione. In questo anno è mezzo ho risparmiato circa 2.600 euro di MGold ed ho speso 1.300 circa in e-sig per un risparmio netto di 1.300 euro circa . Qualche mese fa ho scopero il tabacco da rollare (le “biologiche”) con estrema soddisfazione ed hanno sostituito “paro paro” le mie solite 20 MGold e da qualche settimana ho smesso di fumare elettronico. Ho sintetizzato al massimo per non annoiare.Ciao

  • Gisa

    ciao.
    Metto la mia esperienza personale, magari aiuta qualcuno. Fumavo abbastanza, e certo avevo già intenzione di smettere (secondo me l’intenzione è quella che fa la differenza) quando un mio amico mi ha “presentato” la sigaretta elettronica. Anche se il prezzo può sembrare elevato, mi sono subito convinta a prenderla, in quanto per recuperare la spesa iniziale di una e-sig mi bastava almeno riuscire a dimezzare la quantità di analogiche per sole 2 settimane. Sono andata in un negozio reale, non on line, convinta come ero che fosse importante scegliere sia la forma della mia futura e-sig, sia e soprattutto l’aroma che doveva accompagnarmi. Nei primi 5 giorni da 20 sigarette analogiche al giorno sono scesa a 3 “svapando” a 13,5 di nicotina, poi per 2 giorni 1 analogica al giorno fino al grande passo di toglierla del tutto (decimo giorno). Nessun rimpianto, fiato riacquistato, passata la tosse al mattino presto in circa 2 settimane totali dall’acquisto e soldi recuperati alla grande. Alla terza settimana dall’acquisto sono passata a 9mg di nicotina, poi dimezzati ed infine a 0. Forse io avrei comunque smesso di fumare, perchè come ho specificato all’inizio era già mia intenzione farlo, ma con la e-sig non ho sofferto per nulla, anzi…ora il problema semmai è smettere di “svapare” come si dice, perchè anche se a 0 nicotina resta l’assuefazione al gesto, che io ho trasferito dalle sigarette alla e-sig. Sono certa che probabilmente non è aria fresca quella che prendo, e che io stia continuando a farmi del male e che devo smettere anche di svapare ma se proprio volete saperlo, dopo quasi 20 anni di fumo, a me non è parso vero in 10 giorni di poter dire addio alle analogiche e non tornarci più. Quando leggo di studi che mettono in cattiva luce le sigarette elettroniche penso che non vadano presi sottogamba. Se non si ha intenzione di SMETTERE davvero di fumare allora associare sigaretta elettronica ed analogica non fa che aumentare la% di nicotina che si assume, continuare ad inalare i prodotti della combustione cancerogeni come il monossido di carbonio delle analogiche ed in più respirare anche i prodotti derivati dalla vaporizzazione del liquido della e-sig sui quali non abbiamo ancora studi a lungo termine. D’altronde se la vostra intenzione è smettere veramente di fumare e volete farlo senza sintomi d’astinenza allora io, per mia esperienza, consiglio la e-sig a gran voce. E’ vero i prodotti della vaporizzazione non sono sicuri ma quelli della combustione della sigaretta normali sono cancerogeni al 100%. Scusate se mi sono dilungata…spero la mia opinione possa essere utile a qualcuno.

  • Ale

    quoto simon, fumo SOLO sigaretta elettronica da mesi ormai e test o non test posso dire su me stesso i risultati: sto bene, bene e ancora bene! tornato il fiato, l’olfatto, l’energia, i capelli! non capisco perché si debba fare tanta disinformazione, ma ovviamente le varie marlboro philip morris ecc non aspettano altro, piuttosto che rischiare di dover chiudere bottega. nessuno ha mai detto che faccia bene, ma che cos’è una medicina scusate? ma sicuramente fa 20 VOLTE meno male di una sigaretta normale! mettiamola così, sigaretta tradizionale: catrame, monossido di carbonio, combustione, e altre 700 sostanze tossiche e cancerogene; sigaretta elettronica: nicotina (tra l’altro in quantità a scelta, preferibilmente a da diminuire gradualmente col tempo fino ad eliminarla totalmente). Un confronto senza storia, stiamo parlando di nicotina rispetto a nicotina +700 altre cose dannosissime e cancerogene. Poi leggendo tutti questi articoli, cioè quale vorrebbe essere il messaggio? “è stato scoperto che la sigaretta elettronica ha la nicotina, quindi fa comunque male, lasciatela perdere e continuate a fumare le vostre sigarette normali, sennò leggete il libro di quello e smettete di botto” ….meditiamo gente, davvero…

  • Rossella Crispini

    La mia esperienza con la sigaretta elettronica è molto simile alla tua, Hawk. Appena ho iniziato a usarla, ho immediatamente più che dimezzato il numero di sigarette (all’epoca ne fumavo più o meno un pacchetto al giorno). Evidentemente, però, ho commesso il tuo stesso errore, nel senso che non ho mai rinunciato al pacchetto di sigarette a portata di mano. Ma mi andava benissimo così: davo piena soddisfazione al mio bisogno di nicotina, non rinunciavo del tutto alle sigarette e., indubbiamente, avevo meno effetti collaterali (anche economici) rispetto a quando ne fumavo un pacchetto al giorno. Poi però la sigaretta elettronica si è rotta e mi è rimasto solo il pacchetto di sigarette….che nel giro di pochissimo tempo si è letteralmente raddoppiato!!! Arrivata a due pacchetti di sigarette al giorno, al problema salute si è unito quello economico, sempre più gravoso. Quindi ormai da un anno sono passata al trinciato: ok, lo so che continuo a fare del male alla mia salute, ma dovendomela rollare una sigaretta per fumarla, fumo molto di meno (non so quantificarlo con precisione, ma certo sono abbondantemente al di sotto dell’equivalente di un pacchetto di sigarette al giorno)…e la cosa non spiace nemmeno al mio portafogli.

  • @Ale il mio articolo non voleva essere un manifesto per incentivare l’uso della sigaretta tradizionale a scapito delle sigarette elettroniche, tanto che ho esplicitamente richiesto le esperienze dei lettori per farmi un’idea precisa. Dopo aver letto le vostre esperienze ho rivalutato la sigaretta elettronica, ma credo che, come si è detto, l’unico modo per smettere di fumare è caricarsi di volontà. Magari le digitali aiutano questo processo ma il rischio è che possono anche peggiorare le cose come nel caso di Rossella. Purtroppo non credo sia questione di digitali o analogiche, quale fa più o meno male. E’ questione che ognuno di noi è consapevole dei danni che si provoca e in quanto responsabile deve scegliere “come farsi male”. Il mio intervento è scaturito dalla discrepanza che ho riscontrato nel sito di una marca di queste digitali, che personalmente, mi ha fatto riflettere in maniera maliziosa prima di venire a conoscenza dei loro effetti “benefici”.

    Ad ogni modo conto di leggere altre esperienze, anche se già le vostre sono molto esaustive ed interessanti ;)

  • Vero quel che dici sulla sigaretta normale, non è però ancora stato dimostrato se la sigaretta elettronica abbia sostanze cancerogene. Io tuttavia, come molti medici che fumano, resto dell’idea che non siano le sigarette a portare i tumori, foss’anche ai polmoni, ma ben altro (smog su tutto). Mio zio è venuto mancare alla veneranda età di 94 anni, dopo aver fumato 80 anni di sigarette senza filtro e da lui rollate.

  • gaetanuzzo

    Fumo da 6 mesi la sigaretta elettronica, ne sono letteralmente entusiasta ed il mio esempio è servito ad almeno una ventina di miei amici che hanno seguito la mia strada, la cosa più importante è imporsi di non accendere mai più una sigaretta classica e questo è riuscito senza fatica persino a me che ero arrivato a fumarne 50 giorno. Bisogna solamente trovare il gusto giusto tra i tantissimi offerti dal mercato e la soddisfazione che ne ottieni secondo la mia esperienza è persino maggiore di quella che può darti la sigaretta classica. Non so se riuscirò a smettere anche con la sigaretta elettronica ma per ora non voglio pormi questo problema visto che sto infinitamente meglio di prima e che dopo 40 anni di tabacco sono riuscito a compiere una delle più belle conquiste della mia vita.
    Respiro finalmente bene e sono uscito dalla mia bronchite cronica e dal mio costantemente mal di gola, il mio olfatto ha ricominciato a funzionare, il tartaro sui denti è scomparso e le mie gengive hanno smesso di sanguinare, non puzzo più e non do più fastidio a nessuno anche se gli fumo in faccia ma questi sono solo esempi dei tantissimi altri vantaggi ottenuti, non ultimo quello economico.
    Consiglio a qualunque fumatore di smettere completamente di fumare ma per chi non ce la fa consiglio l’alternativa della sigaretta elettronica assicurandogli che dopo pochissimi giorni si sentirà molto meglio e come tanti che conosco potrà intraprendere la via dello smettere del tutto.
    Per me la sigaretta elettronica è un alternativa al tabacco sulla via della disintossicazione dalla dipendenza da nicotina, vorrei che gli illustri medici che si occupano di studiare gli eventuali danni che la sigaretta elettronica può provocare, facessero sempre un confronto con quelli che sono i danni che il tabacco.

  • I pareri sono decisamente contrastanti e pare impossibile uscirne. Però da ignorante in sigarette elettroniche per non averle mai provate, sono dell’opinione che se la si adopera per smettere di fumare si affronta una spesa superflua che potrebbe essere evitata riuscendo a trovare la voglia necessaria per diminuire il quantitativo di sigarette tradizionali al giorno. A quanto pare dopo aver fumato la sigaretta elettronica i benefici sono evidenti ma secondo me bisogna valutare meglio i casi. Stiamo parlando di fumatori accaniti o di fumatori leggeri che arrivano a un massimo di 10 sigarette al giorno? Io personalmente supero raramente la soglia delle 10 sigarette giornaliere perché fumo in primis per una questione di gusto oltre che di abitudine/esigenza e immagino che non sarei per nulla soddisfatto da una sigaretta elettronica. Magari mi piacerebbe pure ma dopo una bella birra doppio malto ghiacciata vorrei sentire in bocca il sapore rustico del tabacco, non una miscela di nicotina e aromi vari. Non lo so, il discorso è troppo vasto e decretare una sentenza è superfluo. Alla fine bisogna fumare ciò che piace, entrando nell’ottica di uno o dell’altro: fumare entrambe a mio avviso è deleterio

  • Ciao gaetanuzzo, anchio come te sono passata alla sigaretta elettronica e sono felicissima sono due mesi che non tocco piu una sigaretta e io ne fumavo 40 al giorno

  • gaetanuzzo

    Ciao Mariangela, tre dei tanti amici che hanno intrapreso la via del fumo elettronico sono usciti dalla dipendenza della nicotina e lo hanno fatto dalla sera alla mattina senza sforzo di volontà, altri che purtroppo non avevano mai mollato del tutto la sigaretta tradizionale si ritrovano peggio di prima ed in questo ha ragione Paolo. Chi ha fallito dice che il gusto della sigaretta elettronica non riusciva più a dargli soddisfazione ma considero questo come un inganno della mente, un non voler ammettere la propria dipendenza.
    Caro Paolo, devo dirti che conosco tante persone che dichiarano di non arrivare a fumarne più di 10 al giorno ed in virtù di questo dicono di essere praticamente esenti dai danni del fumo ma poi li sento tossire nel modo in cui tossivo io. Da non medico non ho mai capito quanta differenza possa fare il fumarne 10 forti o 20 leggere ma ti assicuro che liberarsi del poco o tanto catrame che occlude i bronchi di un fumatore, significa molto.

  • Pare che le esperienze con la sigaretta elettronica siano più che positive. Credo di potermi ricredere dopo aver letto le vostre testimonianze :)

  • Io ho la mia personale esperienza con la sigaretta elettronica. Vivo a Londra, quindi sto usando una marca londinese che vende tutto online. E’ da maggio che non tocco più una sigaretta, e sono assolutamente soddisfatto. In più, con questa marca, posso mixare il mio liquido personale e creare la combinazione che più preferisco bilanciando nicotina, throat hit (la sensazione che si prova nella gola quando si aspira il fumo), vapore e sapore. Fumavo oltre un pacchetto al giorno, ora non sento la mancanza delle sigarette vere e ne ho guadagnato in salute e soldi. Tutte queste cose sulla dubbia sicurezza della sigaretta elettronica, a mio avviso vengono solo da medici ben pagati dalle aziende produttrici di sigarette, perché chiunque io abbia sentito, e provandolo sulla mia stessa pelle, STO BENE. Niente tosse, più fiato, più prestazione fisica.

  • Posso portare anch’io la mia esperienza anche se è molto recente. Fumo o meglio fumavo un pacchetto di sigarette leggere (merit uno) al giorno da 30 anni e in sostanza non ho mai desiderato, smettere. Per pura curiosità circa un mese fa ho acquistato una sigaretta elettronica di quelle che anche visivamente assomigliano il più possibile a quelle vere, con tanto di lucina che simula l’aspirazione. L’ho pagata 50 euro + 5 di liquido (con nicotina) in un negozio specializzato.
    L’idea iniziale era di alternarla alle mie sigarette, per eliminare tutte quelle fumate inutili e poco piacevoli, determinate dal solo riflesso condizionato, che ogni fumatore conosce bene.
    Sostanzialmente desideravo acquistare in salute (anche se a dire il vero non ho mai avuto effetti negativi e corro sei km al giorno senza alcuna fatica) ma soprattutto risparmiare.
    Per farla breve, dopo un mese, ho ancora il pacchetto di sigarette che avevo comprato quel giorno chiuso in un cassetto. Non ho fatto il minimo sforzo per togliere le merit. Perfino la prova caffè è stata superata con disinvoltura. Va detto che il sapore è diverso e leggermente dolciastro. Posso dire che stufa un po’ e difficilmente si aspira per lo stesso tempo che durerebbe una sigaretta.La prima settimana poi mi dava un leggero giramento di testa. Dall’altra parte ho eliminato l’ansia dell’essere senza sigarette, la puzza, le continue critiche della moglie e della figlia, le uscite al freddo, i guanti bruciacchiati e poter fumare in un locale pubblico non è niente male. Insomma di vantaggi ce ne sono parecchi. Per il fiato e le prestazioni fisiche, francamente non ho notato grandi differenze, ma come ho detto, anche prima correvo per un’ora e poi mi accendevo subito una sigaretta senza vergogna o effetti collaterali.
    Ora resta da vedere se riduce realmente i rischi da tumore, che poi sono l’unica cosa che mi terrorizza…ma non abbastanza da smettere del tutto.
    Sarebbe bello poter leggere degli studi seri sull’argomento.

  • Ciao mi chiamo Francesco e uso da 8 mesi la sigaretta elettronica secondo la mia esperienza personale posso dire che ho aumentato le mie capacità respiratorie in modo notevole ridotto i costi in maniera esorbitante sicuramente penso che non faccia comunque bene ma credo che non faccia male quanto la sigaretta classica quindi se consideriamo tutto va bene usarla certo sarebbe molto meglio senza ombra di dubbio smettere di fumare qualsiasi cosa buona giornata

  • Rosario Arnese

    LA FUMO DA TANTO E HO AUMENTATO LA CAPACITà RESPIRATORIA

  • Laura1978

    Buongiorno, io ho provato la sigaretta elettronica 1 mese fà…da subito entusiasta!! Non mi ricordavo più l’esistenza delle mie slim…dopo 15 anni!! Per i primi 7 gg un successone ma dopo sono iniziati i problemi..la tachicardia!!!! Pensando che la soluzione di 9 mg di nicotina fosse troppo pesante (anche se il venditore mi ha confermato che fumavo con la sigaretta elettronica il quantitativo di nicotina di 2 malboro light al dì) sono passata al 4 1/2. Passa la tachicardia e arriva il mal di testa!!! Innamorata della mia nuova sigaretta elettronica, incolpevolizzo la cervicale e i mali di stagione. Passa il mal di testa e arriva la nausea…tempo due giorni ho dovuto smettere immediatamente!! Ho ricomiciato con le mie vecchie slim ed è tutto passato!! Verificando su internet vedo che nel sito di una buona marca di sigarette elettroniche dice che se si dovessero verificare tachicardia e nausea smettere subito e consultare il medico…l’unica che lo dice. A fronte di tutto ciò non credo più siano innocue come vogliano far credere!!!

  • credo non ci sia paragone con le sigaretta classifiche fanno meno male le sigarette elettroniche e per chi ha il problema di smettere di fumare ma è dipendente eccessivamente da nicotina, la sigaretta elettronica è la soluzione ideale. e si torna lentamente a respirare bene. fidatevi. secondo me sta intaccando gli interessi del tabacco per questo ora spuntano tutte ste notizie, vergogna!!! cmq la sigaretta elettronica deve essere un passo per smettere di fumare e non un sostituto a vita della sigaretta tradizionale.

  • Posso solo dire una cosa soltanto…Mi ritengo un fumatore professionista…. Della serie 50 circa al giorno, da quando avevo 14 anni, ora ne ho 39 (faccio schifo e me lo dico da solo)….Ho avuto e sto avendo problemi a livelli respiratorio e di broncospasmo persistente….E nessuna volontà di smettere….. Basta!!!! Oggi ho deciso di fare il passo verso questo strumento alternativo……. Bene!!!! Sono 12 ore che ho acquistato ed iniziato con la sigaretta elettronica, sono 10 ore circa che non tocco ne sento la necessità di una sigaretta tradizionale…..!!!!

  • soddisfattissimaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa….12 gg ke nn tocco una sigaretta,nn ne sento ne bisogno ne voglia…..x me promossa al 100 %….. fara’ male?????mah attualmente tt fa male……fumare mangiare smog e tt…..quindi…..vada x la sigaretta elettronica

  • da fumatore accanito quale ero sono passato da quaranta sigarette al giorno a zero in un colpo solo, stento ancora a crederci, quando ho comprato la sigaretta elettronica (e di questo devo ringraziare un amico) non avrei mai creduto di lasciare le classiche sigarette dall’oggi al domani e senza alcun problema. farà pure male ma non credo faccia male come una normale siga, e solo nicotina.

  • viburni

    Esattamente 8 giorni fa ho acquistato una sigaretta elettronica di quelle di ultima generazione. Io non sono una fumatrice incallita fumo circa 10 sigarette al giorno ma fumo da quando avevo 19 anni e ora ne ho 45. Adoro lo sport, correre, e ultimamente ho riscontrato notevoli problemi di fiato. Ho deciso di smettere. Prima della sigaretta elettronica ho provato di TUTTO per ritrovarmi a fumare con tutto il cerotto attaccato!!! Oggi dopo 8 giorni non solo non sento il bisogno di fumare…anzi ho provato a dare uno o due tiri e la cosa mi ha dato anche fastidio…la mia capacità respiratoria sta migliorando e sono sempre più intenzionata a non FUMARE PIU’. Sicuramente la sigaretta elettronica non è un toccasano ma altrettanto sicuramente se così efficace nell’aiutare ad allontare le classiche sigarette BEN VENGA il male minore. Fino ad oggi solo benefici e nessuna controindicazione.

  • costi elevati? bisogna saperla usare per smettere di fumare quella schifezza che c’è in commercio a combustione e ,volontariamente coscenti noi e lo stato del male che provoca, di quanto si spende mediamente al mese. Il costo di una E-SG ( electric sigaret) e di 50 euro carica di nicotina e aromi che durano 4 settimane contro i 150 euroal mese di un pacchetto a combustione. E verissimo che nient’altro che nicotina è contenuto oltre agli aromi. Si parla di levare l’80 % dei veleni in combustione. Vogliamo parlare di medicina ed aerosol? il sistema di aerosol nebulizza la medicina creando microparticelle liquide sin dal principio inte a prevenire o curare sempre in idrica inalazione certo non in combustione.

  • non è un reato darci la marca di questa ditta che magari svelerebbe la scarsa qualità del prodotto da te acquistato

  • giusto il fatto delle multinazionali che cominciano a pensare come arrancarsi il mercato delle sigarette elettroniche … comunque dovresti smettere questo è lo scopo ultimo di questo formidabile attrezzo.

  • il discorso che fai è solo ed unicamente vizioso. Hai dei vizi classici e comuni ma definire gusto rustico del tabacco vuol dire <> se è questo che vuoi non fa al caso tuo la E.SG

  • Si ma da lui non mi sarei mai aspettato una corsa elegante ne un fisico bestiale e per aggiungere Dott. la voglia di arrivarci alla corsa. Sa benissimo che è molto meno pericolosa della classica sigaretta a combustione per ovvi motivi che se ribadisce smentisce il suo titolo. Esami ne faranno e le conclusioni saranno<< attenzione lo stato perderebbe soldi sapendo che l'80% dei veleni non esiste nella sigaretta elettronica.

  • vkh59

    io la sto usando: avevo tosse muchi ,è sparito tutto questo fumavo quasi 2 pacchetti al giorno

  • enrico7373

    comprata usata e non tocco piu una sigaretta…..mi sento meglio a livello respiratorio e non sento piu il bisogno della sigaretta classica…veramente una piacevole sorpresa……
    p.s. ci metto anche il risparmio economico…

  • Roberto Borghetti

    Dal 7 novembre uso la E-cig, non ho più acceso una bionda. Teniamo presente che agli anni di fumo reale, bisogna aggiungere gli anni del fumo passivo, nel mio caso praticamente fumo dalla nascita.. E’ venuto il momento di dire basta….

  • presa ieri sera alle 18…… ore 13 del giorno successivo riaccendo una sigaretta e mi da fastidio……. e fumavo 2 pacchetti al giorno e se poi sono in giro a far serata passano tre pacchetti……….

  • oggi sono 52 giorni che non tocco piu una sigaretta grazie alla sigaretta elettronica e fumavo 2 pacchetti di marlboro rosse al giorno da 20 anni. sinceramente a me mi ha cambiato la vita sono tornato a respirare sento i sapori del cibo ed ho tanto fiato.se fa male in altri sensi non lo so pero per adesso sono soddisfatto

  • anche io ho comprato la sigaretta eletronica e meravigliosa mi fanno schifo le sigarette wwauuuuuuuu

  • Stefano Borghese

    Ciao a tutti… ho acquistato la famigerata sigaretta elettronica… senza dubbio è molto meno dannosa delle vere sigarette… sicuramente non si può dire che non provochi qualche danno… alla fine, qualcosa nei polmoni te lo respiri e non è aria pura ^_^ e c’è comunque nicotina… Sicuramente, come spesa mensile (dopo l’investimento inziale) è inferiore alla spesa per fumare vere sigarette o anche rollarsi il tabacco sciolto… e… sicuramente non puzzi, non dai fastidio, non ti si ingilliscono le dita e i denti, non impregni la moquette della macchina o i tessuti di casa di fumo ecc ecc. Non posso dire di essere soddisfatto al 100% ma sicuramente è ottima… per qualche tempo continuerò ad usarla per capire bene che effetto mi farà, anche perchè devo ancora trovare l’aroma giusto. Ciao… Stefano.

  • fireleaf

    vox populi…… verranno messi al bando insieme ai tabacchi aromatizzati,incentivano al fumo,sviano dal reale gusto.. e non credo che vapore ionizzato ed aromi artificiali nell’apparato respiratorio siano cosi’ innoqui.
    probabile invece che chi decida di smettere,ormai io mi rassegno sono zware dipendente,abbia un ottimo strumento di supporto,
    ma secondo mio modesto parere non deve considerarsi sostituto della sigaretta o del trinciato.Momentaneamente la vedo tantissimo come trend del periodo..

  • nn sono stata mai una grande fumatrice la media di 10 sigaretta al giorno, cmq ho deciso di smettere , anche se ci sn riuscita x un anno e mezzo, poi ho ripreso e mi sono decisa a comprare la sigaretta elettronica sono quasi due mesi che nn tocco una sigaretta , mi trovo bnssimo devo solo eliminare la nicotina e fumare solo vapore ,Per il resto che la sigaretta elettronica fa male ne dicono tnt , secondo me si sta avendo un calo di vendita delle sigarette tradizionali e quindi lo Stato dv intervenire al punto di far andare in confusione le persone che hnn scelto di fumare la sigaretta elettronica.Per me va bn cosi e continuerò a fumare la s elettronica ciao

  • Max

    un aumento della resistenza che i bronchi oppongono al passaggio dell’aria è stato definito da Umberto Veronesi (che non è un signor nessuno a differenza tua) come un effetto sub-clinico che in poche parole vuol dire che non dà adito all’insorgere di problemi CARDIO-RESPIRATORI o a cancri e tumori…prima di scrivere corbellerie del genere pensaci perchè:
    _è risaputo che il governo può tassare solo il tabacco e non la nicotina e se mai tassasse la nicotina ci ritroveremmo con patate e pomodori sotto monopolio di stato.
    _molte persone hanno smesso di fumare me compreso grazie alle e-cig,e se lo scotto per non fumare più è un leggero aumento delle resistenze delle vie respiratorie io personalmente l’accetto…almeno non assumo più le 4000 sostanze nocive delle sigarette compresa l’amoniaca(si!!!!in quasi tutte le sigarette c’è amoniaca!!!!).
    _sei fortunato che io non sia una azienda produttrice italiana di e-cig o uno di quelli che hanno un negozio di sigarette elettroniche perchè ti avrei già denunciato per diffamazione.
    _Sei fortunato che l’idiozia non sia punita per legge.
    _leggi e informati prima di scrivere dove tutti posso leggere e di conseguenza farsi un’idea (distorta dalle tue scemenze)generale sulle e-cig

  • Sara’ pure un trend,ma di sicuro fa meno male di una merdosa sigaretta piena di veleni e sostanze prodotte dalla combustione. Magari sara’ sconsigliabile a chi non ha mai fumato,ma per chi e’ schiavo delle bionde da anni,sia fisicamente che psicologicamente,penso sia un’ottima soluzione. Non sara’ del tutto innocua,ma sono sicuro che i bronchi preferiscano del vapore a del catrame.
    Mi fa ridere che lo stato e le multinazionali del tabacco si preoccupino della salute del cittadino,quando da anni lucrano sulla vendita delle sigarette.Fossero davvero preoccupati della salute e non del denaro che giuadagnano,avrebbero abolito la vendita e la produzione delle bionde,cosi’ come altri prodotti son stati aboliti nel corso degli anni perche’ nocivi,vedi clorofuorocarburi come propellente ad esempio.
    Io la consiglio a tutti i fumatori,mi sto trovando bene e udite udite respiro decisamente meglio di quando mi fumavo le mie 15 sigarette giornaliere.

  • Invece funziona, niente più tosse e catarro e nemmeno più voglia di fumare. Ben vengano le sigarette elettroniche alla faccia delle multinazionali del tabacco che ammazzano la gente.

  • Vi cagate sotto che non potete più avere il monopolio delle sigarette vero? La nicotina è ovvio che non faccia bene ma è molto più sana la sigaretta elettronica di quella tradizionale. Vergognatevi a giocare con la salute delle persone per vendere qualche pacchetto di sigarette in più

  • Cari lettori, prima di commentare e aggredire chi nemmeno conoscete, abbiate il buon senso di leggere per intero le informazioni dell’articolo. In nessun punto dell’suddetto affermo che le sigarette elettroniche sono più dannose delle sigarette tradizionali, semmai apro un dialogo e uno spazio per commentare facendo esprimere le proprie opinioni liberamente. Dimentico però che purtroppo ci sono persone troppo maleducate che prima ancora di avere qualcosa di concreto in mano su cui ribattere, aggrediscono con parolacce e cafonate.

    Caro Grasso Giovanni, questo è un blog d’informazione, non vendiamo niente, il tuo commento avresti dovuto inviarlo altrove.

    Carissimo Max, il tuo commento non è proprio degno di risposta, perciò ignoro deliberatamente i tuoi sciocchi e stupidi insulti :)

    Per la cronaca, l’articolo si basa su un simpatico paradosso notato dal sottoscritto presso il sito ufficiale di un produttore di sigarette elettroniche. Le informazioni riportate sono state rintracciate in rete tramite il motore di ricerca Google e non enunciano nulla di indicibile e infamante nei confronti delle sigarette elettroniche, se non che “anche le sigarette elettroniche provocano un aumento della resistenza che i bronchi oppongono al passaggio dell’aria.”

    Ringrazio tutti i lettori che hanno contribuito in maniera genuina e intelligente alla discussione tramite le proprie esperienze personali, invito invece le teste calde a sfogare la propria ignoranza altrove. Qui vogliamo gente che vuole dialogare in maniera civile, non persone vuote che non possono dare alcun contributo se non una misera gamma di insulti sciatti e sterili.

  • Mi perdoni Paolo, ma queste frasi come le dobbiamo interpretare?
    …”un prodotto tanto vero quanto la miracolosa fonte della giovinezza fa davvero rabbia”
    … “Dicevano che non avrebbe fatto male, che era sicura. Ma si sbagliavano.”

    Il tono dell’articolo appare chiaramente contro le sigarette elettroniche e sinceramente non ci sono prove consistenti per farlo.

    Uno studio che parla di “aumento di resistenza dei bronchi al passaggio dell’aria” , non credo basti per mettere alla pari il fumo pregno di catrame e veleni di una sigaretta con il vapore di una elettronica.

    Premesso che sono dell’idea che solo l’aria di montagna possa essere sicura al 100%, e considerato che ciò che respiriamo quitidianamente tra le strade delle nostre città, tra polveri sottili e veleni vari, è certamente peggiore di una boccata di vapore elettonico, trovo che questo accanimento contro la sigaretta elettronica sia assolutamente ingiustificato. A meno che non sia pilotato da chi ha interesse a screditarne l’immagine.

    Raccolgo il suo invito e descrivo la mia esperienza con la e-sig:
    fumatore da 35 anni, fumatore accanito da 10 anni, sono passato da 50-60 sigarette al giorno a ZERO (ripeto ZERO!) in un giorno. Sono due settimane che non tocco una sigaretta, non ne sento il desiderio, l’odore dei fumatori mi disgusta.
    Mi è scesa la pressione, il ritmo cardiaco a riposo è passato da 92 ad 80, l’alito del mattino non assomiglia agli scarichi dell’ITALSIDER.

    Ora, se anche la sigaretta elettronica dovesse fare un po’ male, o anche tanto male, CERTAMENTE non farà male quanto la combustione dei veleni del tabacco, carta e colla (e chissà cosa altro ci mettono dentro!!!) di una sigaretta.

    Io non posso che benedire l’arrivo delle e-sig.

  • Luciano Lucky

    Questo articolo dice semplicemente la verità.
    Anche io da qualche giorno uso la sigaretta elettronica, nonostante il mio raffreddore anche io ho trovato miglioramenti nella “tossetta da fumatore” e.. nel colore del muco.. ovviamente prima era marrone scuro in certi casi, ora è bianco.
    Anche io ho notato che normalmente rallenta di parecchio la dipendenza dalle sigarette normali, personalmente il mio obiettivo è quello di passare da 20 sigarette abbondanti al giorno, a 5-6 consigliate dal dottore.
    Che dire, tutte belle novità, è una bella “toppa” almeno finchè non entra in gioco una situazione emotiva diversa dalla normalità (che so, nervosismo, ansia) e allora ci si riattacca alle sigarette.
    E un bel palliativo tecnologico, ma ricordatevi che FA’ MALE anche questa.. è vero, molto meno di una sigaretta normale (per via della combustione), ma se prima la nicotina si fumava solida nel tabacco, ora si fuma liquida.. e la nicotina non fa’ bene.
    Non fa’ nemmeno smettere di fumare, proprio perchè si continua a fumare nicotina, che crea dipendenza.. chi pensa di essere riuscito a smettere di fumare, provi per una settimana a non fumare nulla, ne quelle tradizionali ne quelle elettroniche, poi vediamo. ;-)
    Per ora posso dire che il portafogli ci guadagna, è l’unica cosa sicura..!! :-) anche il “vapore passivo” fa’ molto meno male del fumo passivo.. per il resto è bene tenersi aggiornati, gli effetti a lungo termine si vedranno in seguito e verranno studiati man mano, personalmente spero solo di non essere passato dalla padella alla brace. :D
    Un saluto

    Luciano

  • fa male… ma molto meno male di una sigaretta normale.
    Fa male nella misura in cui fanno male decine e decine di cose che riempiono la nostra giornata!

    Contiene amoniaca? Contiene catrame? Contiene co2… NO.
    Come si fa a paragonarla ad una sigaretta normale!!?
    Siete entrati in una stanza dove fuma un “fumatore elettronico”? Notate gli stessi segni della stanza dove fuma un fumatore tradizionale?

    Certo, la Nicotina fa male ed io sto fumando a zero nicotina , altrimenti non avrei mai scritto di aver smesso di fumare, ovvio.
    Ma dei cerotti o delle gomme con nicotina si è mai parlato così male? E si è mai detto che “fanno male”?
    A proposito… avete mai comprato una scatola di cerotti alla nicotina? Sapete quanto costa?

    Credo che qualsiasi cosa riesca a tenere lontane da noi le sigarette sia un bene.
    E credo pure che l’invidia di chi non riesca, nemmeno con questi mezzi a non fumare più , porti a demolire quel che non si può apprezzare.

    :)

  • @Alf Webb Dire che qualcosa è sicuro, vuol dire affermare con assoluta certezza che a breve o a lungo termine, il prodotto non ha conseguenze negative sull’organismo e non produce nemmeno il minimo effetto negativo. A mio vedere, un aumento della resistenza dei bronchi è un fattore negativo, anche se comunque non è causa di malattie. Se non provocasse tale resistenza, credo si possa definire effettivamente sicura.

    Ad ogni modo, nessuno mi paga per screditare le sigarette elettroniche. Se un produttore di sigarette mi contattasse vorrebbe dire che questo blog ha risonanza e visibilità, ma così non è. Se i produttori volessero screditare le e-cig userebbero ben altri mezzi, non un blog sconosciuto e di un pinco pallino qualsiasi.

    In ogni caso, anche se non si condivide il mio pensiero, non si è giustificati dall’adoperare insulti gratuiti e parole negative. Siamo in un paese libero dove l’informazione circola gratuitamente e quasi senza censura, pertanto non vedo perché dovrei limitare il mio pensiero intellettuale a causa di persone ignoranti che non sono capaci di affrontare una discussione civilmente rispettando gli altri.

    Chi ha subito aggredito insultandomi scommetto che non è nemmeno arrivato a fine articolo, nella parte in cui scrivo “Non conosco le esperienze di chi l’ha acquistata e utilizzata ma mi piacerebbe saperne di più. Se siete tra i consumatori di una sigaretta elettronica, non esitate a dire la vostra”.

    Ho sempre mantenuto un tono aperto e cordiale nei miei articoli, ma è evidente che non tutti hanno ricevuto un’educazione tale da rispettare o da far sentire la propria voce in maniera genuina e civile.

    Secondo semplici regole di civiltà, se qualcuno non è d’accordo su qualcosa, dice “scusa Paolo, non sono d’accordo con te, a mio avviso le sigarette elettroniche non fanno affatto male alla salute”, non inizia subito ad aggredire gettando diffamazioni. Chi lo fa è un cafone privo di educazione.

    @Luciano Lucky grazie per il commento costruttivo, è bello vedere che non tutti vedono il marcio nelle opinioni degli altri :)

  • @Paolo mi pare di aver risposto nella maniera più educata possibile, o no?
    Ho sottolineato oltretutto che raccoglievo l’invito a riportare la propria esperienza con l’e-sig e spero che tanti lo facciano.

    Ribadisco, non è aria pura! Su questo siamo d’accordo. Ma non trovo corretta la forma dell’articolo, perchè informa in maniera poco chiara ed insinua il dubbio che la e-sig sia come la sigaretta tradizionale.
    Paragonarle, invece, è impossibile perchè i danni della e-sig, qualora confermati e provati non solo da uno studio(!) , saranno sempre di gran lunga inferiori a quelli della sigaretta tradizionale.

    Mi pare evidente che inalare tutti i prodotti di una combustione sarà sempre e comunque molto, ma molto più dannoso dell’inalazione di vapore acqueo e glicerina in sospensione!
    Bisognerebbe scriverlo chiaramente, anzichè esordire scrivendo “anche le sigarette elettroniche fanno male”.

    Le reazioni, condannabili se scadono nell’insulto, certo, arrivano perchè la gente è stufa di essere presa in giro. Le nostre generazioni sono state avvelenat per decenni dalle multinazionali del tabacco … e non solo. La sigaretta elettronica è un primo passo, è un passo positivo verso la liberazione da una delle peggiori schiavitù del nostro tempo.
    Perchè criminalizzarla o criticarla quando è evidente che non può nuocere quanto una sigaretta tradizionale? Dovrebbe essere incentivata comunque, tanto nel danno totale di un pacchetto o più di sigarette al giorno, che altro può aggiungere un po’ di vapore e glicerina?

    Questa è la mia critica al tuo articolo.
    Non è trasparente ed il lettore meno attento raccoglie il messaggio: sigaretta elettronica fa male ==> pubblicità falsa ==> bidone TANTO VALE CHE CONTINUO A FUMARE
    :)

  • Ernesto deMatteis

    https://www.facebook.com/pages/LIBERO-SFOGO/289103683838?ref=stream&__req=1y
    “La Sigaretta elettronica fà male ai polmoni!!” L’ha detto il telegiornale, vi hanno dedicato servizi in tele e radio. Porca zozza come fà male mi son detto! Allora indago!!

    Da cosa è composta, vediamo un pò: – Glicole Propilenico: E’ un solvente utilizzato per far sciogliere sostanze nei liquidi, è usato sia in campo farmaceutico che alimentare, non è cancerogeno. – Glicerolo vegetale: E’ usato per sciroppi, creme e cosmesi, nonchè come additivo alimentare, non è controindicato nemmeno in gravidanza od allattamento. Acqua: Non aggiungo altro. Aromi alimentari: Anche qui c’è poco da aggiungere.

    Ove la si vuole c’è anche la nicotina: La nicotina non è cangerogena, da dipendenza si, ma non si muore di nicotina, a meno non la si metta in circolo in dosi notevoli (ad esempio 40 mg per via endovenosa) Come fà a far male la sigaretta elettronica? Allora continuo ad approfondire. Uno studio effettuato da un team di cardiologi afferma a tutto tondo che non fà male al cuore ne alle vene, di contro, immediatamente dopo, uno studio effettuato da uno staff di pneumologi tuona che la sigaretta elettronica procura danni ai polmoni ed alle vie respiratorie.

    Cacchio! Il vapore acqueo è pericoloso! Ecco spiegata allora la moria di bambini dediti alla pratica dell’aereosol. Ecco spiegate le stragi nelle cabine delle saune, per non parlare poi di tutta quella gente collassata sui marciapiedi solo perchè uscita di casa con la nebbia!! Approfondisco ancora. Lo staff degli pneumologi Greci che ha lanciato strali contro il vapore acqueo è guidato da una certa Dottoressa Christina Gratziou. Cavolo ma li stanno alla fame, non hanno soldi per curare la gente ed addirittura finanziano stè ricerche. Controlliamo chi ha finanziato realmente la ricerca…

    SORPRESONA DI CAPODANNO…la finanziatrice per intero è la casa farmaceutica Pfizer. Accidenti quella casa che con le sue medicine cura il 90% delle malattie causate dal fumo, e indovinate un pò:…leggete cosa produce anche: Champix, farmaco commercializzato dalla Pfizer che ha per indicazione la disassuefazione dal fumo. Devo aggiungere altro o lo fate voi? Buon anno nuovo a tutti!!!!

  • @Alf Webb perdonami, non volevo contestarti, anzi, ho apprezzato il tuo intervento anche se mi sono lasciato trasportare dall’enfasi.

    Il mio sarà sicuramente un articolo poco trasparente, ma come dicevo, non penso che questo sito sia così autorevole tanto che nel momento in cui un lettore vede scritto “le nuvole sono viola” egli dice “Cacchio, se lo dice SmokeStyle allora è vero!”. Se avessi scritto che le sigarette elettroniche fanno bene, mi sarebbero venuti contro in ogni caso. Il problema è che qualsiasi cosa scriva, l’opinione si spacca in due in maniera decisamente netta. Provvederò a limare l’articolo per evitare incomprensioni così importanti.

  • “L’efficacia e la sicurezza di questi dispositivi per smettere e / o ridurre la dipendenza dal fumo, non sono mai stati effettuati.” Non trovo il verbo inappropriato e soprattutto non riesco a capire come fai a dire che il senso era quello di spiegare che non è vero che il loro prodotto non fa assolutamente male. Spiega soltanto che forse non è una valida alternativa per smettere di fumare, no che fa male! Forse farà male ma non si sa!!! Poi una volta constatato bisognerà rapportare i danni causati dalla sigaretta elettronica con quelli della sigaretta normale! Sono pronto a scommettere che un po di vapore d’acqua miscelato con nicotina e tutti gli additivi presenti ed in fine il tutto vaporizzato e inalato sicuramente farà meno male della combustione in se del tabacco, con gli additivi in esso in più quelli della carta e della colla e se vogliamo dirla tutta anche quella del gas dell’accendino.
    Poi con la sigaretta elettronica non esistono più cattivi odori, ceneri, alitosi, accendini, posaceneri, finestrini o finestre aperte. Puoi usarla dove ti pare.

  • eugeniov

    Eugenio, 43 anni, fumatore da 25 anni. Fumo dalle 15/20 sigarette al giorno, da 4 giorni ho comprato la sigaretta elettronica e non ho più fumato una sola sigaretta “normale” e quel che più mi ha sorpreso, è che non ne sento il bisogno. Per quanto mi riguarda, fino ad ora la E-cig è eccezionale, spero davvero che vengano fatti studi seri ed indipendenti e che questi dimostrino in primis che sia meno nociva del tabacco normale, mi auspico di non esser passato davvero dalla padella alla brace.
    Saluti.

  • flex1002

    CCiao, sono dì’accordo con te che la sigaretta elettronica non sia meno nociva di quella normale, ma è anche vero che come in tutte le cose l’eccesso di uso fa sempre male… Mi spiego meglio:
    Sono un fumatore da oltre 20 anni media un pacchetto al giorno,
    è da sei mesi che penso di comprare la sigaretta elett. perchè sapevo che se ce un minimo di volonta a smettere un aiuto in più non ben venga. Quindi una settimana circa l’ho comprata ed è 6 giorni che non tocco sigarette… Il mio obbiettivo non è continuare a fumare la siga elettronica ma da qui ad un mese smettere totalmente di fumare. La sigaretta elettronica non è una sostituta della sigaretta normale ma un mezzo per smettere totalmente di fumare… Sempre accompagnato da un minimo di volontà…

  • flex1002

    CCiao, sono dì’accordo con te che la sigaretta elettronica non sia meno nociva di quella normale, ma è anche vero che come in tutte le cose l’eccesso di uso fa sempre male… Mi spiego meglio:
    Sono un fumatore da oltre 20 anni media un pacchetto al giorno,
    è da sei mesi che penso di comprare la sigaretta elett. perchè sapevo che se ce un minimo di volonta a smettere un aiuto in più ben venga. Quindi una settimana circa l’ho comprata ed è 6 giorni che non tocco sigarette… Il mio obbiettivo non è continuare a fumare la siga elettronica ma da qui ad un mese smettere totalmente di fumare. La sigaretta elettronica non è una sostituta della sigaretta normale ma un mezzo per smettere totalmente di fumare… Sempre accompagnato da un minimo di volontà…

  • marcolino_me

    Ciao a tutti!! mi fa piacere vedere che l’italia produca tanta ignoranza!! innanzitutto solo un cIeco non si accorgerebbe che PAOLO HA INSERITO UN PUNTO INTERROGATIVO ALLA FRASE LA SIGARETTA ELETTRONICA FA MALE, QUINDI E’ UNA DOMANDA NON UN’AFFERMAZIONE CHE VUOLE APRIRE UN CIVILE DIBATTITO IN MERITO ANZI, INTANTO GRAZIE PAOLO DEL FATTO CHE CI DAI LA POSSIBILITÀ DI CONFRONTARCI IN UN DIBATTITO CHE DOVREBBE QUANTOMENO ESSERE EDUCATO! PRIMA DI INIZIARE A DIRE CHE LA SIGARETTA ELETTRONICA NON FA MALE LEGGIAMO INSIEME COS’è LA NICOTINA CITATO DA ENCICLOPEDIA:
    La nicotina aumenta la frequenza cardiaca e la pressione del sangue. In dosi elevate provoca nausea e vomito. La dose letale LD50 è 0,5 – 1 mg/kg per l’uomo. La nicotina è una sostanza stupefacente. I consumatori abituali di nicotina sviluppano una forte dipendenza psichica dalla sostanza, simile alla dipendenza generata dall’eroina e cocaina, alla quale si aggiunge una più o meno forte dipendenza fisica. I sintomi dell’astinenza comprendono una sensazione di vuoto, e ansia. Il loro picco è raggiunto in genere tra le 48 e le 72 ore. In genere l’organismo impiega 3 settimane per disintossicarsi completamente dalla nicotina. Interrompere improvvisamente l’assunzione di nicotina può generare una sindrome astinenziale: psicologicamente si prova un senso di vuoto e irrequietezza, fisicamente i sintomi sono più lievi. Infatti, benché la quantità di nicotina inalata tramite il fumo di tabacco sia piuttosto piccola (la maggior parte della sostanza è distrutta dal calore) è comunque sufficiente a creare dipendenza. La quantità effettivamente assorbita dal corpo dipende inoltre da altri fattori, quali il tipo di tabacco, l’effettiva inalazione, la presenza di un filtro. E QUI GIÀ POSSIAMO APRIRE LA NOSTRA PRIMA PARENTESI LA NICOTINA ALTERA CUORE E SISTEMA CIRCOLATORIO, VI E’ ANCHE UNA DOSE NELLA QUALE E’ LETALE!!!!! QUINDI GIÀ’ PRIME CONSIDERAZIONI DI QUANTO SCRITTO SOPRA MI SENTO DI AFFERMARE CHE LA SIGARETTA ELETTRONICA FA MALE SE USATA CON NICOTINA SICURO!!! Non appena la nicotina entra in circolo, questa viene rapidamente diffusa dalla circolazione sanguigna, tramite la quale arriva al sistema nervoso, data la sua capacità di attraversare la barriera ematoencefalica. Giunge al cervello, dove agisce sui neuro-recettori dell’acetilcolina. A concentrazioni elevate la nicotina blocca il recettore dell’acetilcolina, questa è la ragione della sua tossicità e del suo impiego come insetticida. QUINDI SE QUESTA SOSTANZA PUÒ ESSERE USATA COME INSETTICIDA NON MI SENTO ASSOLUTAMENTE DI AFFERMARE CHE UN APPARECCHIO CHE DISPENSA TALE SOSTANZA NON FA MALE. Alcuni studi suggeriscono anche un ruolo diretto nella patogenesi del cancro.
    DETTO QUESTO INIZIAMO CON LE NOSTRE CONSIDERAZIONI:

    1) DAL 2013 IL FUMO DI TABACCO E’ VIETATO AI MINORI DI ANNI 18 MENTRE LA SIGARETTA ELETTRONICA NON AVENDO ANCORA UNA LEGISLAZIONE CHE LA RIGUARDA PUÒ PORTARE ALLA DIPENDENZA SOGGETTI DI TUTTE LE ETA’.

    2) IL FATTO CHE SIA DI LIBERA VENDITA NON VUOL DIRE CHE NON FACCIA MALE, MA CHE SEMPLICEMENTE IL MINISTERO DELLA SALUTE NON SI E’ ANCORA PRONUNZIATO COME QUANDO TEMPO FA APRIRONO COME FUNGHI I COSì DETTI SMART SHOP CHE VENDEVANO DROGHE NON ANCORA CATALOGATE DAL MINISTERO DELLA SALUTE COME DROGHE E QUINDI DI LIBERA VENDITA FRA CUI LA FAMOSA SALVIA DIVINORUM NOTA COME POTENTISSIMO ALLUCINOGENO.

    3) NON CONOSCIAMO GLI ECCIPIENTI UTILIZZATI NELLE FIALE DI QUESTE SIGARETTE NON SAPPIAMO IL VAPORE A CHE TEMPERATURA ARRIVA AI POLMONI. MENTRE LE SIGARETTE SONO STATE SOTTOPOSTE A STUDI E LIMITAZIONI DI OGNI TIPO SU QUELLA ELETTRONICA NON C’E’ ASSOLUTAMENTE NULLA E’ COMUNQUE SIAMO IN GRADO DI AFFERMARE CHE QUESTA FA MALE SE POI + O – DELLA TRADIZIONALE NON SIAMO IN GRADO DI AFFERMARLO MA SOLO NEL TEMPO E DOPO LUNGHI STUDI IL CHE SIGNIFICA CHE FUMARLA E’ UN PO’ COME GIOCARE ALLA ROULETTE RUSSA.

    4) NON SI SA NEANCHE ESATTAMENTE QUANTA NICOTINA UN SOGGETTO POSSA ASSUMERE CON L’UTILIZZO DI TALE STRUMENTO.

    5) FA SEMPLICEMENTE RIDERE CHI SOSTIENE DI AVER SMESSO DI FUMARE ED UTILIZZA FIALE DI NICOTINA IN QUANTO PRIMA ERA DIPENDENTE DA SIGARETTA ORA DA SIGARETTA ELETTRONICA.

    6) SI SMETTE DI FUMARE NON FUMANDO E NON CON LA SIGARETTA ELETTRONICA TUTTE ILLUSIONI!!!!!

    7) CHI SCEGLIE DI FUMARE TABACCO E’ PERCHÉ GLI PIACE L’ODORE IL RITO E NE APPREZZA IL GUSTO!! SMETTIAMOLA DI DIRE CHE E’ SOLO UNA DIPENDENZA E’ ANCHE UN PIACERE SE IL VOSTRO INTENTO E’ SMETTERE NON SPENDETE I SOLDI PER LA SIGARETTA ELETTRONICA MA PER UN BRAVO PROFESSIONISTA PSICHIATRA CHE VI FACCIA UN’OTTIMA TERAPIA ANTIFUMO.

  • lucyviola

    ovvio che viene denigrata, tutti soldi che entrano in meno allo stato noi siamo un griuppo di 10 persone di cui 9 fumatori da uno/due pacchetti al giorno, hn smesso tutti di fumare le sigarette. Fate i vostri calcoli su quanti soldi in meno prende lo stato in un anno. A proposito la decima sono io che ha smesso di fumare 12 anni fa e senza l’aiuto di nessuno solo forza di volontà.

  • grazie! Hai fatto una bella ricerca, ora ho le idee + chiare

  • vorrei però vedere chi ha condotto questa ricerca e i risultati che ha portato. un articolo del genere senza fonti vale tanto quanto le dichiarazioni dei produttori di e-cig

  • @Enrico infatti questo articolo vuole essere uno spazio di dibattito, non una fonte autorevole di informazioni. Altrimenti non lo avrei intitolato “la sigaretta elettronica fa male?” e non avrei chiesto di esprimere le vostre impressioni ;)

    @marcolino_me grazie per il lungimirante commento, sicuramente sei stato molto più chiaro di quanto lo sono stato io. Spero che i lettori apprezzeranno le tue informazioni tanto quanto le ho apprezzate io :)

  • Allora, io sono un fumatore di sigaretta elettronica… Ovviamente contiene nicotina la sigaretta elettronica, l’obiettivo principale della sigaretta elettronica è quello di smettere di fumare. In quanto all’età sono necessari almeno 18 anni (chiedono la carta d’identità) e la maggior parte delle sigarette elettroniche hanno il marchio CE (comunità europea). In poche parole il passaggio consiste nel prendere fiale contenenti sempre meno nicotina (prima una da 0.25 mg, poi una da 1.1 mg fino a quella 0) in modo tale da rimuovere la dipendenza dalla nicotina nel modo meno traumatico possibile.. Infatti il fumatore è convinto di fumare per la gestualità, vedendo che esce del “fumo” dalla bocca e per il calore simile a quello di una sigaretta. Non contiene schifezze secondo alcuni studi che sono invece presenti nelle sigarette normali. Quello che esce dalla bocca è vapore, nulla di più. Oltretutto da quando fumo solo la sigaretta elettronica (da quasi un mese) l’odore e il sapore del tabacco mi crea la nausea. Un’altro punto a favore è che dopo un tot di tiri la gola raschia e si smette di fumare. L’atomizzatore contiene fluido per una giornata (15 sigarette più o meno). Smettiamola di buttare merda sulla sigaretta elettronica. E’ vero, fa sempre male in quanto contiene nicotina, ma è fatta apposta per chi vuole smettere di fumare senza accusare sintomi di astinenza oppure per chi come me vuole trovare un compromesso tra il non fumare e il fumare sigarette.

  • paulcirillo

    Ciao, non sto neanche a leggere le 3 pagine di commenti, ma e tre mesi che da quando uso solo la sigaretta elettronica mi sento decisamente meglio.
    E’ scontata l’affermazione che è meglio non fumare proprio, ma non riuscendoci facilmente, almeno così mi sembra di aver recuperato terreno.
    Nessuno dovrebbe iniziare a fumare perchè fa male, ma per chi fuma e già se ne fotte delle indicazioni di morte sicura indicate sul pacchetto, almeno riduce il rischio di morte.
    Devo pubblicizzarla a livello statele indicando le conseguenze così come per le sigarette, ma senza troppi studi è facile capire che è meno dannosa.

  • paulcirillo

    Ciao, non sto neanche a leggere le 3 pagine di commenti, ma e tre mesi che da quando uso solo la sigaretta elettronica mi sento decisamente meglio.
    E’ scontata l’affermazione che è meglio non fumare proprio, ma non riuscendoci facilmente, almeno così mi sembra di aver recuperato terreno.
    Nessuno dovrebbe iniziare a fumare perchè fa male, ma per chi fuma e già se ne fotte delle indicazioni di morte sicura indicate sul pacchetto, almeno riduce il rischio di morte.
    Devo pubblicizzarla a livello statele indicando le conseguenze così come per le sigarette, ma senza troppi studi è facile capire che è meno dannosa.

  • @Darius Doppelganger Ferrari nessuno “butta merda sulla sigaretta elettronica”, questo è solo un dibattito in cui esprimere civilmente le proprie opinioni. Ognuno è libero di fumare ciò che vuole alla fine ;)

  • fireleaf

    @Darius Doppelganger Ferrari, non fumo la E.cig,quindi non sarò mai obbiettivo nel giudicare e non lo faccio….. però, bravo ! sei il primo che ribadisce la funzione della sigaretta elettronica, serve a chi gradatamente vuole smettere di fumare.normale che deve essere salutare (tra virgolette) altrimenti scoraggerebbe l’utilizzatore e secondo me fondamentale l’approccio psicologico,devi voler smettere di fumare! ho visto persone che svapavano nel bar , per poi accendersi una sigaretta fuori, sentito ragazzini NON FUMATORI che svapano (con nicotina) perchè fà figo.
    Più che dibattere se fà male o meno,ognuno fuma ciò che piu’ lo aggrada, bisognerebbe lodare che aiuta chi vuole smettere e probabilmente danneggia chi dopo ci fuma sopra una siga classica, per poi svapare di nuovo perchè fà meno male…….
    De gustibus……

  • Fumo la sigaretta elettronica da tre mesi e da due senza nicotina e molto piu’ raramente…ero un fumatore di bionde da un pacchetto e mezzo al giorno da ben 22 anni…e grazie alla e-cig sono riuscito di botto a non comprare piu’ una sigaretta classica ne a fumarne ne a desiderarne una…anzi, ogni qualvolta mi fumano accanto mi da molto fastidio l’odore. E’ da 2 mesi che finalmente RESPIRO, SENTO GLI ODORI, I SAPORI, E FACCIO LE SCALE SENZA AFFANNO! E come me 8 miei colleghi di lavoro che hanno avuto la stessa identica esperienza…allora mi chiedo, o siamo stati rapiti dagli alieni oppure qualcuno parla troppo sapendo poco…e questa è cattiva informazione. Se non si conosce non si puo’ sicuramente pensare o giudicare che faccia male. Per il momento funziona alla grande a me basta e avanza…e la mia intenzione è smettere completamente anche con gli aromi senza nicotina…vi faro’ sapere. Saluti

  • Armando1977

    Beh, mi sono letto un po’ fi commenti visto che mi ha incuriosito la pressione mediatica intorno alla sigaretta elettronica.Ora, leggendo l’articolo mi è venuta comunque in mente una cosa in merito al dibattito che si è scatenato: ok, quasi istintivamente per me era ovvio che era esente da controindicazioni e che districarsi tra le guerre di propaganda tra chi è a favore e chi contro (visto gli interessi econimici che ci sono dietro) è impossibile. Ad ogni modo, documentandomi da varie fonti da quello che ho potuto capire il problema principale è dovuto all’azione comunque tossica della nicotina (visto che di vapore acque ne respiriamo da quando siamo nati). Schemadizzando potremmo dire

    Sigaretta Tradizionale = Nicotina + Risultati della combustione + gas tossici surriscaldati (un altro elemento pericolosissimo quasi sempre tralasciato) + additivi vari

    Sigaretta elettronica = Nicotina + Vapore Acqueo

    Ora a conti fatti anche se tale sigaretta elettronica fa male, lo farà molto ma molto meno di quella tradizionale a prescindere!

    A mio avviso quindi bisogna prendere atto che i venditori la spacceranno per panacea di tutti i mali perchè devono vendere (cosa da biasimare) ma resta comunque una valida alternativa per chi vuole smettere o tentare di ridurre i rischi del fumo.

    Io ho 35 anni e fumo da 11 (uno dei pochi idioti che ha cominciato a 24 anni ! ) ho provato a smettere e ci sono riuscito per 4 mesi…. e poi ci sono ricascato come un salame. Quindi prendo atto che non mi riesce di troncare di netto e proverò di sicuro la sigaretta elettronica per ridurre gradualmente…. Vi farò sapere!

  • Se la sigaretta elettronica provoca dei danni è giusto che vadano fatti degli studi approfonditi (ma su vasta scala e sopratutto nascondendo i nomi dei medici e delle cavie umane che andrebbero tenuti quasi sotto scorta e sepolte vive in un bunker a 500mt di profondità sotto l’accelleratore di particelle, dato che una multinazionale prima di perdere 200.000.000 di dollari annui sarebbe disposta ad allungare mazzette milionarie a chiunque, vendere la mamma e drogare di metaamfetamina bambi e la sirenetta pur di mantenere lo status quo).

    Chiusa questa parentesi che di per se racchiude ciò che secondo me è la realtà dei fatti (e cioè che per alcuni decenni vivremo nell’assoluta ignoranza, privati della verità su questo ritrovato che può essere utile ad aiutare a smettere di fumare) vorrei che fosse distribuita gratuitamente a tutti i fumatori che la richiedono per prova, utilizzando campioni di migliaia di persone (non 30 cavie su 1 miliardo di fumatori). Anche nella peggiore delle ipotesi, anche se portasse alcuni danni ai polmoni, salverebbe milioni di persone dalla morte per infarto. Perché non salvare qualche vita?

  • Salve. Fumo da tantissimi anni e negli ultimi sono arrivato al ritmo spaventoso di 40 al giorno. Da 2 settimane uso l’elettronica. Devo dire che il risultato è stato sorprendente! Ho ridotto del 50% … e ne sento già i benefici. Non credo che smetterò di fumare ma aver ridotto per me è un grandissimo risultato. In linea di massima sono del parere che la SE sia molto meno nociva per i motivi già ampiamente esposti. Ovviamente qualche dubbio c’è; ad esempio mi chiedo se gli aromi siano cosi’ innocui.
    Un’altra cosa che non mi convince molto è che che sui flaconcini è scritto che il contatto con la pelle è con gli occhi è estremamente nocivo ! Ora mi chiedo, se è cosi’ nocivo, essendo la sostanza assimilata con il vapore, come puo’ non esserlo per la bocca e i polmoni? E ancora: spesso sento il sapore della sostanza che, o in piccola parte passa comunque nel bocchino, oppure è un residuo di vapore accumulato che si scioglie e arriva in bocca e la cosa non mi piace molto. Un saluto a tutti. Roberto

  • scusa ma perchè urli?

  • A tutti gli svapatori: eliminate anche la nicotina dalle sigarette elettroniche. Eliminate la nicotina!
    Dopodichè l’invidia dei fumatori tradizionali, di coloro che ancora sostengono il gusto ed il profumo della combustione di foglie secche e carta (!! perchè questo è!!!) vedremo dove arriverà.
    Ma battuta aparte, eliminate la nicotina! Non potrete mai dire di aver vinto le sigarette se non vi liberate dalla dipendenza della nicotina.
    Un saluto a tutti.

  • fireleaf

    chiedo scusa,ma ho l’impressione che la discussione abbia preso una direzione errata.non c’è nessun conflitto con chi usa la E.C.non c’è nessuna invidia di chi fuma trinciato verso chi svapa.
    questo è un forum per discutere di tabacco, i suoi sapori,la sua bontà o meno,tutto ciò per aiutare ,a chi lo volesse , un personale gradimento e perchè no risparmiare dei soldi evitando di acquistare un tabacco che verrebbe cestinato.
    Benvengano le opinioni di usa la e.c. che però sia costruttivo verso chi magari vuole provarla ed è titubante,magari esponendo differenze di gusto tra aromi,il simil gusto dei vari tabacchi ect ect.
    concludo con l’ ovvio…..il fumo fà male,malissimo , ma chi legge e partecipa a questo e altri forum sul tabacco penso che lo sappia già bene
    grazie

  • Rino08

    Ti consiglio vivamente di leggere questo articolo ;)

    A CHI NUOCE LA GUERRA DEI TABACCHI ?
    “A pensare male si fà peccato ma spesso si indovina”. Purtroppo questa massima è sempre più d’attualità in una società il cui unico scopo è fregare il prossimo pur di trarre profitti. “La Sigaretta elettronica fà male ai polmoni!!” L’ha detto il telegiornale, vi hanno dedicato servizi in tele e radio. Porca zozza come fà male mi son detto! Allora indago!!

    Da cosa è composta, vediamo un pò: – Glicole Propilenico: E’ un solvente utilizzato per far sciogliere sostanze nei liquidi, è usato sia in campo farmaceutico che alimentare, non è cancerogeno. – Glicerolo vegetale: E’ usato per sciroppi, creme e cosmesi, nonchè come additivo alimentare, non è controindicato nemmeno in gravidanza od allattamento. Acqua: Non aggiungo altro. Aromi alimentari: Anche qui c’è poco da aggiungere.

    Ove la si vuole c’è anche la nicotina: La nicotina non è cangerogena, da dipendenza si, ma non si muore di nicotina, a meno non la si metta in circolo in dosi notevoli (ad esempio 40 mg per via endovenosa) Come fà a far male la sigaretta elettronica? Allora continuo ad approfondire. Uno studio effettuato da un team di cardiologi afferma a tutto tondo che non fà male al cuore ne alle vene, di contro, immediatamente dopo, uno studio effettuato da uno staff di pneumologi tuona che la sigaretta elettronica procura danni ai polmoni ed alle vie respiratorie.

    Cacchio! Il vapore acqueo è pericoloso! Ecco spiegata allora la moria di bambini dediti alla pratica dell’aereosol. Ecco spiegate le stragi nelle cabine delle saune, per non parlare poi di tutta quella gente collassata sui marciapiedi solo perchè uscita di casa con la nebbia!! Approfondisco ancora. Lo staff degli pneumologi Greci che ha lanciato strali contro il vapore acqueo è guidato da una certa Dottoressa Christina Gratziou. Cavolo ma li stanno alla fame, non hanno soldi per curare la gente ed addirittura finanziano stè ricerche. Controlliamo chi ha finanziato realmente la ricerca…

    SORPRESONA DI CAPODANNO…la finanziatrice per intero è la casa farmaceutica Pfizer. Accidenti quella casa che con le sue medicine cura il 90% delle malattie causate dal fumo, e indovinate un pò:…leggete cosa produce anche: Champix, farmaco commercializzato dalla Pfizer che ha per indicazione la disassuefazione dal fumo. Devo aggiungere altro o lo fate voi?

  • bravo una delle risposte migliori che abbia mai sentito! Complimenti

  • Monica Piriti

    Le fonti….queste sconosciute. ” Ricerca di ALCUNI PNEUMOLOGI”

  • Renalb

    Ho letto tutti i commenti. Occorre chiarezza e confronti. Ho 60 anni fumo da 45, come si dice in gergo, “analogico” e da una settimana sono passato al “digitale”. Fino a tre anni fa fumavo un pacchetto di sigarette al giorno e qualcosa di notte a causa della tipologia del mio lavoro. Volevo smettere, ma non c’era una forte volontà. Provai con l’agopuntura, dopo la prima seduta riusci a resistere 26 ore senza fumare. Tornai a fare la seconda seduta immediatamente, prevista nel caso di ricaduta entro le 48 ore dalla prima. Alla seconda seduta resistetti 2 ore, sulla strada del ritorno a casa presi un caffè e via …buttati 200 euro per la seduta e circa 60 fra viaggio e spese varie. Il pensiero che la mia spesa annua per le sigarette fosse di 1.500 euri , con il danno di accumulare catrame sugli alveoli bronchiali e nicotina in circolo nel sangue mi faceva dannare, la lotta era ardua. Un giorno guardo un amico che si arrotolava una sigaretta provvista di filtrino con una strana macchinetta non resisto e chiedo di provarla: gustosa , mi informo e noto che a parità di numero di sigarette fumate con quei filtrini piu piccoli in un sol colpo riduco del 50% l’immissione nei miei bronchi di catrame e stessa percentuale ridotta nel sangue di nicotina. Inoltre guadagno giusto mille euro l’anno cioè in un anno ho speso circa 400 euro anziché 1500.
    Un mese fa sento parlare di questa sigaretta elettronica sorrido di gusto al pensiero di quelli che affermano che con la sigaretta elettronica hanno smesso di fumare. Però in me c’è la consapevolezza che sto continuando a danneggiare la mia salute anche se al 50% rispetto a tre anni fa. La volontà di smettere comunque è debole perché in fondo mi piace fumare. Faccio delle considerazioni: 1 Mi piace fumare: SI 2. Sono catrame dipendente? NO il catrame non da assuefazione. 3. Sono dipendente dalla nicotina? SI, è comunque una droga per cui occorre una disintossicazione graduale. INIZIO la ricerca di info su internet dopo 20 giorni di ricerche e consulti con un amico farmacista che prepara anche medicinali di fascia C, Capisco che:
    1. è un grosso bussines
    2. i componenti che formano la sigaretta elettronica sono semplici e di un costo irrisorio se acquistati su internet e non in KIT.
    3. il contenuto del liquido che evapora nei nostri polmoni è innocuo se non misceliamo in esso la nicotina
    4. gli aromi ed i tre liquidi base costano pochissimo se acquistati singolarmente e miscelati a casa, nelle quantità previste (non occorre nessun tipo di precauzione per la manipolazione SE si esclude la nicotina) Se decido di disintossicarmi dalla nicotina devo acquistare i flaconcini già preparati avendo cura di diminuire il contenuto di nicotina nel tempo.
    5. i costi del fumo digitale (sigaretta eletronica) rispetto l’analogico (sigaretta con tabacco) sono ridotti di circa il 95%
    6. internet è una fonte inesauribile di informazioni tecniche ed altro che può dare un panorama completo, tale da scegliere il tipo di sigaretta, il modo di fumare, quanto spendere, ecc…

    Alla fine ho assemblato la mia sigaretta elettronica acquistata in pezzi su internet dopo aver visionato almeno un centinaio di filmati e visionati una trentina di siti che vendevano le sig.elett
    Come avevo scelto la mia marca di sigaretta tabaccosa per il gusto o tre anni fa il gusto del mio tabacco, oggi ho scelto alcuni aromi: liquirizia e ciliegia per il gusto. Risultato per me INCREDIBILE, in quanto scettico, da una settimana sto fumando pardon si dice “svapando” e non mi sto facendo mancare due o una sigaretta analogica al giorno per avere il disgusto dell’amaragnolo sapore che per anni mi ha accompagnato nella vita. Non riesco neppure più a fumarla tutta a metà la butto e mi sollazzo con il mio vapore alla liquirizia gustandomi il piacere di fumare.
    Passare dal fumo analogico al digitale non è semplice ma facile.
    Prima di informarvi sul fumo digitale guardate su internet qualche immagine dei polmoni sani, rapportatela con una di un fumatore, fate i conti di quanto spendete all’anno per il dolce piacere di distruggervi la salute. Io ho fatto tutto ciò e sono soddisfatto. L’assuefazione da nicotina, nel caso qualcuno si preoccupi per l’astinenza, è una dipendenza, ma nel tempo diluendo la dose nei miscelati la si lascia del tutto.
    Renato

  • Renalb

    Scusa io sono forse uno degli ignoranti, posso chiederti se sei un fumatore o uno che non sa di cosa si stia parlando?

  • Chi ha scritto questo articolo si deve vergognare! C’è una campagna anti sigaretta elettronica portata avanti dallo stato e dalle multinazionali del tabacco. ASSASSINI!!! Dal punto di vista medico questo articolo è solo uno scempio! Ma come fate a mettere a confronto acqua, nicotina e aromi con la sigaretta. Preferiamo fumare qualcosa che di sicuro CAUSA LA MORTE e tanto eltro… che la sigaretta elettronica che magari forse in chissà che modo possa provocare qualcosa di chissà di che tipo e di che entità? MA SIAMO SERI!

  • LKain

    Io la fumo da oltre due mesi e da oltre due mesi non tocco una sigaretta (fumatore da 20 anni!)
    Io invece credo che sia una valida alternativa.
    Penso che faccia più male l’aria che respiriamo ogni giorno che il vapore acqueo della E-cig.
    Inoltre ricordiamo che la nicotina non è cangerogena, questo va detto a tutti i rompi***** che insistono nel dire che il vapore acqueo aromatizzato che emanano i fumatori di sigarette elettroniche fa male anche a loro.
    L’80% della nicotina viene vaporizzato prima di essere aspirato, considerando poi ciò che il fumatore aspira, cosa viene buttato fuori?!

    La verità è che il tabacco sta finalmento perdendo i colpi grazie alle sigarette elettroniche e questo non va a molti. Sia all’industria del tabacco, sia allo stato (che guadagna meno), sia ai fumatori incalliti troppo affezionati alle bionde.
    Guarda caso una importante ditta farmaceutica è saltata fuori a dire che le cigarette elettroniche fanno male, ma guarda caso questa ditta farmaceutica è la maggiore produttrice di medicinali contro il fumo. Come mai?
    Semplice, a loro interessa e vogliono che la gente fumi tabacco e si ammali così vendono.

    Infatti ora anche lo stato vuole lucrare su questo bussiness e sono saltati fuori a dire che “tutto ciò che contiene nicotina deve avere il monopolio ed essere venduto in tabaccheria”.
    Ridicoli tutti!

    Inoltre ci sono moltissimi medici in tutto il mondo che sono a favore della e-Cig.
    Ok, ammettiamo che la e-cig faccia male ai pomoni, è riscontrato però che non fa male al cuore ne alla circolazione. Le bionde invece fanno male ai polmoni ma anche al cuore, alla circolazione e molte altre cose.
    A voi la scelta

  • giovanni croatti

    Ciao due mesi fa fumavo una dozzina di sigarette “analogiche” ed ormai da quel fatidico giorno fumo solamente “digitale”.
    Prima di comprarla ho provato ad informarmi leggendo vari articoli in rete ma è praticamente impossibile trovare oggi come oggi una risposta alla domanda: La sigaretta elettronica fa male?
    Dal mio punto di vista non mi interessa se “le sigarette elettroniche provocano un aumento della resistenza che i bronchi oppongono al passaggio dell’aria” e son sicuro che non interessa a nessuno. L’unica domanda utile è : Provoca il Cancro? Se no quale altra malattia è conseguenza dell’utilizzo della E-cigarette?
    Tutto il resto nonfrega niente a nessuno!!
    Quando e solo quando avremo degli studi ufficiali potremo “decidere” se continuare a svapare…sarà comunque difficile smettere!
    Sicuramente fumare sigarette classiche causa una serie di malattie cancro in primis. Questa è l’unica cosa che sappiamo.
    Ciao ora svapo : )

  • Ascolta, io utilizzo una sigaretta elettronica da circa 24 giorni e da 22 non tocco più una paglia. Detto questo posso solo dire, per il momento, che al mattino non tossisco più, la notte russo di meno e, in generale respiro meglio e non porto più affanno. Economicamente risparmio parecchio considerato che spendevo circa 7 euro al giorno per 30 sigarette che fumavo, adesso spendo 10 euro a settimana per 20 ml. di liquido. Per quanto mi riguarda sono passato alla digitale come mezzo di transito per raggiungere il mio obiettivo: SMETTERE COMPLETAMANTE. Credo che la mia risposta possa solo provenire da chi la usa, senza ascoltare tutto questo terrorismo mediatico che si sta facendo sulle e-ciga. Ovviamente parlo di prodotti certificati e di aziende Italiane. Spero di esserti stato utile.

  • Ma tutti i signori che difendono così a spada tratta i prodotti che acquistano (indipendentemente che si tratti della sigaretta elettronica o meno) ricevono dei benefici economici o di qualche tipo? Io sicuramente non mi vergogno perché credo che il pubblico che legge i miei articoli abbia almeno la maturità e l’intelligenza di discernere e prendere con le giuste precauzioni ciò che scrivo. Si vergogni piuttosto chi non sa dibattere civilmente e si scaglia subito senza nemmeno leggere l’articolo per intero.

    A me personalmente non entra nulla APRENDO UN DIBATTITO CON UN INTERROGATIVO circa le sigarette elettroniche, invece voi che le avete tanto a cuore e non usate mezzi termini per esprimere la vostra? Siete per caso inviati speciali delle marche che le producono? ;)

    RIPETO: qui nessuno dice che fumare sigarette è bello e giusto invece fumare sigarette elettroniche è da idioti. Chi vuole esprimere la propria opinione in maniera civile DIALOGANDO come si conviene tra persone mature, ben venga. Chi ha intenzione di gettare merda può tranquillamente astenersi. Il titolo dell’articolo pone un interrogativo, non afferma alcunché. Perciò siate furbi e commentante con buon senso civico prima di denigrare i pensieri altrui. Grazie.

  • Roberto Buoncompagni

    Mi unisco a tutti i commenti positivi sulla S.E. di questo forum, non posso aggiungere altro. Sono fumatore da oltre 40 anni, mi è sempre piaciuto da morire, consapevole che era proprio quello il problema! Da 20 giorni svapo ed ho ridotto senza grossi sacrifici a 3-4 analogiche al giorno, mi è parso un miracolo…ma l’obiettivo è di scalare la nicotina e smettere completamente.
    So che ne è stata vietata la vendita nelle tabaccherie, chissà perché? Ho sentito dire che Veronesi ne ha parlato male, chissà perché? Forse perché c’è più gente che vive con il cancro di quella che ci muore (e sono molti). Chissà perchè il Ministero della salute non fa ricerche serie sul fenomeno e non pubblica risultati incrociati inconfutabili? Ho sentito dire che la Marlboro si butterà in questo commercio; mossa intelligente e significativa.
    Roberto

  • Nicola Righetti

    Lo studio citato è solo uno tra i tanti. Peraltro assolutamente insufficiente a trarne le conclusioni tratte in questo articolo. La S.E. provoca meno danni della sigaretta tradizionale, come indicano pure gli studi citati dall’Istituto Superiore della Sanità.

    Si tratta di un report abbastanza lungo, ma se vi interessa ne ho fatto una breve sintesi, estrapolando specificamente gli aspetti riconosciuti come meno dannosi, sul mio blog. –>

    Anche per ridimensionare queste accuse che forse hanno tratti di sensazionalismo.

    Ciao!

  • brains63

    Non vi è dubbio che ove manchino dati “certificati” da enti o strutture ufficilamente riconosciuti, qualsivoglia affermazione rimane tale, malgrado diversi produttori di S.E. si stiano allineando sul far personalmente esaminare e certificare tutti i prodotti.
    Io personalmente sono un fumatore di 50 anni (fumato per 35) con una media di 35 sigarette al giorno.
    Da settembre non ho più toccato sigarette “analogiche” grazie all’uso di S.E., e posso dire che personalmente diversi benefici (già espressi da altri iintervenuti) quali fiato, sparita tosse, risentire sapori ed odori ecc. si sono felicemente mostrati nella loro efficacia.
    Certo, non assumo “linfa vitale”, ma certamente meno schifezze di una sigaretta (ricordo sono circa 4970 le sostanze cancerogene/tossiche generate dalla combustione di sigaretta).
    Credo comunque che i controlli normanti siano indispensabili: trovo infatti allucinante che componenti come la nicotina (praticamente il più efficace diserbante/disinfestante in natura) non sia normato sullo stato di “distillazione” (ci sarà motivo se 1 litro puro può andare dai 50 euro ai 10.000) e soprattutto sulle quantità; io posso comprare 1 litro dall’estero e fare una strage (dato che evapora, e che si assimila per tutte le vie possibili come respiro, pelle ecc), dato che bastano circa 60mg assimilati contemporaneamente per dipartire.
    La S.E. per me dovrebbe essere lo strumento di un metodo/filosofia per reali fumatori intenzionati a smettere, non certo un apparato di libera vendita con cui “istigare” anche i non fumatori, ed in particolare i giovanissimi, al fumo.

  • fumo la sigaretta elettronica da 20 giorni e mi trovo benissimo! da fumatore di 20 sigarette al giorno posso dire che: non ho più affanno, non puzzo di fumo, non ti si ingialliscono le dita, respiri meglio e a pelle ti rendi conto che il male delle sigarette è ridotto notevolmente, chi ti stà vicino non fuma… Non utilizzo quella con la nicotina, quindi mi stò assolutamente disintossicando di nicotina senza avere alcun problema di dipendenza detto ciò “Grazie S.E. poichè non credo che avrei mai osato tentare di smettere di fumare!” Tutta questa antipubblicità pubblicata senza alcun fondamento, è evidente che è mossa da interessi commerciali notevoli, e sostanzialmente pare che non si voglia studiare quanto fà o quanto non fà male la S.E. premettendo che le notevoli perdite oltre che per le multinazionali del tabacco dobbiamo legarle anche ai famigerati Monopoli di Stato che rubano ai cittadini una notevole quantità di imposte indirette – che personalmente da 20 giorni se le possono ficcare nel …… lo stato, le sigarette e le multinazionali del tabacco…SALUTI :)

  • Nicola Righetti

    Ciao Brain63, sono assolutamente d’accordo. La nicotina liquida è estremamente pericolosa. Anche l’ISS giustamente ne fa una ragione di preoccupazione. Ho letto con una certa attenzione il report che ha fatto e che molti forse hanno citato a casaccio per fare sensazionalismo, e come già detto ne ho fatto una sintesi per mettere in luce che non condanna la sigaretta elettronica.

    Le preoccupazioni sollevate sono su rischi connessi secondariamente, e non direttamente allo svapo, proprio come ad esempio la manipolazione dei liquidi contenenti nicotina.
    Se volete dargli un’occhiata ho cercato di sintetizzare i punti critici citati dall’ISS. I documenti sono lunghi e spesso annoia leggerli tutti, ma è meglio conoscerli per parlarne nel modo appropriato.

    Ciao e buono svapo (con prudenza!)

  • ciao a tutti io sn un fumatore e devo dire che dallacquisto della sigaretta elettronica mi ha fatto diminuire le sigarette normali e devo dire che dovrebbe fare meglio di que.
    lla normale xke cia sl cm sostanza la nicotina e io lo accquistato e mi ha ftt cambiare la vita ;) nel senzo che nn puzzo piu cm prima di fumo e posso fumare anke in casa e mi ha ftt diminuire i soldi ke prima spendevo x le sigarette . e spero che ho ftt un buon acquisto sperando che faccia meno male di quella normale ;)

  • gianluca rossi

    I vantaggi della s.e. te li può confermare chiunque l’abbia provata .
    I meccanismi di danno delle vecchie sigarette li puoi trovare su qualsiasi libro di anatomia patologica prima che la marlboro riscriva anche quelli .
    L’azione della nicotina è parte di questi meccanismi , ma è solo una piccola parte …questo non capisco perchè non lo dicano chiaramente . La combustione fa male !!! Eliminando la combustione si guadagna in salute !

    L’unica pecca di questo sistema elettronico secondo me migliorabile è riguardo alle concentrazioni di nicotina presenti nei liquidi e nell’uso che viene fatto dei liquidi . Il liquido è contenuto in una boccetta con un beccuccio , con la boccetta si riempie il serbatotietto della sigaretta elettronica . L’ipotesi peggiore è che uno per sbaglio la versi in un bicchiere e se la beva tutta oppure che finisca negli occhi . L’ipotesi peggiore invece delle vecchie sigarette era che ti addormentavi con la sigaretta accesa e si appiccava un incendio , c’è una casistica molto interessante che varrebbe la pena analizzare. Comunque per il problema boccette basterebbe fare delle fiale intercambiabili col liquido già dosato che una volta terminate si gettano . E’ un sistema che già si usa in diversi dosatori di farmaci.
    Poi ci sono i liquidi privi di nicotina …secondo la scienza attuale non ci sono controindicazioni . In teoria potresti svappare anche in ospedale , oppure dovrebbero multare anche l’uso di aerosol o l’uso del ventolin… ma meglio essere cauti per il momento.

  • brains63

    Per ogni azione valida serve “coscienza”, e per alimentare la coscenza serve conoscienza.
    Fino a quando non vi saranno studi globalmente accettati solo la raccolta personale delle informazioni può muovere la coscienza a scelte +/- opportune, l’importante è non cascare nei soliti generalismi basati (lo dico simpaticamente, non certo critico) su esempi non calzanti (esempio “ventolin: la maggior parte degli aerosol odierni lavora per creazione di vapore su ultrasuoni, non calore…) o visioni che considerino solo il punto che interessa personalmente.
    Posso affermare con certezza che le S.E. sono usate in certi centri pneumologici per contribuire al recupero respiratorio (senza nocotina ovviamente), ma che sono anche usate per inalare sostanze stupefacenti, il cui principio attivo è estraibile in casa molto più facilmente di quanto si pensi.
    Ecco perche credo sia importante la prudenza e la volontà a confrontare opinioni e conoscenze, spirito che ravvedo positivamente nell’apertura di questo post.
    Ed ora passatemi una battutaccia: non vorrei che lo Stato, ufficializzando che la S.E. può essere uno strumento per smettere di fumare senza particolari controindicazioni, ma non riuscendo a metterci a breve lo “zampino”, si inventa che l’uso può essere inteso come “eccesso di legittima difesa medica”…

  • Nicola Righetti

    Ciao Brains63, Tu cosa pensi quando dici “eccesso di legittima difesa medica”? Ciao a tutti

  • brains63

    Era satira di bassa lega… Se non riescono a normarlo per guadagnarci trovano la scappatoia (parafrasando l’eccesso di legittima difesa usato nei contesti giudiziari) per impedirci di usare le S.E. ;-)

  • Nicola Righetti

    Chissà. Equipararla ad un farmaco implicherebbe anche sottoporla al regime fiscale valido per i farmaci, penso. Ma devo dire che in questo momento non so nemmeno se esista un “regime fiscale per i farmaci” e se questa può essere una motivazione

  • ma vaffanculo ahahahahhahahahahahahaha

  • A CHI NUOCE LA GUERRA DEI TABACCHI ?

    “A pensare male si fà peccato ma spesso si indovina”. Purtroppo questa massima è sempre più d’attualità in una società il cui unico scopo è fregare il prossimo pur di trarre profitti. “La Sigaretta elettronica fà male ai polmoni!!” L’ha detto il telegiornale, vi hanno dedicato servizi in tele e radio. Porca zozza come fà male mi son detto! Allora indago!!

    Da cosa è composta, vediamo un pò: – Glicole Propilenico: E’ un solvente utilizzato per far sciogliere sostanze nei liquidi, è usato sia in campo farmaceutico che alimentare, non è cancerogeno. – Glicerolo vegetale: E’ usato per sciroppi, creme e cosmesi, nonchè come additivo alimentare, non è controindicato nemmeno in gravidanza od allattamento. Acqua: Non aggiungo altro. Aromi alimentari: Anche qui c’è poco da aggiungere.

    Ove la si vuole c’è anche la nicotina: La nicotina non è cangerogena, da dipendenza si, ma non si muore di nicotina, a meno non la si metta in circolo in dosi notevoli (ad esempio 40 mg per via endovenosa) Come fà a far male la sigaretta elettronica? Allora continuo ad approfondire. Uno studio effettuato da un team di cardiologi afferma a tutto tondo che non fà male al cuore ne alle vene, di contro, immediatamente dopo, uno studio effettuato da uno staff di pneumologi tuona che la sigaretta elettronica procura danni ai polmoni ed alle vie respiratorie.

    Cacchio! Il vapore acqueo è pericoloso! Ecco spiegata allora la moria di bambini dediti alla pratica dell’aereosol. Ecco spiegate le stragi nelle cabine delle saune, per non parlare poi di tutta quella gente collassata sui marciapiedi solo perchè uscita di casa con la nebbia!! Approfondisco ancora. Lo staff degli pneumologi Greci che ha lanciato strali contro il vapore acqueo è guidato da una certa Dottoressa Christina Gratziou. Cavolo ma li stanno alla fame, non hanno soldi per curare la gente ed addirittura finanziano stè ricerche. Controlliamo chi ha finanziato realmente la ricerca…
    SORPRESONA DI CAPODANNO…la finanziatrice per intero è la casa farmaceutica Pfizer. Accidenti quella casa che con le sue medicine cura il 90% delle malattie causate dal fumo, e indovinate un pò:…leggete cosa produce anche: Champix, farmaco commercializzato dalla Pfizer che ha per indicazione la disassuefazione dal fumo. Devo aggiungere altro o lo fate voi? Buon anno nuovo a tutti!!!!

  • trovo che la tua ricerca sia stata esaustiva e cmq… vogliamo parlare dei vapori che si sviluppano in cucina? allora nn si dovrebbe neanche cucinare… vogliamo parlare delle donne che usano la varecchina??? respirandola a lungo termine provoca effetti nocivi.. vogliamo parlare del ferro da stiro??? allora anche stirare..visto che crea vapore fa male… per ciò che concerne la nicotina il discorso si amplia e giustamente come fai notare crea dipendenza… ma da sola non nuoce quanto la sigaretta tradizionale che con il catrame .. la combustione.. la carta e la colla diventa cangerogena.. a questo punto mi pare d’obbligo far sapere che il 75% del costo di un pacchetto di sigarette va allo stato come tassa… in pratica il costo reale di un pacchetto di sigarette calcolando 4.50 € ben 3 € sono tasse.. orbene… chi ci perde di più??? il consumatore di sigarette elettroniche o lo Stato che cerca di non promuoverle???

  • Aggiungo inoltre che fino ad un mese fa fumavo circa due pacchetti al giorno di sigarette.. e vi assicuro che passare dalle tradizionali a quella elettronica non ho avuto alcun problema.. io uso aromi con contenuto pari a 18 mg di nicotina che sn concentrati in 10 ml.. pari a 6 pacchetti di sigarette.. quindi a conti fatti è come se per ogni pacchetto assumessi solo 3 mg di nicotina… ragazzi cari.. non solo si emana solo vapore.. il gusto lo prova solo chi la fuma.. chi gli sta vicino vede solo una nuvoletta… e finalmente… anche nei locali.. nie ristoranti… e altrove…. fumo e di gusto…^_^

  • brains63

    Una cosa è discutere sulle leve che le multinazionali del tabacco fanno e sugli interessi dello stato, altro è, come auspico si debba fare qui, porsi il problema della salubrità delle S.E.
    Come già detto io sono un felice fruitore di S.E., perciò non discuto sul concetto se debba esistere o no, ma solo di evitare facili populismi (parola di moda ultimamente…) su concetti generici.
    Tanto le affermazioni che ho letto sono vere quanto, se non messe in un contesto scentifico controllato, delle bufale.
    Faccio degli esempi.
    1) la nicotina FA MALE, non diciamo cazzate: irrigidisce le vene fino a “seccarle”, ed addio circolazione sanguigna.
    2) quando si cucina la pasta o si stirano i vestiti non mi sembra si faccia uso del glicole propilenico, glicerolo, sostanze aromatizzanti o nicotina: la certezza di non avere danni dal vaporizzare certe sostanze deriva dalla “purezza” del prodotto originale. Come per il mio esempio fatto sulla nicotina, stessa cosa sugli altri prodotti usati, che DEVONO essere raffinati a livello farmaceutico, e con esami specifici garantire che la non tossicità, mancanza di allergeni o principi attivi (c’è chi è allergico alle sostanze più incredibili…) sia garantita a prodotto in confezione che DOPO la vaporizzazione.
    3) qualità dei prodotti hardware delle S.E.: quanti sono certi che i materiali con cui sono fatte le S.E. NON diano problemi? Non mi sembra di conoscere nessuno che si ciucci un ferro da stiro. ma la S.E. va in bocca e ne aspiriamo tutte le sostanze eventualmente prodotte.
    E poi che dire ad esempio dei materiali con cui fanno gli “stoppini”?.
    Vedo spesso che sono fatti di di cotone, teflon ecc: bene, questi materiali, con le temperature necessarie a vaporizzare, fanno una bassa combustione ed emettono sostanze cancerogene, ripeto cancerogene non tossiche.
    Daltronde è come per le pentole antiaderenti: se in perfetto stato non creano problemi, se danneggiate le sostanze rilasciate sono dannose.
    Per riepilogare una mia precedente affermazione “conoscere per deliberare”: personalmente ho fatto delle scelte su una, spero, ricerca abbastanza approfondita, ma vorrei avere maggiori risposte da chi di dovere, ed ogni singolo, io in primis, non hanno certo possibilità di accesso a tutte le info o ricerche per saperne di più.
    NB: a quanto mi risulta la Philips Morris si è comprata una delle maggiori produttrici di hardware di S.E. cinese…

    Gli argomenti sono quindi infiniti.

    Consiglio quindi di accertarsi in serenità sui prodotti che acquistiamo, ma soprattutto evitare acquisti insensati senza fondamento, basati solo sul mero risparmio, da fonti non accertate: so di gente che acquista in internet dalla cina prodotti senza alcuna indicazione europea, ne bugiardino correttamente compilato. Questo è criminale, per se e gli altri.

  • brains63

    Mi spiace, ma non sono daccordo.
    Da fumatore per 35 anni posso tranqullamente affermare che uno delle peggiori posizioni che un fumatore voule mantenere è il proprio diritto a fare quello che vuole, fregandosene del resto del mondo.
    Personalmente con la S.E. vedo la possibilità di uscire da un tunnel stupidamente intrapreso, non la possibilità di reiterare il farmi del male in qualunque luogo.
    Non so da te, ma io sono nel Veneto, e qui stanno incominciando a vietarla ovunque, inteso come locali pubblici, e lo trovo corretto.
    Non è vero che solo chi svapa sente il sapore, con aromatizzazioni particolari tutto l’ambiente percepisce l’aroma, e se moltiplicato per X persone abbiamo una devastazione di aromi.
    Poi che dire ad esempio dei cinema, ove magari il 50% svapa impedendoti di vedere il film di cui hai pagato il biglietto.
    Se la S.E. viene visto come strumento per migliorare uno stato di salute ben venga, ma per affermare uno stato di diritto lo trovo scorretto.
    Se t bevi una bibita gassata (che si sa fare comunque devastazioni) ti fai male solo tu, con qualsivoglia forma di fumo in un modo o nell’altro si calpesta la libertà altrui.

  • Brains.. capisco appieno il tuo punto di vista.. fumo anche io da oltre 30 anni… lo scambio di opinioni è sempre costruttivo… io cmq sto cercando di limitare il fumo e quindi per ciò che mi concerne è un buon sistema… non critico certo chi non le approva.. ma qui a Roma non è vietata in alcun luogo.. ovvio che il suo utilizzo in ambienti pubblici pur non essendo vietato sta al buon senso di ogni singolo.. a parte ciò la tua affermazione relativa al diritto a fare quel che vuole…. mi sembra a dir poco esagerata…. ricorda i tempi in cui tutti i fumatori facevano quel che volevano in ogni luogo… quindi credo che tra i mali peggiori… scelgo il minore.. io non asserisco che non nuoccia anche la sigaretta elettronica… ma se nuoce.. è solo per il contenuto della nicotina.. che per altro da solo dipendenza ..non certo per tutto il resto… non parlare di stato del diritto… il concetto legale a tale affermazione significa ben altro ossia presuppone che lo Stato deve agire sempre rispettando le norme vigenti…. Nessuno è libero dal momento che nel quotidiano siamo tutti legati dalla vita stessa e dalle condizioni in cui ci si rapporta… credo però che la mia libertà finisca dove comincia la tua.. quindi se non invado la tua vita e se tanto meno non ti arreco danni fisici e psicologici… ho il diritto di scegliere… se fumare o no le sigarette elettroniche… un abbraccio virtuale

  • Brains… esco fuori tema… ma solo per un motivo specifico…. sn malata di tumore.. e sono due volte che faccio le chemio…. se tu non lo sapessi …. e spero che così sia… tutto quello che mi innettano in vena è nocivo.. tossico e brucia le vene… ma nessuno mi da garanzia di vita… quindi come vedi… tutto fa male al corpo… e nessuno.. e tanto meno le medicine stesse se pur approvate legalmente mi danno garanzia di guarigione… bè questo valutalo

  • Debora Memo

    Non hai messo le fonti della notizia, in ogni caso io fumavo da 35 anni e costretto a farmi ogni sera e alcune volte la mattina uno o due puff di broncodilatorore. Ho smesso di fumare il giorno stesso dell’acquisto della sigaretta elettronica, da quel giorno non ho più usato il puff, respiro benissimo… dunque penso che molti allarmismi nascano piuttosto dal fatto che milioni di persone usano questa piuttosto che la sigaretta classiva con conseguente perdita delle multinazionali tabaccose… stato pure… e se riusciranno a mettere i liquidi come farmaco riusciranno a guadagnarci pure loro.. se diventerà prodotto da farmacia anche le sigarette dovranno essere vendute in farmacia? Cerca in giro ti meraviglierai di quanti hanno smesso con lo swapo, mentre non meravigliarti se ci faranno una guerra sopra… come se inventassero un sostituto dell’alcool che non provoca la cirrosi a lungo termine.. sta sicuro che diranno che provoca danni al cervello.. In ogni caso è giusto facciamo una ricerca per la sicurezza di tutti, ma ricaverano ben poco perchè le sostanze usate per creare i liquidi li mangiamo ogni giorno sotto forma o di correttori o integratori alimentari (glicerolo e glicole e aromi vari) se è per la nicotina allora facciano la stessa guerra alle sigarette normali e le vendino in farmacia.
    Ciao

  • Debora Memo

    Ciao per favore dove hai trovato la notizia della Pfizer, certo che si dimostrano ridicoli :-)
    Grazie

  • brains63

    Mi scuso se le mie parole abbiano avuto il sentore di farne una questione diretta con te ed il tuo stato (da me per di più non conosciuto sino ad ora – posso solo dire “forza!!!”).
    Spero non sia sfuggito che da quasi 5 mesi svapo, dopo 35 anni di sigarette: non contesto quindi ciò che sto sposando, sarei un vero pirla.
    Conprendo meglio solo ora ciò che hai espresso in precedenza, ma con ciò credo siano ribaditi i concetti da me espressi: ora che so parte della tua genesi comprendo meglio il contesto (conoscere per deliberare), ma credo anche che maggiori info potrebbero, come correttamente sviluppato da te, trovare il “meno peggio”.
    Sono un sognatore: a volte mi piacerebbe trovare il “meglio”…
    Ribadisco comunque, e ciò non solo nei tuoi confronti ma di chiunque, che un opinione va rispettata, ivi chi la condivide (negli ovvi limiti): quindi non contesto nessuno e nulla, spero solo di poter contribuire ad una maggiore consapevolezza, seppur nella mia ignoranza.
    Ultima nota: il dramma di dover affrontare dei cicli di chemio sono assurdi, proprio perchè, come giustamente da te detto, non garantiscono nulla, ma hanno almeno lo scopo/speranza di una guarigione – il meno peggio, quindi.
    Per il fumo diciamocelo chiaro: non è una malattia, e per togliersi i problemi basterebbe smettere…
    Comunque mi fermo, sto uscendo anche io dal tema trainante.
    Un “IN BOCCA AL LUPO” di cuore!

  • Brains…. qui siamo per un colloqui civile entrambi.. quindi il divergere sulle opinioni può solo far bene… magari quello che sfugge a me non sfugge a te.. e potresti anche farmi capire eventuali errori… le mie nn sono critiche al fine di nuocere alcuno.. solo che penso che niente su questa terra non nuoccia alla nostra salute… mi scuso anzitempo con te se ti sono sembrata invadente.. volevo solo esporti la mia opinione senza mancarti di rispetto.. per ciò che riguarda la mia salute.. ne ho fatto cenno solo al fine di farti capire che non a causa del fumo diretto sono colpita da questo bastardo di male.. credimi… dialogare… confrontarsi… è solo positivo per entrambi.. quindi grazie della tua considerazione..e quando vorrai sarò qui a risponderti.. ciao e a presto

  • brains63

    Giuro, non voglio sembrare polemico.
    Per temi similari prometto (per non sembrare poi tedioso e saccente, anche perchè proprio non lo sono) che è l’ultimo intervento.
    Paragoni in cui le sostanze esistono in altre parti per me NON calzano, perchè non fondate su basi logiche.
    Sai ad esempio che la nicotina è presente in natura nella melanzana, nel pomodoro ecc.?
    Quindi:
    1) come per tutto contano i quantitativi
    2) qui si parla di inalare, che è ben diverso da ingerire (entra in circolo immediatamente, non vi sono succhi gastrici a filtrare ecc)
    3) una marea di sostanze modificano la proprio struttura molecolare al cambiare degli eventi: la nicotina ad esempio ha una molecola mutagena (vai a vedere e capirai cosa intendo), ed il calore muta quasi tutto (ad esempio, il titanio cambia fino a 4 strutture molecolari completamente differenti al solo variare della temperatura a cui lo poni)
    4) per fare i più potenti veleni o esplosivi si mischiano sostanze che da sole sono innocue.
    5) ecc. ecc. ecc.

    Comunque ribadisco: io svapo. Non contesto, considero.

  • concordo appieno… quindi sono con te… e se hai nouve notizie sarò lieta di leggerle.. a presto

  • Silver Matte

    ok, vi sembrerà una boiata, ma volevo chiedervi una cosa: se io mi compro una sigaretta elettronica, e anzichè metterci dentro il classico tabacco liquido, ci metto semplicemente degli aromi liquidi senza la nicotina nè nessun altro componente delle sigarette normali, mi può creare qualche problema respiratorio, circolatorio ecc??

  • brains63

    SONO CONCENTRATI. non provarci, vanno poche gocce per boccetta, in corretto rapporto tra tutti i liquidi pena scorretta fluidità/diluizione del composto e scorretta/impossibile svapabilità. I rapporti cambiano infatti da produttore a produttore e, non vorrei sbagliarmi, sono addirittura coperti da copyright e segretezza (sarebbero facilmente copiabili dai concorrenti – tipo cocacola, per intenderci…).
    NON PROVATE NULLA DI STRANO, non avete idea di cosa ho sentito provare dalla gente, ma sono follie.
    E’ come mettere benzina in una caldaia a metano, “tanto fa fiamma uguale”…

  • è proprio come dice debora, il governo con i monopoli di stato ci sta rimettendo tantissimi soldi, proprio per questo hanno già fatto un’interrogazione parlamentare che vuole assimilare la sigaretta elettronica alla sigaretta tradizionale e cioè vendita con monopolio di stato = tassa sui liquidi !!!!!!!!!!!
    che poi non faccia bene questo è certo ma sicuramente meno male della sigaretta tradizionale, anche io fumavo 3 pacchetti al giorno tosse la notte e la mattina, da quando fumo l’elettronica non ho più tosse ! sarà un caso ?

  • ancora per poco, c’è già chi lo vieta.

  • Debora Memo

    Giusto, ci si aspetta un analisi curata dei liquidi contenuti nelle boccette e modifiche strutturali una volta riscaldati e inalati, su questo non ci piove sperando la ricerca che faranno non abbia risvolti “economici” per loro.
    Concludo ribadendo, almeno per me, l’esito positivo della completa sostituzione della sigaretta analogica tramite la ESig, confidando che nel frattempo le opportune ricerche scientifiche diano le risposte in merito. Ciao

  • Debora Memo

    Ciao, se leggi il mio post noti che fumavo da 35 anni e da molti usavo un broncodilatatore da una a due volte al giorno, col passaggio ala ESig non ne ho più avuto bisogno sin dal giorno successivo che ho smesso di fumale le sigarette normali. Ma questo non comporta, visto che non sono un medico, che se hai dubbi puoi chiedere consiglio al tuo medico. Ci sono liquidi senza nicotina ma siccome è questa a creare dipendenza faticherai molto a toglierti le altre, si usa scalare la dose di nicotina, es da 18 poi a 9 poi piano piano fino a eliminarla completamente ma in questo caso per scalare dovrai diventare un piccolo chimico ma molti forum aiutano in questo. In ogni caso tenta se sei sopravvissuto fino ad ora a 5000 sostanze tra cui anche radioattive non morirai con glicerolo, glicole, aromi e un pò di nicotina :-)
    Giusto quello che dice brain non vorrai mica fumarti gli aromi?? allora meglio che metti una pentola piena d’acqua sopra la stufa aggiungi gli aromi e ti fai una mega swapata, poi ci racconti il viaggio.

  • Debora Memo

    Come diceva Paola al di là dei prodotti della terra non c’è nulla che non faccia male e i fatti sono quelli che contano, se hai sostituito 60 sigarette con una “penna” a carbone e ti sono passati i sintomi polmonari significa qualcosa, e quel qualcosa lo hanno intuito in molti… perciò vogliono metterci le mani. Discorso fuori argomento ma contro le paure non è che moriremo per mezzo delle ESig, ognuno ha il suo percorso che può essere o meno “aiutato” da agenti esterni, si muore anche di fame, di radiazioni “invisibili”, di smog o di amianto,, però va tutto bene per lo svolgersi regolare delle leggi del progresso finchè troppi morti non urlano a gran voce. Qui, di swapo, morti non c’è ne saranno ma a mettere paura ne son proprio capaci quando gli manca la terra sotto i piedi. Perdonate questa divagazione mattutina vado a fumar… no scusate a swapare!

  • Francesco Palma

    salve, io fumo la sigaretta elettronica e devo dire che facendo i conti fumo molta meno nicotina rispetto a quando fumavo sigarette, calcolando che fumo quasi 40 sigarette il giorno… Certo la sigaretta elettronica non è inerte completamente, ma E’ SICURO CHE FA MENO MALE DELLE NORMALI SIGARETTE, visto che non c’è combustione e quindi molte ma molte tossicità in meno, poi ho colleghi che fumano la sigaretta elettronica da molti mesi e affermano di stare meglio in salute, bhe che dire, io non mi fido di nessuno, quello che so è perchè sperimento su me stesso, del resto fate voi…

  • io non fumo più! e risparmi ancora di più!! fumavo un pacchetto di marlboro rosse al giorno. La nicotina ti rende schiavo!!! l’astinenza ti rende nervoso! pensi di non poter farne a meno perchè sei drogato. modifichi i tuoi comportamenti in funzione della sigaretta. che faccia meno male può avere la sua importanza, ma il punto è che resti schiavo! se riesci a stare un giorno intero senza sigaretta, il peggio lo hai passato . il giorno dopo è migliore. l’importante è che sei contento di farlo e che non la desideri. se la desideri, fuma!!! vuol dire con non hai raggiunto la consapevolezza di ciò che è la sigaretta o semplicemente pensi ancora da drogato.

  • Io uso da circa 3 mesi una sigaretta elettronica comprata qui SITO RIMOSSO e devo dire che mi trovo bene, voi con quale vi siete trovati bene?

  • Carlo Gargaro

    Come mai, qui in italia, non si prendono IN ESEMPIO, dati e studi fatti direttamente in altri paesi dove la sig. elettronica viene usata ormai da ANNI?.. insomma, da cittadino “LOGICO” mi fido più del testo dell’OMS (Organizzazione Mondiale Sanità) che non di un articolo (italiano) di giornale… Poi mi sono sempre chiesto.. perchè le chiamano “Sigarette elettroniche” quando poi (sempre nel resto del mondo le chiamano “Vaporizzatori personali”? e a proposito, il concetto è lo stesso del nostro amico “Aerosol” li non si fanno danni? eppure il principio di vaporizzazione è lo stesso…
    Fumo digitale da 2 mesi dopo aver fumato un pacco di sig. al giorno, oggi sono piu in forma, RESPIRO MEGLIO e… ho cominciato a fare attività fisica…

  • Ma scusate un attimo! Partiamo dal presupposto che la FDA – l’ente che ha bandito le ecig da New York è stata “acquistata” dalle multinazionali del tabacco. Allora dico: vietano le ecig che “probabilmente” fanno male (…tutto da dimostrare…) e permettevono la vendita di sigarette normali che sono “certamente” cangerogene? Pesante gente, pensate…..!

  • Mery1960

    QUATTRO settimane che utilizzo la sigaretta elettronica quella con ricarica liquida..sicuramente sono cosciente che faccia male..ma sicuramente..fumo meno..e CONSUMO MENO..spendevo 5 euro al giorno..adesso spendo 5 euro al mese..ahahaha FA MALE?…si ..ALLE TASCHE DELLO STATO

  • Ho 35 anni, fumavo da quando ne avevo 15. Da qualche settimana sono passato alla EGO-W e ho troncato DI NETTO. Fumo – o meglio, “svaporo” (pare si dica così) a nicotina 0: gli studi sono preoccupati della presenza di quest’ultima nei vapori inalati. Il resto provoca vasocostrizione dei bronchi, così come la provoca la sigaretta tradizionale, così come la provoca la nebbia se la si respira. Ma dopo 10 minuti, passa. Anche con la sigaretta tradizionale, dopo 10 minuti passa. Quello che non passa è il catrame che ti rimane spalmato nei polmoni, e che nessuno – nemmeno il padre eterno (per chi ci crede) – è in grado di tirare più fuori. Quindi signori, io ho detto BASTA. Altra cosa: è vero, non è un’alternativa alla sigaretta tradizionale perchè NON E’ la stessa cosa. Da sola non basta a smettere di fumare: come in tutte le cose nella vita, serve un minimo di forza di volontà – un’automobile può andare a 200 all’ora, ma da sola non si guida: ci vuole un pilota.

  • Debba

    Il mio ragazzo fumatore questa mattina doveva andare in negozio a vedere e farsi spiegare la sigaretta elettronica che gli era stata consigliata da dei clienti e altri contatti.
    E’ basta una persona che gli ha detto che “ha sentito che” la sigaretta elettronica fa male per dissuaderlo ad andare perchè ci vuole pensare -_-
    Ora dovrò fargli capire che anche se a livello polmoni/cuore ha lo estesso effetto di una sigaretta (cosa che mi pare non sia così ma solo che di certo non è un elisir che cura i mali) per lo meno non avrà più l’alito di una ciminiera (e io smetterei di baciare un posacenere), i denti giallo canarino, la casa, la macchina e i vestiti puzzolenti, il portafoglio sgonfio, l’influenza perenne perchè per fumare deve stare al freddo al gelo…. insomma, a me queste mi sembrano già ottimi presupposti per passare alla sigaretta elettronica. Poi va bhe, parlo da persona che ha smesso di fumare di sua spontanea volontà di punto in bianco, ma che appunto tutti questi benefici li ha vissuti.

  • juvevita79

    salve volevo dare anch’io la mia testimonianza.da circa 20 gg mio marito ha acquistato ovale e da quel momento non ha piu fumato le tradizionali sigarette risparmiando un bel po di soldi….oltre al fatto che la casa nn sa piu di fumo,compreso tutto cio che ci circonda.la cosa principale che ho notato è stata che mio marito sia quando si svegliava al mattino ma anche durante la giornata,non ha iu la tosse e la voce rauca e vi assicuro che sono sintomi che lo hanno accompagnato per anni e che improvvisamente sono spariti.sarà un caso??? stasera una mia amica mi ha detto che oggi alla tv parlavano proprio della sigaretta elettronica che fa male e che il liquido che noi aspiriamo è una componente assolutamente sconosciuta di origine cinese.sarà vero???mi potete aiutare???? aspetto vostre notizieeee

  • Gabriella Fulginiti

    Ho acquistato una sigaretta elettronica da una settimana e mi trovo benissimo. Fumavo un pacchetto abbondante al giorno, ora neanche una, risparmiando almeno 4,50€ al giorno. Non è vero che costa molto, il modello base si trova nei negozi a 35€, una ricarica da 10ml l’ho pagata 10€ e non ne ho consumato neanche un quarto (il negoziante mi ha detto che vale 20 pacchetti di sigarette). Da qualche giorno la tossetta bronchitosa al sapor di catrame è sparita. Al lavoro non ho bisogno di interrompere ciò che sto facendo e uscire al freddo per fumare, la mia casa non puzza più di posacenere. Non credo che faccia più male di una sigaretta tradizionale, credo invece che lo Stato abbia tutto l’interesse a scoraggiarne l’uso visti i guadagni che ha dalla tassazione dei tabacchi.

  • Ciao Gabriele, volevo sapere se possibile che tipo di sigaretta elettronica hai acquistato e quanto fumavi prima perchè vorrei regalarla a mio padre.. Grazie!!!

  • mi trovo benissimo il costo è bassissimo rispetto ai 5 euro giornalieri. ho smesso di fumare immediatamente, e sono felice, sto meglio anche a livello polmonare e a livello di reattività fisica. Questa è la prima ribellione contro lo stato e le multinazionali di tabacco che guadagnano sulla causa e la cura del cancro.

  • lellina

    Sono pochi giorni che fumo la sigaretta elettronica e devo dire che in effetti già mi sento il respiro migliorato. Io sono partita subito con gli aromi a zero nicotina e devo dire che non ho più toccato una sigaretta tradizionale. Spendo 5 euro a settimana per la ricarica , quindi ci guadagno in soldi ed in salute ……. e sono più che d’accordo su ciò che ha scritto Nicolò Sona. Provare per credere.

  • Certamente la capacità polmonare risulta ridotta ogni qualvolta si aspiri qualche cosa. Anche l’aerosol che si prescrive con farmaci disciolti dentro fa diminuire la capacità polmonare! Anche i suffumigi che si fanno quando si ha il raffreddore! Però non scrivete le “dimensioni” di queste riduzioni di capacità polmonare: sarebbe il caso di rettificare il vostro articolo riportando chiaramente che la capacità polmonare di chi usa sigarette elettroniche è infinitamente meno ridotta rispetto all’uso del tabacco bruciato!
    Inoltre, chiarite bene che i liquidi NON sono solo acqua e nicotina: infatti il liquido che si usa nelle e-cigs è fatto circa al 70-80% da Glicole Propilenico (una sostanza inerte ampiamente utilizzata anche nei farmaci niettabili!) della quale si conoscono le proprietà germicide sin dal 1939 (uccide batterti pneumococchi, staffilococchi e rende inerti i virus influenzali). L’assunzione di Glicole Propilenico nelle quantità presenti nei serbatoi e nelle boccette dei liquidi è infinitamente al di sotto della quantità minima necessaria per rendere questa sostanza pericolosa.
    Poi c’è circa un 10-18% di Glicerina Vegetale (altra sostanza inerte), un po’ di nicotina, un po’ (ma solo poca!) acqua deionizzata e una miniima percentuale di aromi, quelli usati in farmacologia e nell’industria alimentare.
    Mi sembra anche che evitate di raccontare che con il fumo del tabacco si aspirino circa 4.000 sostanze diverse di cui almeno 100 sono pericolose per la salute umana (cancro, enfisemi, ecc.); verificate tali dati nel sito della Philips Morris (fabbricante delle famose Marlboro), in cui questi dati sono raccontati ben bene.
    Quindi, invece di fare terrorismo con queste notizie dovreste dire che sì è vero che sarebbe meglio NON aspirare alcunché, ma passare dal tabacco bruciato delle sigarette tradizionali all’uso delle sigarette elettroniche migliora tantissimo le condizioni di salute dei fumatori, e non li espone più al rischio di contrarre malattie mortali. Grazie.

  • Caro amico che hai scritto questo articolo: getta via le sigarette di tabacco e vai subito a prenderti una SERIA sigaretta elettronica. Prenditi un liquido con l’aroma di tabacco che ti piacca veramente e usala come usi qdesso le sigarette di tabacco. Io ho fatto così e sin dal primo giorno non ho più toccato tabacco. Sto meglio e risparmio una valanga di soldi!
    Se fumi anche 20 sigarette al giorno vedrai che nel giro di 30 giorni ammortizzi il costo di acquisto e già inizierai a risparmiare soldi. Ma sin dal giorno dopo ti accorgerai che starai veramente meglio! Ma NON fumare più, mai più, sigarette di tabacco finché usa quella elettronica, altrimenti non serve a nulla.
    Chi non vuole passare a questo metodo di “fumare” è giusto che ne paghi le conseguenze sulla propria pelle.

  • Qui troverete tutto o quasi quello che volete sapere sulle e-cig…

    Nel lontano 1963 un americano con il nome di Herbert A. Gilbert depositò un brevetto la prima sigaretta elettronica ma la prima sigaretta elettronica moderna si deve ala lavoro di Hon Lik della ditta cinese Ruyan.

    La sigaretta elettronica è un dispositivo composto di due parti:

    1) Una componente Hardware consistente in un vaporizzatore simile a un normale aerosol (la tecnologia dell’aerosol per uso medico è il principale metodo per la cura di problemi di natura respiratoria)

    2) Un liquido di ricarica collocato al suo interno vengono.

    come ogni dispositivo per aerosol la sigaretta elettronica deve essere costruita secondo i principi di precauzione occidentale per evitare la presenza di materiali tossici, ma la sicurezza del dispositivo risiede essenzialmente nel liquido vaporizzato.

    Vediamo quindi le componenti di questo liquido.

    1) Glicole Propilenico (dipropilene glicole):

    E’ un solvente utilizzato per far sciogliere sostanze nei liquidi, lo troviamo nei deodoranti per casa e nei profumi, nelle macchine del fumo per creare fumo artificiale da utilizzare nell’addestramento dei pompieri e nelle produzioni teatrali, nell’Angostura e negli Amari, è usato sia in campo farmaceutico che alimentare, utilizzato anche nelle preparazioni erboristiche. non è cancerogeno.

    Ogni giorno assumiamo Glicole Propilenico con il cibo.

    Addiruttura degli studi dell’University of Chicago’s Billings Hospital hanno dimostrato che l’inalazione di glicole propilenico vaporizzato può prevenire polmonite, influenza e altre malattie respiratorie.

    Inoltre questa sostanza è usata nelle sigarette elettroniche a causa del suo basso punto di evaporazione e quindi permette di far evaporare il liquido senza renderlo troppo caldo. Alcune ricariche dalle origini incerte a volte contengono sostanze dal nome simile ma pericolose per la salute come il dietilene glicole che nonostante il nome simile è una sostanza diversa e pericolosa da inspirare (anche se non tanto visto che è venduto al livello internazionale come sciroppo per la tosse e dentifricio).

    2) Glicerolo vegetale:

    E’ usato per sciroppi, creme e cosmesi, nonché come additivo alimentare, non è controindicato nemmeno in gravidanza od allattamento.
    Questa è la sostanza del liquido che conferisce la fumosità al vapore.

    3) Acqua (circa il 10% di una ricarica)

    4) Aromi alimentari:

    Normalmente usati anche in aromaterapia non sono pericolosi e non hanno mai alte concentrazioni di terpenti (biomolecole costituite da multipli dell’unità isoprenica, l’isoprene che è un liquido incolore volatile ed è un sospetto cancerogeno umano, risulta tossico per l’ambiente e per riscaldamento polimerizza in modo esplosivo)
    ne di acetilene o altre sostanze pericolose.
    In Giappone da diversi anni esistono persino dei locali chiamati “Aroma Bar” dove vengono serviti aromi da inalare.

    5) Opzionalmente c’è anche la nicotina:

    La nicotina non è cangerogena, da dipendenza si, ma non si muore di nicotina, a meno non la si metta in circolo in dosi notevoli (ad esempio 40 mg per via endovenosa).

    Addirittura ci sono studi che indicano che assumere piccole dosi di nicotina sarebbe un ottimo modo per prevenire il morbo di Parkinson (http://www.molecularlab.it/news/view.asp?n=164).

    Inoltre le sigarette elettroniche aiutano davvero a smettere di fumare a causa della nicotina presente nelle ricariche che è pura e senza alterazioni il che la rende molto meno biodisponibile di quella presente nel tabacco delle sigarette, e questo accade perché il tabacco prima di essere venduto viene sottoposto a un processo di ammoniacazione che serve a far in modo che la nicotina passi più velocemente la barriera ematoencefalica e dia maggiore e più duratura dipendenza. Quindi l’assunzione di nicotina con le e-cig soddisfa il fumatore ma riduce velocemente la dipendenza come testimoniano anche trials clinici.

    [ L’uso delle sigarette elettroniche ha permesso di diminuire sostanzialmente il consumo di sigarette tradizionali senza causare effetti collaterali significativi nei fumatori che non hanno intenzione di smettere (ClinicalTrials.gov webcite number NCT01195597 – http://www.biomedcentral.com/1471-2458/11/786) ]

    Ma vediamo in cosa consiste il processo di ammoniacazione del tabacco nelle sigarette tradizionali, questo processo non è molto noto al publico di fumatori, per farci un’idea riportiamo le parole di Clive Bates, Director of Action on Smoking and Health: “Senza dirlo a nessuno, le società del tabacco hanno modificato la chimica della nicotina e generato subdoli cambiamenti nella chimica del cervello del fumatore. L’idea di prendere un prodotto che da dipendenza, e potenziarlo affinché dia maggior dipendenza è estremamente inquietante. È sostanzialmente una invasione della propria libertà di non fumare”.

    L’ammoniaca può velocizzare la liberazione di nicotina «Libera» o non associata, alzando il pH del fumo di tabacco con gli additivi. In questo modo il fumatore si comporterebbe come un consumatore di crack. Il professor Jack E. Henningfield di John Hopkins University School of Medicine, spiega così l’azione dell’ammoniaca:

    “Una terza cosa che i composti come ammoniaca possono fare è aumentare il pH, aumentare la quantità di nicotina base libera, che è ciò che il Dr Rickert ha precedentemente denominato «unprotonated nicotina»… La forma free-based di nicotina è assorbita più rapidamente, come la forma free-based della cocaina, e ha un effetto più esplosivo sul sistema nervoso. La tecnologia dell’ammoniaca è uno dei modi con i quali è possibile ottenere sia cocaina che nicotina «free-based». 1997”

    Le sostanze che abbiamo elencato vengono (Glicole Propilenico, Glicerolo Vegetale, Acqua, Aromi ed eventualmente nicotina) vaporizzate in un aerosol uguale a quello per aromaterapia oppure a quello che possiamo fare da soli in casa con olii essenziali e acqua calda.

    Notiamo che la Glicerina vegetale e Glicole propilenico sono presenti anche nelle sigarette normali come sostanze che servono a rendere il tabacco più umido e quindi sono abbondantemente testate, osserviamo che questi due componenti delle sigarette classiche sono tra i più innocui.

    Infatti nel fumo delle sigarette classiche troviamo più di 4000 sostanze tossiche. Chi fuma un pacchetto al giorno assorbe in un anno l’equivalente di una tazza di catrame e in 20 anni 6 chilogrammi di particelle di polvere. Nicotina, condensati (catrami o bituminosi), monossido di carbonio , arsenico e i derivati del cianuro, acetone, formaldeide, catrame, ammoniaca, acido silicico, carbonico, acetico, formico, benzoico, diossido di titanio, polonio 210 (si polonio, Fumare 30 sigarette al giorno equivale, in un anno, a 300 radiografie al torace) e molte altre sostanze.

    Per quanto riguarda il “vapore passivo”, secondo una ricerca americana con le sigarette elettroniche non si modifica la qualità dell’aria in ambienti chiusi e il vapore emesso dalle sigarette elettroniche non è pericoloso. A dirlo è una ricerca pubblicata dalla rivista “Inalation toxicology” ed effettuata negli Stati Uniti da ricercatori del “Consulting for Health, Air, Nature and Green Environment” del Center for Air Resources Science and Engineering e della Clarkson University.
    Secondo i ricercatori americani, il vapore emanato dalle sigarette elettroniche non è nocivo per le persone e non modifica la qualità dell’aria degli ambienti chiusi. Pertanto, con le sigarette elettroniche, vengono meno le condizioni di rischio derivanti dal fumo passivo. Michael Siegel, ricercatore al Department of Community Health Sciences della Boston University School of Public Health, sulla base dei suoi 25 anni di esperienza nel settore, afferma che le sigarette elettroniche possono risolvere il problema del fumo passivo.

    Nasce una domanda… Come fà a far male la sigaretta elettronica?

    Uno studio effettuato da un team di cardiologi afferma che non fà male al cuore ne alle vene, e io aggiungo, come farebbe a fare male se è vapore???

    Di contro, immediatamente dopo, uno studio effettuato da uno staff di pneumologi tuona che la sigaretta elettronica procura danni ai polmoni ed alle vie respiratorie. Quindi secondo alcuni medici il vapore acqueo è pericoloso! Quindi l’aereosol, la sauna e persino la nebbia sarebbero pericolose per i polmoni?? O ancora sarebbe pericoloso anche fare aromaterapia???

    Lo staff degli pneumologi Greci che ha tenuto questo studio è guidato dalla Dottoressa Christina Gratziou. La cosa interessante è che la finanziatrice per intero di questa ricerca è la casa farmaceutica Pfizer. Casa che con le sue medicine cura il 90% delle malattie causate dal fumo, e produce anche: Champix, farmaco commercializzato dalla Pfizer che ha per indicazione la disassuefazione dal fumo.

    In USA e in particolare a New York, Linda Rosenthal, deputata al parlamento statale in rappresentanza di Manhattan, ha presentato una proposta di legge che sarà esaminata martedì. E’ la legge A01468 che proibisce la vendita di ogni tipo di sigaretta elettronica… sapete il motivo??? Secondo questa donna il motivo sarebbe che la sigaretta elettronica mette a rischio la salute di ex-fumatori… insomma una motivazione ridicola!!!

    In Conclusione: A patto di comprare le ricariche di liquido presso un negozio specializzato la sigaretta elettronica è sicurissima e aiuta davvero a smettere di fumare, le ricerche sono quasi superflue vista la quantità di informazioni presenti in letteratura sull’uso dei prodotti presenti nelle sigarette elettroniche. In ogni caso anche studi
    come quello della LIAF, Lega Italiana Antifumo, in collaborazione con l’Università di Catania ha intrapreso nel 2010 uno studio sulle sigarette elettroniche. I risultati fin’ora ottenuti sono positivi infatti le sigarette elettroniche non risultano tossiche come era prevedibile che fosse, inoltre anche i loro dati dimostrano che sono un valido aiuto per diminuire il numero di sigarette e per chi vuole smettere di fumare. Le sigarette elettroniche altro non sono se non vere e proprie “soluzioni per aromaterapia”!

    Lo stato non può non prendersi le sue responsabilità, dopo aver riempito le sue casse a spese della salute della gente e ora che esiste un dispositivo davvero utile contro il fumo non dovrebbe fare terrorismo psicologico ma anzi incentivare i fumatori a passare a questi dispositivi perché un popolo sano è un popolo più felice e perché no anche più produttivo.

  • Brothers In Arms

    da quello che ho capito, dopo essermi scrupolosamente informato, la soluzione migliore è avere una piantina in casa..

  • mi chiamo piero, sono un medico e sono un fumatore. Ho deciso di acquistare la sigaretta elettronica per vari motivi. Il primo motivo è di natura economica, visto che fatta la spesa iniziale, il consumo delle soluzioni è bassissimo e nel giro di poche settimane si constata il guadagno netto rispetto alla spesa dell’acquisto di sagarette tradizionali. Il secondo motivo è legato al piacere di fumare, visto che ci sono modelli di sigaretta elettronica detti ” a caldo”, che consentono di provare il piacere dell’atto di fumare. Il terzo motivo è legato alla possibilità di disassuefazione progressiva con l’uso di soluzioni a concentrazione progressivamente piu’ bassa di nicotina, senza la percezione di tale riduzione , grazie alla presenza di aromi che ne sostituiscono la sensazione . E infine ultimo e più importante motivo è legato alla salute : ovvero l’eliminazione quantomeno di tutti i cancerogeni e delle sostanze nocive per l’apparato cardiovascolare prodotti dalla combustione delle sigarette tradizionali. Rimane la questione del effetto irritativo sulle vie respiratorie prodotto dall’inalazione del vapore, ma nulla di lontanamente comparabile con il danno diretto e indiretto prodotto dai composti generati dalla combustione delle sigarette tradizionali. Ricordo ai mie emeriti colleghi che hanno studiato l’effetto di broncospasmo prodotto dal vapore della sigaretta elettronica , che qualsiasi vapore o sostanza inalata nell’albero bronchiale produce un riflesso di difesa dei bronchi che si definisce broncospasmo. E pertanto questo riflesso fisiologico, presente anche nei soggetti sani, non indica stato di patologia. Infatti basta sapere che anche quando si fa aerosol-terapia , si nota tale effetto prodotto dal vapore, che si manifesta con il colpetto di tosse. Diverso è il caso invece dei soggetti asmatici, nei quali questo fenomeno è esagerato e pertanto patologico, e puo’ essere scatenato da qualsiasi sostanza irritante, vapore e fumo compresi. E’ chiaro che non si conoscono le manifestazioni a lungo termine di tali esposizioni, ma un medico coscenzioso dovrebbe incoraggiare il passaggio a tale strumento per la disassuefazione dal fumo, piuttosto che scoraggiarlo, visti gli indubbi minori danni provocati da tale presidio. L’obiettivo resta sempre quello di spingere verso la completa abolizione del fumo. Ma solo conoscendo le condizioni di dipendenza da nicotina dei soggetti fumatori, si puo’ comprendere quanto sia utile un presidio di tale genere. Faccio un ultima riflessione e chiudo: qualora un soggetto non riuscisse a fare a meno di questo strumento elettronico , il danno prodotto nel tempo sarebbe indubbiamente minore rispetto al fumo tradizionale con un impatto economico di spesa francamente minore. E’ chiaro che le casse dello stato ci rimettono enormemente, E gli incassi in calo dei monopoli di stato sono certo che spingeranno presto gli infami governanti del nostro paese a bandire come nocivi questi strumenti elettronici. Ma come mai , pur essendo noti da decenni i danni della sigaretta, non hanno mai pensato a proibire quella tradizionale?

  • Pino Galdieri

    Bell’articolo. Ben fatto ed esaustivo. Sono un fumatore da oltre 40 anni e da circa un mese “svapo” con soddisfazione dei miei polmoni, del portafoglio e di mia moglie (dice che non russo più !).
    Confesso che non era mia intenzione smettere di fumare, ma con la e-cig ho visto che non sentivo più il bisogno delle vecchie “fumose”. Per cui viva le e-cig !!!

  • Ottima delucidazione Pietro, un commento molto chiaro e lungimirante. Per rispondere alla domanda finale, anche se retorica in effetti, lo stato non proibirà mai il tabacco altrimenti perderebbe miliardi in entrate annue. Le sigarette elettroniche sono affidate alla vendita di terzi e quindi non soggette a passaggio statale, perciò è chiaro che lo stato non guadagna molto dalla vendita di una sigaretta elettronica (lasciamo stare IVA e tasse varie) ma anzi, ne trae solo svantaggio perché meno clienti acquisteranno sigarette e tabacco. Il problema dunque, è unicamente individuale e personale. Chi vuole smettere di fumare dovrebbe far uso di tale strumento perché a quanto risulta dai numerosi commenti, sono moltissimi gli aspetti positivi rispetto ad altre pratiche per smettere di fumare. Da notare però, che il contrabbando delle sigarette elettroniche sta prendendo sempre più piede, perciò personalmente mi sento di consigliare l’acquisto di questo strumento in centri affidabili e controllati (non si sa bene cosa potrebbero modificare in quelle di contrabbando e che sostanze spacciare per la soluzione acqua+aroma+nicotina).

    Ad ogni modo, il paradosso a mio avviso rimane, sicuramente è più “innocua” di una sigaretta normale, ma è un po’ ridicolo che sul sito che ho visionato venga pubblicizzata ampiamente la sua assenza di nocività e nei trafiletti soltanto si legge che il prodotto non è testato su lunghi periodi e non se ne conoscono le conseguenze ancora. Fondamentalmente il mio articolo verteva su questo simpatico aspetto, non tanto sul mio fatto che le sigarette elettroniche sono migliori o peggiori delle sigarette tradizionali

  • sono più di 20 gg che non tocco una sigaretta, preciso che fumavo più di un pacchetto al giorno ed oltre all’aspetto sulla salute anche dal punto di vista economico cominciava ad essere dispensioso, da quando uso la sigaretta elettronica non sento il bisogno dellaa sigaretta e questo mi sembra già un sogno, poi con la sigaretta elettronica da quando l’ho comprata ho ancora la boccetta quasi piena e questo mi fa bene sperare di riuscire a smettere definitivamente. Quindi non dico che sono sicura che la sigaretta elettronica non fa male ma almeno non fumo più come una turca

  • Paradosso: siccome la e cig potrebbe fare un po’ male, lo Stato pusher la vieta e chi è soggetto alla dipendenza della nicotina legalizzata statale deve per forza ritornare alle bionde … che a questo punto sembrerebbero non far più male? No, fanno malissimo, tant’è che lo Stato lo scrive chiaramente sui pacchetti: il fumo uccide !Alla luce della mia esperienza: da 40 sig. al giorno per 48 anni senza saltare un giorno sono passato all’equivalente di tre sigarette a settimana, ho perso l’ansia e non mi ritrovo più davanti al tabaccaio alle 7 del mattino…… Basta acquistare una ventina di flaconcini (bastano per un anno) e mentre lo Stato pusher decide come tutelare la salute…..economica dei suoi rivenditori tabaccai, si esce dalla dipendenza e quando arriveranno le severissime norme di fatto a favore delle …vecchie bionde… non faremo più grandi sforzi a smettere del tutto. Grazie E CIG. !Una riflessione OT: se l’ abolizione dell’IMU la pagheranno i fumatori come ha detto Berlusconi e nel frattempo i fumatori saranno diminuiti al ritmo attuale…. quanto costerà un pacchetto 35 Euro?

  • elly58

    Io fumavo 40 sigarette al giorno da 40 anni, ho smesso il giorno in cui ho comprato la e cig. I liquidi oggi sono assoggettati a recare etichette che indicano il nome e il numero di telefono del produttre: comprali in negozi specializzati che hanno tutto l’interesse a vendere prodotti a norma per non essere chiusi dai NAS.

  • RaimondoCapasso

    Ho acquistato la mia brava ecig il 12 dicembre 2012 e a tutt’oggi 6 febbraio 2013 non ho ancora toccato una sigaretta classica.Cosa dire?Credo fermamente in questa soluzione e sono convinto che tutto quello che si dice contro la ecig sia solo una trovata del nostro governo per non perdere il guadagno fornito dai fumatori incalliti che che optano per questo sistema alternativo.Ho fumato per 42 anni circa 30 sigarette al giorno e adesso…..0 ASSOLUTO.I monopoli di stato hanno perso un altro fesso che provvedeva a rimpizzare le casse

  • ho comprato la sigaretta elettronica l’anno scorso, ho cominciato con i liquidi da 8 mg poi ho mischiato liquido da 8 mg e zero mg in modo da avere 4,5 mg poi ho ridotto ulteriormente con 1/3 di nicotina e 2/3 senza nicotina. Personalmente senza nulla togliere agli altri liquidi da mettere nella sigaretta trovo che i migliori siano quelli della MENTAL FASSI (se si puo’ dire), senza nulla togliere a altre marche. da Gennaio fumo senza nicotina e sto anche diversi giorni senza usare la sigaretta elettronica.
    fino all’anno scorso fumavo 25-30 sigarette al giorno e ora, beh, se mi viene voglia di fumare prendo la e-sig… e non fumo, ma aspiro un po’ di vapore. devo ammettere che alla base di tutto deve esserci una voglia di smettere. Personalmente senza la sig.elettronica non ce l’avrei fatta

  • ziouccio

    premetto :sono un tossicodipendente da nicotina. da 24 anni( ne ho 43)
    fumavo da 20 alle 30 sigarette al giorno. poi ho coinciato a farmele da me. tabacco, cartine,filtrini….. e sono sceso a circa 15 18 al girono……
    ora con la e-cig non ho più fumato tabacco da 20 gg
    fine!!!!!! basta tabacco…….. !!!!!!!! non ne ho più sentito il bisogno

    uso le e-cig con nicotina. da 16 mg100ml

    grazie a loro ho riguadagnato: odore,fiato,energia.

    ci credo che : tabaccai e stato siano inkuarzati perkè non guadagnano sulle accise,iva tasse varie…………per me possono esplodere
    non venderano i liquidi in italia, o li venderanno a cifre esorbitanti… bhe internet esiste anche per questo hahahahah

  • ziouccio

    premetto :sono un tossicodipendente da nicotina. da 24 anni da 30 pipe al giono(circa) a 0 in 10 minuti…… passando al digitale………. :)

    q8 L’Ulitmo pensiero…….
    ma ho paura ….. i liquidi li faranno pagare 100 € aboccia da 20ml
    comunque internet è grande…… :)

  • detective2

    Intanto buona sera,io sono un’accanito fumatore da’almeno 60 anni,ho fumato e continuo a fumare di tutto.Ora da qualche giorno ho tentato a che io la sigareta elettronica ne ho comprara una che non è che costi proprio poco.Benchè mi era stato detto da una mia nipote che pure ne fa uso,che nei primi giorni bisognava portare pazienza perche fumare quella non è proprio come fumare una sigaretta normale.prima per il suo peso,poi per me che fumo tanto una carica di liquido può durare,diciamo 2-3 ore mentre la carica della batteria forse 3-4 ore.Con i costi manco ci siamo,inoltre con la batteria la cui durata totale è di circa 300 ricariche,che i credo di bruciare in qualche mese o poco più,ora a questo aggiungiamo pre il dubbio,farà bene oppure no? tutto sommato mi chiedo,ma fumarla sarà veramente un affare?Se qualcuno volesse commentare ne sarei felice.

  • Io fumo e-cig ormai da 2 mesi,e francamente non sento bisogno di fumare sigarette tradizionali(fumavo mediamente 30 sigarette al giorno) immaginate anche il notevole risparmio economico da quando sono passato alla e-cig. Sono convinto che faccia comunque male anche la e-cig,ma come ha detto il ministro della salute belga, non fa mai male quanto le bionde.E’ certo che il danno per l’erario è notevole ed è destinato ad aumentare,dunque aspettiamoci provvedimenti atti a bloccare o intralciare la vendita di tali prodotti, o addirittura passare il controllo delle vendite hai tabaccai con aumento considerevole del costo dei flaconcini…….a quel punto per principio io direi di “dargli in culo” e smettere di fumare/vaporizzare definivamente.

  • Non sono un medico e queste sono solo mie considerazioni personali logicamente, ma pemettetemi; credo sia naturale questo aumento della restistenza con il vapore, ripeto con il “vapore” (e non fumo come sostirene questo articolo)….Penso accada lo stesso quando camminiamo per strada e inaliamo smoog o mi sbaglio???
    Comunque, se davvero ci dovesse essere nocività nell’inalare il vapore, ragionare per logica sono convinto che il grado appunto di questa nocività rispetto alle sigarette analogiche dovrebbe essere davvero bassissimo; Nicotina nell’acqua??? e beh, effettivamente potrebbe essere più nociva di quella inalata attraverso la combustione con la carta li’ dove entrano in gioco “42000” additivi chimic i:-)…..si si, parlano di nicotina(la sostanza meno nociva del fumo) quella che comprata nella tabaccheria dove il fumatore prima di aprire il pacchetto deve visionare quelle avvertenze che lo stato ha imposto e che nello stesso tempo permette di vendere al cittadino a fior di quattrini……Ecco sì, alla fine il discorso credo riguardi soprattutto le multinazionali del tabacco che non hanno più introiti come una volta e sono in crisi ormai da tempo……..Allora mi domando: a che dobbiamo credere??? Alla nocività che potrebbe avere la nicotina nell’acqua o allo stato che sta facendo di tutto per appropriarsi e quindi vendere con tanto di monopolio questi liquidi??? Beh, come si dice, quando brucia il c……….è facile trovare il pelo nell’uovo e credo che ultimamente lo Stato fa un pò fatica….

    Un saluto a tutti, da uno “Svapatore”, ex “fumatore”

  • Non sono un medico e queste sono solo mie considerazioni personali logicamente, ma pemettetemi; credo sia naturale questo aumento della restistenza con il vapore, ripeto con il “vapore” (e non fumo come sostirene questo articolo)….Penso accada lo stesso quando camminiamo per strada e inaliamo smoog o mi sbaglio???
    Comunque, se davvero ci dovesse essere nocività nell’inalare il vapore, ragionare per logica sono convinto che il grado appunto di questa nocività rispetto alle sigarette analogiche dovrebbe essere davvero bassissimo; Nicotina nell’acqua??? e beh, effettivamente potrebbe essere più nociva di quella inalata attraverso la combustione con la carta li’ dove entrano in gioco “42000” additivi chimic i:-)…..si si, parlano di nicotina(la sostanza meno nociva del fumo) quella che comprata nella tabaccheria dove il fumatore prima di aprire il pacchetto deve visionare quelle avvertenze che lo stato ha imposto e che nello stesso tempo permette di vendere al cittadino a fior di quattrini……Ecco sì, alla fine il discorso credo riguardi soprattutto le multinazionali del tabacco che non hanno più introiti come una volta e sono in crisi ormai da tempo……..Allora mi domando: a che dobbiamo credere??? Alla nocività che potrebbe avere la nicotina nell’acqua o allo stato che sta facendo di tutto per appropriarsi e quindi vendere con tanto di monopolio questi liquidi??? Beh, come si dice, quando brucia il c……….è facile trovare il pelo nell’uovo e credo che ultimamente lo Stato fa un pò fatica….

    Un saluto a tutti, da uno “Svapatore”, ex “fumatore”

  • Salve a tutti, sono 2 settimane che svapo e mi sembra un miracolo! Fumavo 13 sigarette al giorno e solo ora mi rendo conto della schifezza che i miei polmoni dovevano sopportare.
    I benefici della sig.elettronica sono moltissimi: respiro meglio, non ho più problemi di catarro, sento meglio gli odori e anche i gusti, non ho più l’alito cattivo e non do più fastidio a nessuno se gli fumo vicino….Mi sento rinataaaaa!!!! Viva la sig.elettronicaaa!!!

  • cris68

    salve a tutti…io da 2 mesi sto fumando la sigaretta elettronica e ne sn molto soddisfatta faccio presente che ero arrivata ad aprire il 3° pacchetto….il costo? 105,00 euro tanto? x me che spendevo 75 euro a settimana x niente…sto risentendo tutti i sapori, gli odori, nn ho più tosse ed affanno…dicono che fa male ma io mi chiedo xchè le sigarette fanno bene? di sicuro il male più grande lo stà sentendo il monopolio di stato…..buona serata a tutti.

  • la mia UNICA PERPLESSITà:
    sulla boccetta c’è scritto che il liquido è nocivo se ingoiato.
    Qunado fumo la sig. eletronica mi rendo conto che sul beccuccio si crea una condenza e che pian piano finisce sulla mia lingua e ne sento il sapore.
    dopo il secondo giorno mi è venuto un forte mal di gola e acidità di stomaco! come la mettiamo ???

    LA MIGLIOR COSA è SMETTERE CON TUTTO, ma la miglior cosa è spesso la più difficile da attuare.

    che mi dite circa il liquido in bocca ???

  • Omar Regalbuto

    Fabio allo stato non interessa un popoli produttivo visto che non fa nulla per aumentare la produttività del paese ma pensa solo ad aumentare stipendi e pensioni di parlamentari….

  • Onager

    Ce l’ho, ce l’ho…:)
    Però non entra nel serbatoio della sigaretta.

  • Onager

    Grande post. Complimenti e grazie.

  • phoenix_1976

    Si leggono un sacco di articoli sulla presunta pericolosità della e-sig. Io posso solo dire che ho una madre che fino a un anno e mezzo fa fumava due pacchetti al giorno, che stava letteralmente affogando nella tosse e nel catarro, che è stata ricoverata due settimane sotto una maschera ad ossigeno non sapendo se ce l’avrebbe fatta. Poi le ho comprato la e-sig, da subito senza nicotina. Ora fuma solo quella. Purtroppo i tanti anni di fumo le hanno causato danni permanenti (tosse e catarro sono diminuiti moltissimo, ma pur sempre presenti…bronchite cronica) ma devo dire che la e-sig le ha salvato la vita e gliela ha migliorata molto: se non fosse esistita avrebbe sicuramente ripreso con le bionde…quindi che nessuno mi venga a dire che anche queste fanno male: è un aerosol cavolo!!! Acqua più aromi!! benedetto chi le ha inventate!! nessuno scrive articoli sulle porcherie che respiriamo tutti i giorni camminando nelle nostre città….fumi che escono da scappamenti delle macchine, da ciminiere di impianti industriali….quelli fanno male!!! Non le e-sig.

  • evviva le e-sig!!!!!!!! è un giorno ke la fumo e gia nn sento il bisogno della sigaretta tradizionale! e ne fumavo circa 30 al giorno da circa 20 anni o poco piu! quindi nn credo ke poi faccia tanto male

  • Carotitta

    Ero un forte fumatore di sigarette tradizionali…(2 pacchetti al giorno) e dal 10 gennaio 2013 non fumo piu. Ero entrato nel negozio di sigarette elettroniche solo per chiedere informazioni. Sono uscito dal negozio con 2 sigarette elettroniche, una per me e un altra per mio padre, anch’egli forte fumatore. Da piu di un mese non ho piu quella fastidiosa tosse che mi faceva svegliare anche di notte e mi toglieva il sonno. La sigaretta tradizionale non mi manca per niente. Ho trovato solo vantaggi nella sigaretta elettronica.
    E’ bello poter continuare a fumare (seppur assorbendo ancora nicotina) e risparmiare una montagna di euro che sèpendevo in sigarette. Sicuramente esperienza positiva. E non ho trovato ancora controindicazioni serie che possano farmi tornare indietro.
    Carlo

  • Carotitta

    Io veramente non ho letto “un sacco di articoli sulla presunta pericolosità della e-sig. “. Solo uno studio della OMS …e niente altro. Si legge che sono state vietate in molti paesi…ma non si dice il motivo.

  • gino tortul

    a dirla come sta, di solito fumo 30 sigarette leggere al giorno (0.4), talvolta qualcuna di più Così, oggi le caratteristiche salienti della mia nuova sigaretta elettronica sono queste: nicotina a livello medio, e liquido nel serbatoio aromatizzato al tabacco “forte”. Mi ci son voluti 75 juros in tutto, ma è compresa nel prezzo una boccettina che coprirà le mie necessità, dicono loro, per 15 lunghi giorni. Un affare, insomma. Nonostante mi senta un perfetto –glione nel tener un mano mezz’etto e più di metallo, abbisognante fra l’altro di un pulsantino premuto per funzionare al meglio (e meno male che la mia s.e. difetta dell’incredibile lucina denunciante la viziosa boccata in cima all’intero ambaradam), urca.., E’ BUONA!!! Ma parliamoci chiaro, io sono sul serio un tossico dello spagnuolo: bruciore alla gola, stecca ai polmoni come nelle colpevoli serate di lontana gioventù, labbra un pò irritate dall’amaro.., il mio nuovo arnese non sembra assolutamente un pacco. Però, riguardo a quest’ultima considerazione, dipende da cosa vorrebbe uno, da quali sono i suoi progetti sulla corta e lunga distanza. Non mi vengano per esempio a dire che il fenomenale brevetto non faccia male…: ‘sta roba spacca! Spacca sul serio! Il rumorino di friggitura giusto davanti al bocchino significa che qualcosa, in pentola, bolle comunque, e la mia quasi piena soddisfazione in proposito significa un’assimilazione pronta della nicotina, velenosissimo alcaloide della solanacea nicotiana tabacum, mica pippe… . E quando discutesi di certe finezze, chi mi potrebbe magari assicurare che la linearità del contenuto non significhi invece maggior danno? Una cosa è spararsi nel gargarozzo un’intera fava del calabar, un’altra il principio attivo risultante, purificato e concentrato…; con l’1% di possibilità di cavarmela, e legato mani e piedi all’albero di maestra, io sceglierei il vile vegetale, non certo la fisostigmina risultante. Potrebbe anche esser vero l’esatto contrario, ma hai visto mai che il catrame, le resine, gli oli essenziali e la clorofilla del tabacco foglia abbiano il potere di limitare o ostacolare la tossicità del suo simpatico contenuto azotato…?
    E poi, mi scusino le signore produttrici e i signori produttori: col glicole propilenico, come la metòm?
    wiki si limita a dir ciò:
    – Inhalation of the propylene glycol vapors appears to present no significant hazard in ordinary applications. However, limited human experience indicates that inhalation of propylene glycol mists could be irritating to some individuals.
    A tal proposito, in questi miei primi 3 giorni d’apprendistato (qualche cicca vera me la pippetto ancora, devo confessare..), ho visto sparire, chi sa dove & chi sa come, qualcosa come 6-10 ml di liquido oleoso, quello da me introdotto nel serbatoio della nuova sigaretta elettronica. Comincio (anzi, continuo…) a chiedermi cosa accadrà ai miei poveri mantici, tra qualche tempo. Poi mi dico che mi sto preoccupando invano, che con l’avanzare dell’età mi faccio sempre più paranoico: dopotutto, se lo sparano anche nelle discoteche per annebbiare ulteriormente l’hambient-e, troppo male non farà…, il G.P., noh? Innegabile, rimane però il fatto che, a saperlo prima, col lo sgnauzèr che me lo compravo, venerdì scorso in via delle Sostituite Dipendenze, il nuovo incredibile prodotto.

  • gino tortul

    io la condensa proverei a raccoglierla in qualche maniera e a rimetterla nel serbatoio…, sarebbero bei sghèi, e ben risparmiati, più un aumentato potere del liquido!!! Non sulle s-e., ma l’ho visto fare un sacco di volte in Olanda, con certe pipette in vetro che fumacchiano continuamente giorno e notte e notte e giorno lassù da loro…

  • Tiri troppo! Nelle istruzioni c’è scritto che se tiri troppo il liquido potrebbe finire in bocca.. Ma magari mi sbaglio :/

  • se qualcuno mi fornisce scientificamente che la sigaretta elettronica fa più male delle classiche sigarette smetto di fumarla, la verità è che fa male alle tasche dello stato. ognuno si compra il cancro come vuole, chi fuma 2,3 pacchetti di sigarette classiche, compra il cancro a 4mila euro a l’anno, io lo compro con 600euro all’anno, questa è la mia filosofia! ora dottori scienziate ecc.. dite quello che volete ma le 4600 sostanze altamente cancherogene delle classiche sigarette, nella mia sigaretta alettronica non ci sta! comunque e veramente una terapia x smettere di fumare da 2 pacchi al giorno che fumavo fino a 2 mesi fà, no ne ho più toccata neanche una, anzi ho provato solo ad accenderlà è mi stavo vomitando, da 18 mg di nicotina sono passato a 9 mg di nicotina, è penso che tra qualche mese non svaporerò completamente. ciao scienza addio alle sigarette classiche e fra poco addio anche all’elettronica.

  • mettetela come volete, fa male non fa male, il punto è questo: fumavo quasi 2 pacchetti al giorno ma da sei mesi uso la sigaretta elettronica e di positivo è che la mattina non ho più spiacevoli problemi di catarro, sento gli odori e anche i sapori, il mio portafogli ringrazia perche la siga. elettronica l’ho ammortizzata in un mese e il resto è tutto guadagno. lati negativi? si ogni tanto qualcosa si inceppa e devo perdere un pò di tempo per sistemare la sigaretta.
    diciamo la verità? questa E-CIGARETT da fastidio allo stato che ci stà rimettendo milioni in monopolio

  • crocca

    ciao a tutti sono due gg che ho la sigaretta elettronica e ancora non credo a quello che mi è successo…praticamente dopo 24 ore di sigaretta elettronica mi è passata completamente la voglia di fumare le sigarette normali e quella elettronica..fumavo da 20 anni. Mi sento come drogata fissa cioe’ sotto effetto di qualcosa che mi tiene lontana dal richiamo della nicotina. Non è possibile che in 24 ore di sig elettr io non abbia piu’ il richiamo della nicotina !! fatto sta che sono 24 ore che non fumo niente senza avere mai voglia fumavo circa 20 sig algg winston. Allora chi vuole smettere di fumare la compri pure poi pero’ la rimetta subito in vendita come faro’ io domani !! wwwwwwwwwwwwwwwwwwwwww sono felice

  • crocca

    ciao! ho scritto al mia testimonianza e sono forse una fortunata la sig elettronica mi ha talmente non so fatto cosa che non riesco piu’ a toccare una sigaretta normale e manco la elettronica . Ho provato lo stesso l’elettronica mi fa bruciare le orecchie e annebbiare la mente, piu’ qualche piccola sensazione alla gola, la normale mi fa malissimo , opprime i polmoni e tossire oltre che girare la testa!! in 24 ore mi è cambiata la vita cacchio sono contenta ma pure impaurita ….

  • io le ho provate tutte per smettere ma nulla ho perfino comprato il cerotto nicotina ma nulla dopo tre giorni me lo sono staccoto rotolato e fumato :-) ma posso dire che con la e-sig mi trovo benissimo 1-risparmio 2- non sporca 3- non puzza 4- anche il mio cane ora è contento noon gli da fastidio 5- va pure di moda 6- non piu dita e denti gialli e poi 7-8-9-10-11….. ce ne sarebbero tante di cose negative sulla classica sigaretta..

  • mcantafio

    Credo che l’autore di questo articolo non si renda conto (o forse non vuole rendersene conto, il che sarebbe molto grave) che la sigaretta elettronica E’ UNA SVOLTA EPOCALE nella battaglia contro il vizio del fumo e questo anche alla luce dei tantissimi studi già pubblicati da importanti istituti scientifici e medici; non pensate che se avessero trovato anche soltanto un motivo per bandirle, le multinazionali potentissime del tabacco ed anche del farmaco (vedi Pfizer con le sue metodologie anti tabagismo largamente inefficaci tipo i cerotti) non le avrebbero già eliminate dal commercio? Purtroppo articoli vaghi come questo potrebbero far prendere decisioni sbagliate a chi è in procinto di provare questa via. Per quanto mi riguarda non smetterò mai di promuoverla con tutti, per me è un miracolo! PS: Consiglio a tutti di leggere il più possibile al riguardo e di decidere autonomamente, però almeno provatela, come me resterete allibiti dalla facilità con cui vi toglierete la sigaretta ‘analogica’ dalla bocca.

  • mcantafio

    con il glicole propilenico ci si fa l’aerosol, la glicerina vegetale ad oggi non ha ancora ucciso nessuno, l’acqua solo se affoghi, la nicotina la possiamo calare nel tempo e comunque non è cancerogena, io al posto delle 30 Marlboro, per ora svapo tranquillo. e grido al MIRACOLO!

  • mcantafio

    Scusate: doveva essere una risposta al post di ‘detective2’, sorry. Buongiorno, credo che abbia già letto qui sotto e qui sopra i tantissimi commenti positivi, non saremo mica tutti impazziti? (io fumatore di 30 e più sigarette da 35 anni)

  • mcantafio

    Buongiorno, credo che abbia già letto qui sotto e qui sopra i tantissimi commenti positivi, non saremo mica tutti impazziti? (io fumatore di 30 e più sigarette da 35 anni)

  • Provo a risponderti nel merito. Non vuoi cambiare perchè ti piace ciò che fai. Dopo aver letto questo articolo ho dato una scorsa al tuo blog e quello che ho scritto sopra è l’unico motivo che ti spinge a dare un parere su una cosa che:
    A): Non apprezzi, anzi trovi “minacciosa” nei confronti di ciò che ti piace.
    B): Non conosci. Perchè non vuoi conoscere a causa del tuo atteggiamento “difensivo”.
    Io di sigarette ne fumavo dalle 40 alle 50 al dì e quando ho deciso di passare al vaporizzatore personale (Questo è il nome di ciò di cui stiamo parlando, “sigaretta elettronica” è una definizione semplicistica che per di più non aderisce per nulla alla realtà..) avevo un incentivo per farlo. Mi facevo schifo da solo. Volevo smettere ma non ci riuscivo e mi sono rivolto al “mercato” che mi offriva un ventaglio di alternative tra le quali ho scelto quella che tu critichi senza informarti. Non starò qua ad elencarti i lati positivi, ti basta rileggere i tanti post sotto al mio, chiunque ha provato e non si è fermato alle prime difficoltà (perchè ci sono…) prova le stesse cose che ho provato io e migliaia di altri “ex fumatori..”.
    Non mi metto nemmeno ad elencare il mare di inesattezze che hai scritto, son sicuro che lo han già fatto meglio di me in precedenza. L’unica cosa che mi vien da aggiungere per concludere è che quando fumavo l’unica cosa che facevo era accendermi la sigaretta, fumarla , spegnerla e gettarla. Ora che SVAPO ho un hobby in più, questo “nuovo mondo” è ancora in gran parte inesplorato e quindi chi come te ha spirito di iniziativa e passione da vendere può trovare un suo spazio, anche enorme. Ti basti pensare che il tuo vaporizzatore personale puoi costruirtelo con le tue mani, allargando le tue conoscenze e soddisfazioni personali…

  • Certo, non voglio cambiare perché sono un fumatore moderato, arrivo massimo a 10 sigarette al giorno, mai sfiorata una soglia alta come la tua, pertanto, pur essendo consapevole di farmi del male, preferisco fumare con moderazione ma con piacere, piuttosto che arrivare al punto di spegnerla, aspirare e buttarla. Questa di cui parli tu è una mera costrizione psicologica, e se sei riuscito a smettere sono felice per te e la tua salute, ma non capisco dove hai riscontrato “inesattezze” nell’articolo. Non mi pare di aver scritto “fumate sigarette normali perché quella elettronica fa più male”, pertanto non capisco come fai ad insinuare che trovo “minacciosa” la sigaretta elettronica nei confronti della sigaretta tradizionale. Personalmente a me non cambia nulla se la sigaretta elettronica arriverà a essere più venduta delle sigarette tradizionali, io ho solo aperto un dibattito, poi ognuno è libero di fare ciò che vuole della propria salute, ma quello che cerco di fare nel mio blog è aprire un dibattito aperto a tutti nel rispetto reciproco. Il mio atteggiamento “difensivo”, come lo definisci tu, scaturisce dal fatto che sul sito di una marca di sigarette elettroniche vendute in italia compariva un messaggio pubblicitario ingannevole, che adesso hanno tolto. Nelle sigarette e nei tabacchi (materia principale di questo blog) la scritto IL FUMO UCCIDE compare chiaramente. Tutto qui. Siamo in un paese libero, fumate ciò che più vi piace ;)

  • ciao io ho incominciata a fumare la sigaretta elettronica da tre settimane mi trovo molto bene fumo poco e la cosa piu’ importante nonho la tosse e la miavoce finalmente dopo tanti anni la mattima non e’ piu’ rauca e tra l’altro risparmio tanti soldi, io penso che la siagaretta elettronica fara’ anche male alla salute ma fa piu’ male alle casse dello stato

  • gaetano

    e a te interessa più la tua salute o le casse dello stato

  • mcantafio

    Guardi, ho letto il suo post qui sotto (mi riferisco all’autore dell’articolo) e non è come dice Lei ovvero ‘fumate quello che vi pare, qui si discute tranquillamente’ più o meno; infatti il tono del suo articolo è tutto a discapito della e-cig, tipo: non facevano male ed invece si (un po’ azzardato dire così, no?), oppure tipo: hanno aperto tanti store ed adesso se li danno in faccia, mi dica lei se si può considerare questo un modo di discutere senza interessi particolari, per questo in tanti le stiamo dicendo che così si fa disinformazione totale. Saluti e grazie per lo spazio.

  • comunque io volevo dire la mia :io ho incominciato a fumare all’eta’ di 16 anni e ironia della sorte mi hanno regalato a 50 anni la sigaretta elettronica da pochi giorni : volevo dire che ero arrivato a sballare il 4 pacchetto di diana blu al giorno !!!!!! Bè non ci crederete ma non riesco piu’ a fumare una diana mi fa schifo e mi fa tossire sono gia’ passato a nicotina zero in 6 giorni e mi sento benissimo gia’ non tossisco piu’ alla mattina !!!!!!!! Allora che dire : EVVIVA la sigaretta elettronica fumatori provatela datemi retta puo’ funzionare

  • Marcos Tomassini

    Non credete alle sciocchezze che si dicono sulle e-cig. Ho fumato 20 sigarette al giorno per otto anni (ora ne ho 28), e da più di un mese uso esclusivamente una sigaretta elettronica. Risultati? Dopo pochi giorni è sparito il senso di pesantezza al petto, e i bronchi si sono rapidamente liberati del catarro. Se si fa attività fisica, il beneficio è ancora più evidente: aumentano la resistenza e il fiato. Certo, si mantiene la dipendenza da nicotina, ma 1)la gradazione la scelgo io, e 2)non è la nicotina che è cancerogena, ma il catrame e le altre migliaia di sostanze che si generano dal fumo prodotto dalla combustione delle sigarette normali; la nicotina è pericolosa solo se assunta in quantità spropositate.
    Adesso, quando mi capita di essere in presenza di fumatori, non riesco più a tollerare l’odore e avverto un’irritazione immediata delle mucose del naso, segno inequivocabile che il mio organismo si è disabituato a ricevere quell’immondizia.
    Le sigarette elettroniche esplodono? Sì, quelle dozzinali. Se comprate un modello serio – e costoso – questi spiacevoli eventi non di verificheranno mai (io possiedo due ovale elips c series, 130 euro ma sono il top).
    La sigaretta elettronica fa male? Sì, ai monopoli di stato. Non fatevi fregare.

  • E’ davvero ridicolo chi afferma che la sigaretta elettronica fa male come la sigaretta normale, e se non è ridicolo è sponsorizzato dalle lobby di tabacchi e dal monopolio di stato che ci perde migliaia di euro al giorno! Chiariamo, la parte maggiormente nociva della sigaretta tradizionale sono : Catrame, che nella sigaretta elettronica è del tutto assente, e monossido di carbonio, anch’esso assente del tutto. Inoltre nelle sigarette tradizionali sono presenti migliaia e migliaia di sostanze additive che non sono scritte da nessuna parte nei pacchetti! Finitela di dire cretinate sperando di abbindolare chi non ha una cultura tale da capire che siete una massa di bugiardi! In’oltre dire che la resistenza bronchiale sviluppata da un fumatore è pari a quella di chi fuma la sigaretta elettronica è un’altra bufala pazzesca, la sigaretta elettronica ha lo stesso principio del’aerosol, solo cambiano le sostanze! Chiariamo non si deve incoraggiare nessuno a dire che potete fumare liberamente la sigaretta elettronica, comunque l nicotina ha effetti negativi, ma da qui a fingere che faccia male come la sigaretta normale ce ne vuole! Mi chiedo, chi ha scritto sto blog, quanto ha chiesto alle multinazionali del tabacco? O magari è un dipendente del monopolio di stato! VERGOGNA! Dovrebbero denunciarti i manager di tutte le ditte che producono sigarette elettroniche! Inoltre, in merito alle ricerche di pneumologi che dicono quelle corbellerie ti prego, uno di citare nomi e cognomi, due istituto che ha finanziato la ricerca, tre anche sulla sigaretta normale c’è ancora chi dice che non è provato che provochi il cancro!

  • Sandro Ferrante

    Buonasera a tutti, sono un ex fumatore (20 “analogiche” al giorno per 27 anni). Ad agosto 2012 ho acquistato la mia prima e-cig partendo da 18 mg/ml di nicotina. Sono passati 6 mesi e 5 giorni, non ho più toccato una sigaretta e ho portato la nicotina a 4 mg/ml. Risultato: Non ho più il fiatone quando faccio le scale o quando corro, non puzzo più di fumo come un camino, ho risparmiato 841.50€, ma ne ho spesi circa 200 per trovare l’hardware giusto. Inutile sottolineare che quelle vendute in farmacia sono delle fregature.
    Il corpo umano non è fatto per respirare sostanze diverse dall’aria pura quindi di sicuro è meglio smettere. Spero di essere stato utile a qualcuno con le idee confuse.

  • Enxo Barby

    Fa male,molto male alle casse dello “stato”(minuscolo),Dove lavoro io non fuma più nessuno le sigarette normali e al tabaccaio vicino a noi mancano al mese quasi 6000 euro,Mi incazzerei pure Io da stato,incominciano a mancare un sacco di milioni di euro.Ma poi non lo hanno scritto loro che le sigarette nuocciono gravemente alla salute? Meditate gente meditate……

  • agostinofranco

    Nei frullatori c’è scritto che se infili le dita quando sono in funzione ti fai male!

  • agostinofranco

    La mia critica è sul taglio e le cose non dette. Quando c’è qualcosa di nuovo e sicuramente meno dannoso della sigaretta, si ergono barricate, invece di favorirne l’uso. Ma poiché lo stato non ci guadagna, tasse accise ed altro viene ostacolato. Vedi il gioco d’azzardo, prima era demonizzato, articoli su articoli, e prese di posizione statali. Poi da quando lo stato prende il suo, tutti zitti, il ministero della sanità e il consiglio superiore della sanità, tacciono, nonostante la conclamata pericolosità sociale del gioco d’azzardo. Risibile l’idea di vendere le sigarette elettroniche in farmacia perché contengono nicotina. Se i propositori fossero coerenti dovrebbero parimenti obbligare la vendita delle sigarette in farmacia. Ma purtroppo la coerenza e l’obbiettività non esiste. La sigarette è certo fanno male, ma ne ministero e consiglio superiore della sanità a chiesto la loro messa al bando. Li lo stato ci guadagna, è tutto qui. Qualunque divieto e limitazione venga posto alle sigarette elettroniche deve essere moltiplicato per 100 per le sigarette naturali contenenti tabacco, Qui di seguito il parere del prof. UMBERTO VERONESI, “Caro Stefano, la sigaretta elettronica è assolutamente innocua, soprattutto quella senza nicotina, tanto è vero che, per esempio, è utilizzata per un protocollo scientifico multicentrico ufficiale che coinvolge tre IRCCS milanesi. La sigaretta elettronica può essere uno strumento molto utile per iniziare un processo di disassuefazione, soprattutto in chi ha una forte dipendenza psicologico – gestuale, che è una delle componenti fondamentali e più difficili da eradicare della dipendenza del fumatore.” (Tratto dal corriere della sera sez. Salute.) Questo è un parere scritto e sottoscritto, vorrei sapere i nomi dei medici contrari.

  • ciao Giuseppe,vorrei sapere il nome della sigaretta elettronica che fumi..perche da un mesetto circa l’ho acquistato anch io,e si chiama BACCO, ma non ho i risultati che hai avuto tu……

  • Dopo 30 anni di sigarette dopo pochi giorni di uso devo dire che non sento alcuna mancanza , sembra di usare una pipa più che una sigaretta ma devo dire che sta davvero facendo effetto . Si dice che non sia del tutto salutare ? Beh .. Tra respirare 360 sostanze chimiche combuste a del vapore con nicotina anche se non fosse salutare al 100 % lo ritengo un enorme passo avanti .

  • io ho acquistato da poco la sigaretta elettronica secondo me e efficace perchè ti fa fumare molto meno conosco persone che addirittura ha smesso di fumare….

  • Posto qui solo le conclusioni di un studio scentifico sulla sigaretta elettronica, citato da wikipedia e condotto dalla LIAF, Lega Italiana Anti Fumo, in collaborazione con l’Università di Catania, . E’ in inglese ma l’ho letto tutto traducendolo con google.
    Lo trovate a questo indirizzo: http://www.biomedcentral.com/1471-2458/11/786

    CONCLUSIONI:
    “Attuali interventi di cessazione del fumo può aumentare la probabilità di smettere di fumare nei fumatori impegnati che sono già motivati ​​e pronti a smettere di fumare ma una più ampia gamma di interventi sono necessari al fine di portare più i fumatori in trattamento e aumentare il numero di coloro che sono motivati ​​a fare uscire tentativi. Anche se non formalmente regolato come prodotto farmaceutico, la e-sigaretta può aiutare i fumatori a rimanere astinenti o ridurre il loro consumo di sigarette. Sostituendo le sigarette di tabacco, e-sigaretta può solo salvare vite umane.”

  • glucka

    sono un fumatore da 25 anni e NON ho intenzione di smettere! Detto questo sono 10 gg che utilizzo le e-cig. e mi trovo ad essere passato da 15 sigarette al giorno a 4-5 la sera , la casa non puzza più i vestiti neanche , non ho più senso di costrizione al petto il giorno dopo delle serate a poker con amici ( 20-30 sigarette in una serata) , non so’ se e’ peggio o meglio ma gioco a tennis e calcetto e ho notato miglioramenti fisici,mi piace la buona cucina e sento meglio i sapori , non soffro di astinenza da nicotina ( ne assumo comunque 18 mg/ml) e a ” naso ” non assumo i prodotti di combustione ( catrame in primis ) .
    Ho fatto un piccolo esperimento casalingo : fumata una siga tradizionale con un fazzoletto di carta che ovviamente diventava bruno – nero ( penso a causa del catrame ) con la sigaretta elettronica nessuna colorazione del fazzoletto . Conclusione : quanto meno anche se ti fai male penso che te ne fai sempre meno che con le tradizionali .
    P.S.: Attenzione a chi dice che fanno peggio delle tradizionali , generalmente sono studi sponsorizzarti da chi produce i tabacchi. Attenzione a chi dice che sono meglio i farmaci a base di nicotina poichè gli studi sono sponsorizzati da case farmaceutiche ( Pfizer), mentre non vedo come le sigarette vendute in farmacia possano non essere valide almeno tanto quanto quelle vendute in negozi specializzati, anzi le farmacie sono soggette a controlli accurati sulla vendita di qualsiasi presidio ( lo dico da farmacista )

  • gianni08

    sono 3 settimane che non fumo ne fumavo circa 30 ora con la sigaretta eletronica ,nicotina zero,mi viene la tosse e mi sento il catarro alla gola ce qualcuno che mi puo dare una spiegazione grazie

  • andrea ferrari

    Mi viene da ridere, ma forse sarebbe meglio piangere, pensando che, in un periodo come questo in cui le sofisticazioni alimentari spuntano come funghi, la maggior preoccupazione dei “signori” al potere sia quella di ostacolare l’uso del vaporizzatore personale!
    Dopo 35 anni di onorato servizio per il Monopolio (dai 2 pacchetti al giorno in su) mi sono avvicinato, e non senza perplessità, a questo nuovo mondo.
    Il 2 Gennaio, dopo aver fumato le ultime 2 sigarette rimastemi nel pacchetto ed essermi comunque rifornito dal tabaccaio (tanto per non restare, eventualmente, in braghe di tela), ho fatto la mia prima svapata e non ho più smesso. I due pacchetti sono ancora lì intatti.
    Non saranno certo miracolosi e qualche problema, probabilmente, a lungo andare salterà fuori ma i vaporizzatori personali (che credo siano basati sul principio del Narghilè, se mi sbaglio correggetemi ve ne sarò grato) per il momento mi hanno permesso di ricominciare a gustare maggiormente il cibo (sofisticato ovviamente :-) ), eliminare la puzza di fumo da vestiti e appartamento, respirare meglio, fare le scale senza affanno e soprattutto …….. fare pace con il portafoglio!!!!!

  • 75pamela7

    Sono assolutamente d’accordo con te, per gente come me, noi, dipendenti dalla sigaretta da decenni, la sigaretta elettronica non poteva che essere una ottima soluzione per intraprendere il cammino verso la libertà totale…non lo ritengo un prodotto illusorio, nè costoso, sarà anch’esso dannoso, certamente siamo consci del fatto che continuiamo a introdurre nicotina..ma a mio parere nulla a che fare con il danno che mi sono provocata per 20 anni con 20 sigarette tradizionali al giorno! Ogni parola contro la s.e. fa tanto ridere anche a me, se non piangere come dicevi, adesso fanno pure pubblicità positiva alle sigarette t. che vergogna…tanto vale che evitino di spendere tutti quei soldi per imprimere sulle sigarette che UCCIDONO esimendosi dalla responsabiltà…che finzione ed ipocrisia! Ci trattano e ci facciamo trattare come burattini. Dieci gg fa ho fumato l’ultima s.t. ed iniziato quella e. con grande riserve, ad oggi va benone e mi convinco sempre più che è una genialata che avranno represso finchè finalmente non è uscita fuori…l’intenzione è smettere del tutto e con questo metodo lo si può fare, niente crisi, niente privazione, un ottimo compromesso tra la psiche e la vita che procede senza scossoni, in compenso inizi a perdere certe abitudini, meccanismi, pian piano si elimina la nicotina…e un bel giorno ti liberi di tutto…ce la farò! Il principio del Narghile mi sembra perfetto, i costi già ammortizzati…Viva la s.e. !!!

  • Amiche mie mi hanno cosigliato la sigaretta elettronica in quanto ne fanno gia uso….affascinata volevo farlo anch’io, ma questo articolo mi ha dissuaso completamente.Faro’ il possibile di fumarne meno restando cosi tradizionalista.Ringraziero’ sempre la rete che ad ogni mio dubbio mi da’ risposta esuriente.

  • Andrea

    Leggetele bene le frasi però:

    “L’efficacia e la sicurezza di questi dispositivi per smettere e / o ridurre la dipendenza dal fumo, non sono mai stati effettuati.”

    Smettere o ridurre la dipendenza. NON dice che FA MALE.

  • markus1979

    Ho da poco comprato anche io la sigaretta elettronica ma la cosa che mi preoccupa è il glicerolo…su wikipedia doce che se preso a lungo puo’ portare a dipendenza e dare problemi di stitichezza cronica e atonia intestinale…voi che dite?

  • Che dire sono 4 giorni che fumo la sigaretta elettronica .mi sento già meglio non ho piu la tosse ,incomincio a sentire gli odori,sono molto soddisfatto .Fumavo circa 20 bionde al giorno,è strano ma vero non ci penso piu’ miracoloseeee…

  • e normale ,e succeso anche a me sono i residui delle bionde,adesso dopo 2 mesi il catarro e sparito :D

  • io fumavo 40 bionde al giorno sono passato alla sigaretta elettronica da circa due mesi e mi sento rinascere

  • Camilla Beccalossi

    E’ da ormai due mesi che fumo solo ed esclusivamente la sigaretta elettronica e mi trovo benissimo. Fumavo più di 20 sigarette al giorno ed ora solo il loro odore mi da fastidio. La salute è importantissima, ma contiamo anche il risparmio… io spendevo circa 150 € al mese in sigarette… Ora ne spendo circa 15 per comprare i liquidi di ricambio al mese.
    E’ vero che la sigaretta elettronica costa parecchio (€ 130.00 quella che ho comprato io), ma in un mese ho gia ammortizzato la spesa, e mi sento molto meglio fisicamente!

  • laio90

    ma voi quante tiri fate circa con la e cigar ??? dai 150 o meno???

  • Rieccoci…
    Per l’ennesima volta si dice tutto e poi il contrario di tutto.
    Come se ci fossero dei “cicli” : prima ti spingono ad acquistare un prodotto perchè non nocivo o comunque migliore di un altro e poi dopo un po di tempo esce sempre qualche nuovo studio che afferma il contrario.
    Alla fine la sola cosa certa è che ti spingono a spendere sempre più soldi !! Personalmente credo che sia solo una questione di soldi e di mercati.
    Riguarda la sigaretta elettronica anche io l’ho provata e posso solo confermare che da subito ci si sente molto meglio!
    Non voglio fare il “complottista” ma viene davvero da pensare che dietro a queste “nuove” affermazioni ci siano davvero le case produttrici di tabacchi disposte a pagare qualche Specialista, dottore o nuovo studio disposto ad affermare ciò che vogliono loro.

  • Dimenticavo, mi piacerebbe almeno vedere indicata la fonte di questo “nuovo e recente studio” e magari anche i nomi di “alcuni pneumologi” e la loro “Ricerca”.

  • Mario Barteri

    Sono d’accordo con Davide Bosco! Senza essere complottisti è quantomeno inquietante che si diffondano notizie allarmanti sulle sigarette elettroniche, senza aver fornito alcuna giustificazione scientificamente validata,ma sensazioni di presunti esperti. E’ la solita storia! C’è sempre qualcuno che la sa lunga, fa affermazioni generiche, lasciando intendere che “lui” sa tutto e non si abbassa a dare spiegazioni. Due domande: 1) che ne pensano questi “esperti” dei cerotti e le gomme da masticare alla nicotina? Forse questi prodotti non fanno male perchè si sono investiti milioni di dollari per reclamizzarle? 2) E’ possibile affermare che aspirare acqua è quasi equivalente ad aspirare fumo di sigaretta che contiene centinaia di composti chimici cancerogeni accertati?

  • antonello.capac

    sono contentissimo anch’io della e-siga…fumavo venti sigarette al giorno e puzzavo come un posacenere…ora ne fumo al massimo 3/4 e sto molto meglio come respirazione etc…un dubbio soltanto…tutto quel vapore inalato, a lungo andare, potrebbe essere causa di acqua nei polmoni con tutte le conseguenze del caso???….grazie a che mi risponde

  • Articolo tanto inesatto quanto le righe riportate “Sul sito ufficiale della sigaretta elettronica più conosciuta in Italia”.
    Ipocrisie a parte, la sigaretta elettronica svuota i polmoni da tutto il catrame dovuto alla combustione.
    Portato al limite a zero il problema del fumo da sigaretta, bisognerebbe pensare al problema dovuto all’inquinamento degli autoveicoli e delle fabbriche!! In questi giorni ho sentito tanta di quell’ipocrisia che mi ha fatto accapponare la pelle (gente che gira con auto EURO0 che si permette di criticare e cercar di dettar legge sulle sigarette elettroniche!!!…fuori dal mondo!!)

  • Bert Roug

    Fumavo un pacchetto al giorno e ho deciso di smettere acquistando la s.e. Dopo 2 mesi sono aumentato 8 kg e mi sono accorto di aver molto più fiato di prima. La sera ho un colorito normale, roseo..mentre prima tiravo al grigiastro. Mi addormento subito. Non so se è stata testata, non conosco le procedure burocratiche che si sono accavallate da quando è stata commercializzata…ma io ho trovato indiscutibili vantaggi.

  • Bert Roug

    Ti stai spurgando..io continuo ancora ad espellere catarro in gola…ma mi sento un altro..Oggi ho fatto un sentiero che non facevo da mesi perchè mi spompavo come non so cosa. Bhe…sono stato un fulmine e non avevo neppure il fiatone..
    :-)

  • Sono stato un fumatore di tabacco senza filtro per oltre 20 anni, ora sono 10 giorni che non fumo grazie alla sigaretta elettronica. La prima volta che ho provato a smettere è stato tremendo ed ho fallito. Ora con la sigaretta elettronica non ho quasi fatto fatica a smettere. Io ho acquistato la dgsmoke e mi trovo benissimo. Se volete fare un ordine potete inserire il mio codice per avere uno sconto del 10% (in questo modo anche io avrò uno sconto sul prossimo ordine). Il codice è 201-100-150

  • io ho fumato sempre più di due pacchetti al giorno ma da quando ho comprato la sigaretta elettrica non fumo più la tradizionale non so se fa male ma a me mi ha aiutata molto ok ciao

  • sono una persona che ha fumato più di 2 pacchetti al giorno ma da quando ho l’elettronica subito ho smesso con la tradizionale non so se fa male fumarla o meno ma a me mi ha aiutata

  • Franco Amoruso

    Caro amico che ha scritto l’articolo. La risposta te la dai da solo: la sigaretta elettronica non provoca cancro. Credo che non ci sia più da discutere a questo punto. Il fatto che poi la nicotina non faccia bene è un’altra storia che comunque non porta alla morte come la combustione.
    Poi, non è un caso che in ogni articolo teso a sminuire la sigaretta elettronica, le informazioni siano poco chiare. Si legge sempre che “le sigarette elettroniche provocano un aumento della resistenza che i bronchi oppongono al passaggio dell’aria”. Che significa? Ho interpellato uno pneumologo che ha detto: “Un cazzo di niente”. Io fumo sigaretta elettronica da circa 3 mesi. Da allora non tocco più tabacco e vi aggiungo che in questo lasso di tempo la quantità usata di nicotina nella sigaretta elettronica è crollata vertiginosamente. Inoltre possono passare intere giornate senza fare neanche una boccata e non sento la mancanza della nicotina. Di conseguenza ritengono che tutte le info che stanno girando siano dettate da un unico fine: tutelare gli interessi sia dei GIGANTI DEL TABACCO sia dello STATO che sta perdendo parecchi denari.

  • salvo

    Salve sono 5 gg che fumo digitale e vi posso dire che da una busta di 20gr di tabacco al giorno fumavo rollate e non confezionate,sono passato a 1 sola sigaretta rollata al giorno quella della mattina dopo il caffe,poi per il resto della giornata svapo con liquido con nicotina 0,9 e lasciando stare il risparmio che si ha,mi sento molto meglio fisicamente.
    Ma forse sara anche un effetto transitorio?io le ho provate davvero tutte ho inziato a fumare a 15 anni ero arrivati a 2 pacchetti di marlboro al giorno,volevo smettere ho provato addirittura con un farmaco(champix) e ho fallito anche con quello,poi sono passato al rollaggio,poi un giorno sono passato fuori un negozio di sigarette elettroniche e sono entrato per curiosita,forse per la bravura e la competenza della commessa sono uscito con il kit della sigaretta elettronica, liquido ecc,ecc.
    Ero molto diturbante credevo che avevo buttato 100 euro,invece mi sono dovuto ricredere,e sono molto contento,forse l’unico che ci è rimasto male è il mio tabaccaio,perchè non compro piu la mia busta gionaliera di tabacco!!

  • Tina Molinari

    da 2 settimane uso la sig, elet. la prima settimana con nicotina, dalla seconda uso aromatizzata alla menta senza nicotina. Fa ugualmente male?

  • Stef

    Per evitare che vengano importati prodotti scadenti o pericolosi
    contenenti liquidi da zone poco “controllate” magari da clan malavitosi
    ritengo sia giusto che le sigarette elettroniche vengano
    commercializzate o nelle Farmacie o nelle Tabaccherie, questo per
    evitare speculazioni di ogni tipo…in questo modo se dovessero
    scoppiare sappiamo con chi prendercela!!!!! I giovani con tale prodotto
    sono maggiormente esposti al vizio del fumo data la pubblicità che le
    aziende di e-cig attuano continuamente sul mercato. Da non fumatore
    aborro sia chi fuma il normale tabacco che contiene circa 4600 SOSTANZE
    NOCIVE…sia le sigarette elettroniche che nel liquido usato per svapare
    contiene in gran parte anche il GLICOLE usato anche come ANTIGELO PER
    LE AUTOMOBILI…………SE CONSIDERIAMO INOLTRE CHE LA SIGARETTA
    ELETTRONICA INVENTATA DA UN CINESE PROPRIO IN CINA è STATA VIETATA UN
    MOTIVO CI SARà….FACCIAMO BUONA INFORMAZIONE PER FAVORE….NON VORREI
    CHE CHI HA APERTO CON 4 SOLDI QUESTO TIPO DI ATTIVITà SPECULI SULA
    POVERA GENTE…!!!! GRAZIE e W CHI NON FUMA!!!

  • marco

    bhe che dire…..anche io fumavo 1 pacchetto al giorno di sigarette classiche, poi, stanco e affannato ho deciso di dare un taglio. Ho comperato la sigar ellettronica con nicotica da 16 mg/ml e pian piano e con tanta forza di volontà (perchè ce ne vuole) ho ridotto mensilmente la dose di nicotina arrivando dopo 3 mesi a nicotina zero.
    Sono pienamente soddisfatto e sto meglio fisicamente, senza quelle meteoriti nere che alla mattina escono dal nostro corpo..(scusate la rozzità). La consiglio pienamente, e se vi vien voglia di fumare entrambi…siate forti, respingete la sigaretta classica…non è più forte lei che noi…la ci si può fare….garantito…

  • Alex (da Imperia)

    Salve a tutti. Io ho incominciato a fumare sigarette in modo abituale a 20 anni. Adesso ne ho 31. Ero arrivato a superare il pacchetto quotidiano di Chesterfield. Da circa 2 settimane, non tocco più una sigaretta. Mi sono già ripagato il costo iniziale della sigaretta elettronica (fate vobis, 5 euro al giorno per 14 giorni, la E-cig mi è costata 64 con la prima ricarica).
    La cosa più bella che ho notato: riposo meglio perché respiro meglio, niente più gola secca e naso ostruito quando mi alzo.
    Ho già dimezzato la quantità di nicotina dall’1,8% al 0.9%. Consiglio a tutti di trovarsi qualcosa che ricordi anche vagamente il sapore di quello che era abituato a fumare in modo da avere un passaggio graduale. Conto anche di smettere completamente, ma con calma… Per ora mi reputo estremamente soddisfatto! Sono passato alla menta al 0,9% di nicotina… E non è niente male! Ricorda le Malboro al mentolo se qualcuno le ha mai fumate :)
    Penso che il primo viaggio che mi farò presto fuori dall’Italia sarà il risultato di qualche mese di risparmio grazie alla sigaretta elettronica. Noto che il portafoglio sta un po’ meglio (6 euro di ricarica possono durare anche 2 settimane)… A conti fatti, risparmierò 150 euro al mese ed in questo periodo è proprio una valida motivazione in più.

  • Roberto

    Sono 15 giorni che uso la sigaretta elettronica non so se il danno è minore però dormo molto meglio e il fumo della sigaretta tradizionale mi dà molto fastidio

  • Complimenti, bella rispota al post e molto sensata :)

    Io fumo da 12 anni e da 1 settimana sto “Svappando”. Devo dire che sigarette non ne ho fumate se non in rari casi, mentre prima per me era impensabile uscire di casa senza un pacchetto di sigarette.

    Ora con la sigaretta elettronica son passato dai primi giorni che utilizzavo il liquido da 14ml di nicotina a diluirlo con il liquido nicotina free per circa il 70% ed oltre.

    Sta di fatto però che quando si usa la sigaretta elettronica bisogna impatare a regolarsi.. In fondo finire 1ml di liquido non ci si mette poi molto e si righie di assumre magari piu del doppio di nicotina che si assumeva prima con le sigarette. Ma basta un pò di accortezza.

    Per non parlare poi del fatto di riuscir a respirare a pieni polmoni. Prima se facevo un respiro profondo, non riuscivo ad arrivare a sentire i polmoni pieni di aria oppure tossivo, mentre ora già dopo pochi giorni la situazione è notevolemnte migliorata.

    Inoltre penso che la sigaretta elettronica faccia male sopratutto allo stato, in quando non essendo monopolio non hanno i generosi ricavi dati dalle sigarette.

    Poi non capisco perchè ci sia tutto questo accanimento contro le sigarette elettroniche! Sappiamo che fumare fa male, probabilmente lo faranno anche le sigarette elettroniche, ma ne siamo SEMPRE e COMUNQUE CONSAPEVOLI.

    QUindi non vedo il motivo per qui si debba sempre aprire un dibattito su queste sigarette elettroniche.

    Vogliamo fumare? Dobbiamo essere liberi di farlo come vogliamo.. Al naturale o in modo tecnologico.

  • Salve, complimenti per la sua risposta.
    Quindi se lo dice anche un medico, io continuoa svapppare il tranquillità :)

  • fumavo 3 pacchetti al giorno di sigarette, dal primo tiro con l’elettronica, non ho piu’ messo in bocca una paglia,mi fa anche vomitare solo il puzzo del fumo.sara’ psicosi? ma!!! speriamo di no!!

  • Io vorrei acquistare una sigaretta elettronica. Potreste darmi qualche dritta xfavore? Attendo…GRAZIE!

  • ARIANNA

    LA SVAPO è VELENO IO SONO FINITA IN PRONTO SOCCORSO E PER MESI MI SONO DOVUTA CURARE CON IL CORTISONE HO RISCONTRATO ADDIRITTURA L’INSORGENZA DI LINFONODI E PERDEVO DAL NASO COLATE DI PROPILENE BIANCO SOTTOFORMA DI MUCO IIL PROPILENE GLICOLATO è CHIMICO E IN COMBUSTIONE CON LA VASELLINA è MICIDIALE MI HANNO MANDATO AL CENTRO VELENI E VOLEVANO CHE DENUNCIASSI AL COMUNE AHAHAHAH COME SE MI AVESSERO CONSIDERATO . SONO TUTTE SOSTANZE PRODOTTE IL CHINA MEGLIO LA SIGARETTA TRADIZIONALE!

  • GIUSTISSIMOOOOOOOOOOOOO

  • SONO DACCORDISSIMO CON TE CRIS…

  • Super Zietto Ale

    Salve a tutti. Vi riporto la mia esperienza diretta.

    Sono, o meglio ero, un fumatore da circa 18 anni, 15 sigarette in media al giorno. Da un momento all’altro ho deciso di acquistare la e-cig della categoria modello pharma.
    Molto simile ad una vera, senza odori e schifezze varie. Ho ripreso lo sport seriamente. Ho smesso di fumare immediatamente. Ho abbandonato la nicotina dopo tre filtri. Ora uso solamente quelli al gusto di menta. Nessun problema polmonare. Anzi ho avuto miglioramenti bestiali. Nessun aumento di peso. Quoto in tutto e per tutto Fabio e Rino08. Basta con le stupidaggini. La chimica non è un’opinione personale. Glicole e Glicerolo. Aromi alimentari. Se presente – nicotina- non cancerogena. Tutto il resto sono solo chiacchiere da poveretti senza cultura, oppure da persone ben pagate per farlo. 1+1=2. Convincetemi del contrario.

  • barbara

    Stamani sono andata al Centro Trasfusionale della mia città per diventare donatrice di sangue. Come si usa in questi casi il medico prima di eseguire una visita generale al candidato donatore, gli pone delle domande specifiche tra le quali se è un fumatore. A questa domanda ho risposto che lo sono stata

    per quasi 40 anni ad una media di 1 pacchetto al giorno ma che da un mese sono passata alla sigaretta elettronica. Visitandomi il medico mi ha detto che i miei polmoni respirano stranamente benissimo tanto da non sembrare per niente quelli di una fumatrice di lungo corso come me.

    In effetti dopo pochi giorni aver smesso di fumare “bionde” ho cominciato a sentire il mio respiro più pulito, dormo molto meglio, sento meglio odori ed i sapori, la mia pelle è più bella (me l’hanno fatto notare gli altri) insomma sto bene! E la cosa più sorprendente è che la vecchia sigaretta non mi manca per niente e di conseguenza non sono affatto nervosa nè ansiosa per la mancanza di nicotina, perché l’assumo, seppur moderatamente, con la sigaretta elettronica. E la nicotina non è cancerogena e assunta in quantità moderate (a meno che non si soffra di particolari patologie) non fa per niente male.

    Inoltre risparmio un sacco di soldi. Ho fatto il conto che tolto l’investimento iniziale della sola sigaretta elettronica pari a € 60 (con doppia batteria), in un mese ho consumato 30 ml di prodotto (una boccetta e mezzo) pari ad € 15 …. prima spendevo 4,50 € al giorno che per 30 giorni fanno oltre 113 € di cui un pò più del 70% vanno allo Stato in accise e Iva. Quindi ogni mese “versavo” allo Stato, oltre alle tante tipologie di tasse che già pago, altre 80 € extra grazie al mio vizio. 80 € x 12 mesi fanno 960 € che ogni anno lo Stato non incassa più da me che moltiplicato per tutti i cittadini che smettono di fumare “bionde” grazie alle sigarette elettroniche fanno ……. centinaia e centinaia di milioni di euro … miliardi di euro che non entreranno più e che per far andare avanti la terribile macchina “mangiasoldi” dovranno essere sostituiti da nuove tasse e questo si che fa molto ma molto MALE!

    Barbara

  • Marcello

    Ma smettetela di dire cazzate. Lo volete capire o no che tutte queste ricerche che dicono che le esig fanno male sono finanziate dalle industrie farmaceutiche e dalle multinazionali del tabacco che stanno perdendo miliardi di euro. Il glicole propilenico e’ un solvente che si usa in campo farmaceutico e alimentare che serve per scogliere sostanze nei liquidi e non è cancerogeno , il glicerolo vegetale lo si usa per fare sciroppi e creme, l’acqua non ha mai fatto male e per finire la nicotina, anche se da assuefazione non è cancerogena. Adesso il vapore acqueo fa male? Allora non fate fare più ai vostri bambini aerosol, non andate più a farvi le saune ecc…
    Che tristezza

  • allora: una considerazione, ani due .:
    primo circa sei mesi or sono mi recai in una nota farmacia del mio vicino paese ( vivo in pr di Brescia) , chiesi consulenza alla Dottoressa al Bancone, ( la faccio Breve) ne uscii con uno scontrino da 65€ e una sigaretta elettronica pressoche’ uguale alle mie affecionades marlboro, con la differenza che questa aveva i filtrini e il capo ( la testa per essere precisi) blu e si accendeva ad ogni mio tiro.. risultato,?
    Batteria circa un ora e mezza … secondo risultato buttati 65€…
    la settimana scorsa ( io lavoro come cameriere in un ristorante) il mio datore di lavoro tessendo le lodi del mio operato mi rimprovera che non posso andare davanti al cliente e puzzare ( si puzzare) di fumo come una stufa a legna …allora la sera verso l’una torno dal lavoro, posto subito un commento su Face e chiedo : chi conosce un negozio dove posso trovare le nuove sigarette elettroniche ???
    mi risponde un amica e mi indica un negozio a 5 minuti da casa mia… l ‘indomani ( erano le 11 :35 di mattina ) esco prendo visione del negozio, entro, parlo con la titolare molto preparata, e ne esco con uno scontrino di € 79 con due Ecigarette, una ricarica al 10% di nicotina e tanta voglia di smettere, bhe … miei cari signori , da 35 malrboro al giorno a ZERO :::::: si ZERO … ( una l ‘ho voliuta provare eee vi garnatisco che mi ha fatto schifo …) ora come ora vorrei aver postato molto tempo fa il mio messaggio su fb!!! incredibile ma con me par che stia funzionando :) in bocca la lupo e che si fotta il governo … tanto lui ci ha sempre e solo fottuto .. quindi ….

  • gibo

    evvai grande, spero di fare il tuo stesso percorso!

  • ANNA

    IO SONO CONTRARIA ALLE SIGARETTE ELETTRONICHE, AI SIGARI, AL TABACCO ALTERNATIVO PERCHE’ SONO CONVINTA CHE LA GIUSTA E BUONA SIGARETTA E’ QUELLA NORMALE
    IMPARARE A FUMARE DI MENO NON E’ SEMPLICE MA E’ SEMPRE POSSIBILE RIUSCIRCI

  • max

    Io ho cominciato ad usarla da pochi giorni e devo dire che ho già risparmiato moltissimo. Fumavo malboro…..più di un pacchetto al giorno…..sulla salute ancora non posso dir niente ma sicuramente fa meno male delle malboro ciaooo

  • rosa

    fumo la sigaretta elettronica da 5 gg… inizialmente ero molto suscettibile all acquisto di questo prodotto in quanto pensavo che fosse un vano tentativo illusorio come i cerotti e altri prodotti messi in vendita per smettere di fumare.premetto che ho 30 anni e fumo da 15 anni.beh da 5 gg nn ho piu toccato una sigaretta ma non nego ke il liquido che generalmente si consuma nell arco di qualche settimana a me è quasi finito in meno di una.uso smodatamente la sigaretta elettronica perchè non mi appaga e cosi……. sto attaccata ad essa gran parte della giornata.non so se sia un bene o un male perchè quando si scarica la batteria sono nel panico….. vorrei smettere e abbandonare anke questa ma non è facile

  • Eldiablo

    mi sa tanto che tu appartieni a quella categoria che senza sapere emette sentenze sulla sigaretta elettronica nn è che fai parte di quelle case farmaceutiche che sono contro x il semplice fatto che è calato molto il loro prodotto?????

  • Rsmoke

    complimenti davvero una risposta esemplare!!!

  • Den

    Ma sei un grande, la tua risposta mi ha fatto felice. L’ho comprata oggi e mentre la commessa mi illustrava il funzionamento è entrato un tizio per le ricariche che la usava già da 1 mese. Allora gli ho chiesto come si trovava e mi ha risposto che aveva quasi eliminato le sigarette però aveva letto che provocava danni hai polmoni. Ormai che ero li l’ho comprata ma tornando a casa pensavo, ma vuoi vedere che ho preso una bidonata che fa pure male? Ora sono più sereno.

  • Tunde

    Io dico soltanto che da quando sono passata alle sigarette elettroniche, la mia asma notturna è scomparsa!!!!!!!!! Come sono anche scomparsi il tachicardia e la respirazione affannosa dopo anche i più piccoli sforzi fisici. Tanto male non faranno………. Sono rinata, le sigarette tradizionali le ho abbandonate di colpo (fumavo anche 30 sigarette al giorno..) e non mi sono mancate nemmeno un po’.

  • Nuoce gravemente alle multinazionali del tabacco, monopoli di stato compresi.

  • paske1966

    La Sigaretta elettronica fà male ai polmoni!!” …….
    L’ha detto il telegiornale, vi hanno dedicato servizi in tele e radio. Porca zozza ma come fà male mi son detto! Allora indago!!
    Da cosa è composta, vediamo un pò: – Glicole Propilenico: E’ un solvente utilizzato per far sciogliere sostanze nei liquidi, è usato sia in campo farmaceutico che alimentare, non è cancerogeno. – Glicerolo vegetale: E’ usato per sciroppi, creme e cosmesi, nonchè come additivo alimentare, non è controindicato nemmeno in gravidanza od allattamento. Acqua: Non aggiungo altro. Aromi alimentari: Anche qui c’è poco da aggiungere.
    Ove la si vuole c’è anche la nicotina: La nicotina non è cancerogena, da dipendenza si, ma non si muore di nicotina, a meno non la si metta in circolo in dosi notevoli (ad esempio 40 mg per via endovenosa) Come fà a far male la sigaretta elettronica? Allora continuo ad approfondire. Uno studio effettuato da un team di cardiologi afferma a tutto tondo che non fà male al cuore ne alle vene, di contro, immediatamente dopo, uno studio effettuato da uno staff di pneumologi tuona che la sigaretta elettronica procura danni ai polmoni ed alle vie respiratorie.
    Cacchio! Il vapore acqueo è pericoloso! Ecco spiegata allora la moria di bambini dediti alla pratica dell’aereosol. Ecco spiegate le stragi nelle cabine delle saune, per non parlare poi di tutta quella gente collassata sui marciapiedi solo perché uscita di casa con la nebbia!! Approfondisco ancora. Lo staff degli pneumologi Greci che ha lanciato strali contro il vapore acqueo è guidato da una certa Dottoressa Christina Gratziou. Cavolo ma li stanno alla fame, non hanno soldi per curare la gente ed addirittura finanziano stè ricerche. Controlliamo chi ha finanziato realmente la ricerca…
    SORPRESONA DI CAPODANNO…la finanziatrice per intero è la casa farmaceutica Pfizer. Accidenti quella casa che con le sue medicine cura il 90% delle malattie causate dal fumo, e indovinate un pò:…leggete cosa produce anche: Champix, farmaco commercializzato dalla Pfizer che ha per indicazione la disassuefazione dal fumo.

    NON FATEVI FOTTERE DA CHI DICE STRONZATE.

  • Bisognerebbe domandarsi come puo lo Stato vendere ed autorizzare da anni qualcosa che “nuoce gravemente alla salute”. Ed adesso allarmano il mondo per il vapore!!! Sono partiti studi etc…come se da un giorno all’altro lo Stato di colpo si fosse interessato alla salute dei cittadini…Che contro senso no!! Ma centrano forse i guadagni mancati degli ultimi anni a danno dei tabacchi??? :)

  • Daniele Donno

    Lo facciamo noi.Nella e-cig non sono presenti qualche migliaio di sostanze nocive alcune delle quali addirittura radioattive,in più il confronto va fatto su fumatori,troppo spesso chi non fuma fa il fenomeno parlando di cose che non sa.Personalmente in un giorno non ho sentito il bisogno di fumare,ho provato ad accendere una paglia che mi ha fatto letteralmente vomitare,la mattina seguente mi sono alzato senza catarro e mal di gola ma la cosa più bella è sentirsi coglionare da chi fuma,dicono che sembriamo tanti cretini conm ste cose elettroniche,vedi un pò te. ;-)

  • Ma non ha senso ripubblicare gli stessi commenti scopiazzati un po’ qua e un po’ la. Nessuno ha capito che l’articolo non voleva essere una diffamazione ma semplicemente un incentivo a riflettere e ad esporre le vostre considerazioni.

    Tutti pronti ad attaccare e a gettare fango. Addirittura arriva il furbone che senza nemmeno conoscermi mi proclama “venduto”. D’altronde siamo italiani, di certo non potevo aspettarmi commenti arguti e dialoghi costruttivi e civili ;)

    Cerco di rispondere più o meno a tutti i commenti.

    E’ appurato che il fumo, tradizionale ed elettronico, faccia comunque male. E’ appurato che lo stato ci perde non vendendo sigarette tradizionali. E’ appurato che in Italia esce una moda e tutti la seguiamo senza sapere nemmeno quello che stiamo facendo.

    Avete elogiato ampiamente le qualità della sigaretta elettronica, ben venga. Io non sono contrario, anzi spesso sono stato quasi tentato dall’acquistarla, ma continuo a preferire il gusto tradizionale perché sono un moderato fumatore, non fumo come un turco e un’ossessionato.

    Avete mai pensato che ancora non ci sono regolamentazioni a livello legislativo per la sigaretta elettronica? Avete mai pensato che chiunque di voi, potrebbe aprirsi un negozietto di sigarette elettroniche e venderle tranquillamente? Avete mai pensato che per vendere limonate per strada sono richieste numerose approvazioni, mentre per vendere sigarette elettroniche non ci vuole niente? Avete mai pensato che se nella limonata c’è dello sporco, al massimo ci prende un mal di pancia, mentre se va dello sporco nelle soluzioni che preparano per le sigarette elettroniche si rischia molto di più, considerando che una volta inalate, vanno direttamente in circolo? Avete mai pensato alle condizioni igenico sanitarie in cui si producono i ricambi? Siete sicuri di fumare acqua e nicotina considerando che non c’è nessuna regolamentazione, e teoricamente, potrebbero inserire anche del veleno?

    Si, le sigarette tradizionali uccidono, ma quelle elettroniche, sono davvero innocue? Non avete mai letto o ascoltato di quei casi in cui le batterie al litio sono scoppiate per sovraccarico, danneggiando gravemente chi la usava? Non avete mai sentito parlare dei liquidi contenuti all’interno che danneggiano la cute?

    Chi dice che danneggia le multinazionali del tabacco sbaglia di grosso, considerando che presto anche loro usciranno con le proprie sigarette elettroniche. Solo che personalmente, io mi fido più di un prodotto uscito da una multinazionale che vende in tutto il mondo, piuttosto che di un’azienda che ha 10 negozietti in tutta Italia.

    Voi che dite? ;)

  • che e-cig usi?

  • Nikola

    A me tutta sta gente con la sigaretta elettronica mi fa ridere, sembra la nuova moda! Poi tutti li a dire che non fa male… Ma chi ci crede, forse gli illusi e ce ne sono tanti. Per tutta risposta mi son comprato le bolle di sapone (che mettono pure allegria tra l’altro) e così quando vedo chi fuma l’elettronica o chi mi da fastidio faccio le bolle, chissà che qualcuna non gli bruci gli occhi :)

  • W la sigaretta elettronica

    Bella risposta a questo detrattore che penso sia uno dei tabaccai che al loro congresso si sono lamentati del danno erariale che la diffusione della sigarette elettronica porterà alle casse dello stato, ma di che cazz….. Parlate…… danno erariale??!!!! bene fumiamo e muoriano di cancro per il bene dello stato e delle aziende farmaceutiche?!!!!! Inaliamo vapore di liquidi prodotti da case dolciarie e no tabacco di lobby

  • salti 111

    il miglioranìmento sul fiato la assenza di tosse al mattino il 20 per cento di velocita’ di piu’ in bici , il calo dei dolori muscolari dopo 4 mesi sono evidenti visto che fumavo 28 sig al giorno adesso solo sei piu’ l elettrica . perche’ l monossido non c’e’ e anche i prodotti combusti

  • dopo 26 anni di fumo sono riuscito a smettere con una ecig,dicano quello che vogliono tanto non gli crediamo più…wwww la sigaretta elettronica

  • paula

    di sicuro assumere nicotina non fa bene , infatti non si dice che la sigaretta elettronica sia curativa , ma meno dannosa della sigaretta tradizionale . è logico che venga boicottata , instillando paure nel acquirente , tanto dal farlo desistere e rimanere sul consumo delle sigarette tradizionali . è tutto finalizzato a non perdere clienti – dipendenti . che la salute importi a qualcuno è una gran illusione , è solo il dio denaro a fare il bello ed il brutto tempo .

  • Cataudella Davide

    quello è solo un messaggio promozionale delle sigarette elettronica che viaggia nel web dai tempi di cristo.. io la sto fumando, anche se ho qualche dubbio che non faccia proprio niente come dicono in queste catene lucrose! peace

  • francesco iaria

    che la nicotina non sia acqua fresca non penso ce lo dovevano spiegare i dottoroni di qualche farmaceutica al soldo delle multinazionali del tabacco!
    daltro canto se l’alternativa è una morte lenta per una malattia quale il cancro o una veloce come um infarto, preferisco morire di infarto… a parte gli scherzi, da vizioso fumatore quale sono, penso che da quando svapo è migliorata nettamente la qualità del mio olfatto del mio gusto e dei miei risvegli, ho smesso pure di russare… certo all’ inizio si diventa delle locomotive a vapore e forse si esagera con l’ assumìnzione di nicotina, ma col passare dei mesi si diminuisce inconsapevolmente…
    e penso che le mie attuali 30 gocce di liquido vaporizzate nell arco di una giornata non mi facciano certo bene ma sicuramente non mi creano i danni e i non mi fanno correre rischi di contrarre forme tumorali come le 25/30 “paglie” che mi sono fumato tutti i giorni per 17 anni… poi facciano quello che vogliono, il glicole sarà sempre di libera vendita in farmacia( viene usato nella preparazione di basi per aereosol e addirittura in pasticceria per creare le e ssenze), e con un po’ di ingegno e un colino si può certamente creare il proprio eliquid personale.
    inoltre mi domando perchè questo accanimento non lo si abbia con molecole come l’ alcol o anchje il prezzemolo (Lucrezia borgia ci uccideva la gente)

  • io sono figlio di un burgeriano, malattia annoverata tra le arteropatie obbliteranti, morto a causa di un carcinoma polmonare, per anni ho fumato un pacco e mezzo di analogiche, poi ho conosciuto quella che oggi è mia moglie e al contempo il prezzo delle bionde era anche aumentato, pertanto volendo fare economia ero passato ai pacchi da 10, ma negli ultimi tempi e con il lavoro che faccio, ero stato più soggetto a bronchiti e frequenti raffreddori oltre al fatto che ero tutto incatarrato, credevo di aver fatto un passo avanti, ma alla fine mi ero reso conto che ero come prima, anzi alcuni giorni fumavo ancora di più.Un giorno mia moglie mi convise a comprere una e-cig e devo dire che dopo una certa esitazione, portavo con me sempre le bionde da più di un mese il solo pensiero di fumare analogico e sentire il calore in gola…..

  • Giuseppe

    Perdonami, ma dopo aver letto il tuo articolo ho capito che non conosci l’argomento e che ti limiti a chiedere suggerimenti e opinioni. Il costo poi, se leggi in giro o se chiedi a chi ne fa uso, il risparmio in termini economici è decisamente garantito.

  • Che i componenti cancerogeni del fumo tradiz non sono presenti non è un fatto in contrapposizione con il discorso che non garantiscono di smettere di fumare come invece sostieni erroneamente nel tuo articolo

  • Antonio

    Io da ieri possiedo una smooke ego pantomima con liquido dare vapure con nicotina 18ml/l. Ha un retro gusto dolciastro, simile a quello degli sciroppi e gratta molto, difatti mi sta causando forti colpi di tosse. Specifico che anche prima avevo una tosse cronica, ma questa è diversa, sento fastidio alla gola. Qualcuno saprebbe darmi qualche consiglio? Magari sbaglio liquido? Ho speso 50 euro in tutto. Grazie

  • Antonio

    Ego Phantom. Il correttore automatico del telefono come sempre fa schifo.

  • barbara

    Che non fa bene,credo che tutti lo sappiamo,ma che la sigaretta tradizionale sia peggio e`prorio un dato di fatto. Io ho 39 anni fumavo da piu`di venti anni , sono due mesi che svapo la sigaretta elettronica lasciando completamente e da subiti la tradizionale. Male per male,non spendo piu 4,30 euro al giorno e siccome e`idem per mio marito credetemi si sente. Tosse non ne ho piu` e mal di gola, meno di prima. Non e`un modo per smettere ,quella va a sostituire l altra ,ma non puzza , non sporca ,costa molto meno e mi da la stedda soddisfazione che un fumatore vuole

  • Andrea

    Articolo senza nè capo nè coda.
    L’acqua che vai citando nel liquido è presente solo al 10% o meno, è vero che occlude momentaneamente le vie respiratorie ma attenzione a chi ha fatto la ricerca in quanto è stata finanziata da una grossa multinazionale farmaceutica che vende prodotti anti tabacco ed i risultati non sono stati volutamente divulgati.
    Probabilmente non fa bene ma ricordiamoci che noi italiani ora conosciamo il prodotto in realtà è in commercio dal 2002 e di controli sono stati fatti in abbondanza.
    Notate inoltre come si cerca in cosa faccia male il prodotto ma nessuno prova a confrontar la con la sigaretta tradizionale.
    Il problema è che le multinazionali sentono le difficoltà ed essendo molto potenti a livello internazionale, controllano notizie e mezzi di comunicazione.
    Accetto l’articolo ma prego la persona che si firma in tale articolo, di informarsi prima di scrivere notizie solo per riempire pagine.
    Qualcuno ha letto l’articolo di Veronesi sul corriere della sera? O forse non è stato pubblicizzato o volutamente non divulgato da altri media?
    Internet è ancora libertà di pensiero cerchiamo di far diventare la rete il solito teatrino di marionette.

  • Yura

    Ridicolo

  • dor

    con tutto rispetto alle persone che non fumano… è difficile dare opinioni su un argomento che riguarda “noi” poveri sfigati che siamo succubi del vizio delle sigarette. fino a dieci giorni fa non volevo smettere di fumare il mio pacchetto e mezzo di sigarette al giorno che 6 anni fa aveva iniziato a far parte della mia vita, oserei dire “ospite” diventato sgradito ma necessario… un ospite costoso e poco piacevole. come dicevo 10 giorni fa un amico mi ha fatto provare una sigaretta elettronica e premetto che se non l’avessi provata non sarei mai andato a cercare un negozio che le vendeva, semplicemente perchè ho sempre dubitato che esistesse una soluzione reale alle sigarette. dopo averla provata credetemi ex amici fumatori incalliti!!! ha funzionato! anche la mattina dopo il caffè (momento critico per i fumatori) la e-sigaret ha fatto la sua parte e continua tutt’ora! una vale l’altra di siga elettronica prendete e andate a comprarla! fidatevi nel giro di pochi giorni avendo una famiglia di fumatori ci siamo tutti convertiti! c’è chi dice che fa più male della sigaretta normale… secondo me “nuoce gravemente alle casse dello stato” ma non alle mie… 20 euro al mese di ricariche contro 200 prima…se anche fanno male più delle sigarette mi farò una settimana a bora bora all’anno con i soldi risparmiati! e se lo stato si mette a tassare questa “genialata” mi faccio il liquido da fumare in cantina!!!! ciao ciao e FORZA E-SIGARETT!!!!!

  • daniele

    io penso che tutte queste polemiche siano una presa per i fondelli. con la e-cig ho smesso di fumare, io fumavo 30 sigarette al giorno da 40 anni e devo dire che mi sento molto meglio. sono due mesi che non tocco piu una sigaretta tradizionale…

    sicuramente non farà bene neanche questa, ma non c’è paragone rispetto alle sigarette tradizionali in quanto a nocività per l’organismo. non c’è bisogno di essere medici per capirlo.

    chiaramente tutto dipende anche dal buonsenso della persona, se “svapi” continuamente tutto il giorno oppure se la usi con cognizione… rendendoti conto che prima o poi… gradualmente dovrai riuscire a smettere anche da questa.
    buongiorno a tutti.

  • andrea

    credo che prima di dare un parere o peggio di sollevare una polemica a riguardo dovresti almeno conscere e provare

  • ANDREA

    io non ho fatto ricerche ma quello che tu hai scoperto e paro paro quello che ho sempre pensato io quindi grazie per avemi dato l’occasione di di dirmi SONO UN GENIO

  • io l’ho comprata su questo sito LINK RIMOSSO PER SPAM, e da quando la fumo sto da dio. Non ho + tosse, respiro meglio e non tocco + sigarette normali un grande risparmio!

  • Lucio64

    Da otto mesi uso l’E,sigaretta e posso affermare, che non ho più dipendenza,sto anche giorni senza usarla,ho ricominciato a mangiare con gusto,corro e non ho più l’affanno,non ho più tosse e raucedine,sento il profumo esatto di ogni cosa,la gente non mi scansa,in pratica sono rinato.

  • stefano

    L aereosol nebulizza i liquidi non li rende fumo tramite un bruciatore, altrimenti avrebbero gia brevettato il suddetto in formato e cig.inoltre l aereosol è consigliato solo in alcuni casi ed per brevi periodi.il paragone è inappropriato. Inoltre i liquidi sono e continuano ad essere non certificati da nessuno.premetto faccio il tabaccaio e vendo (CON MAGGIOR PROFITTO E CIG ACCESSORI E LIQUIDI).ma poi il paragone con la nebbia…ma per favore, ma veramente ci facciamo propinare ogni cosa?.

  • grazie alla sigaretta elettronica sono dieci giorni che non fumo una sigaretta normale. Grazie grazie grazie ho pure risparmiato in dieci giorni ottanta euro!!!e mi sento già meglio…..

  • Smokies Parma

    quest’articolo “inutile” si riferisce allo studio greco di molti mesi fa’ che è stato ampiamente smentito. La e-sig è certamente vincente rispetto alla combustione di tabacco, quindi cercate di dare corrette info per favore…

  • silva

    ciao barbara, vorrei sapere che tipo di sigaretta elettronica hai acquistato, io non so proprio cosa scegliere grazie ciao silva

  • Anche questo articolo risale a molti mesi fa (Settembre 2012) e non pretendeva di dettare legge ma semplicemente di aprire un dibattito, tant’è che il titolo stesso è una domanda abbastanza aperta. Se fumate sigarette tradizionali o elettroniche, a me non cambia nulla :)

  • silvia

    la salute si puo’ considerare una moda forse? è la prima volta che esiste uno strumento valido per smettere di fumare. Io ho smesso di fumare grazie alla sigaretta elettronica, ed adesso ho smesso di usare anche quella!

  • magari ti compri un liquido a zero nicotina e ci aggiungi solo qualche cc di quello che hai che contiene la dose massima di nicotina … avrai un gusto più morbido e gradevole … in più ti disintossichi dalla dipendenza da nicotina …
    piano piano diminuisci la carica di nicotina fino a portarla vicino a zero o ad eliminarla completamente … tutta salute guadagnata!!!

  • se fumi tabacco e non passi all’e-cig ti fai del male con le tue mani.
    Se non sei fumatore … continua a non fumare … non è un tuo problema …e buone bolle di sapone!!!

  • Voce Chiara

    ve lo immaginate un politico italiano che si preoccupa della salute dei cittadini? inventassero lo smascheraparassita elettronico, certamente la sinistra finirebbe i suoi giorni dentro un termovalorizzatore, lo skallatoio detto nella mia lingua.

  • Gigiigigii

    In realta voleva dire che non ti assicurano che tu possa smettere di fumare

  • Esatto :)

  • ,ciccio

    Quando ti dovrai curare da un cancro provocato dalle ex rosse all’ora vedrai se il costo della sigaretta elettronica sara’ elevato….sveglia ragazzi io fumavo due pacchetti al giorno ora faccio si e no una ventina di spippettate nella mia ovale che ne dite ho limitato un po i rischi di malattie cancerose!!!!????

  • Mino

    La domanda e’:fa più’ male la ecig o la sigaretta classica?
    R: la classica fa male di sicuro,la ecig si vedrà’,comunque io sono 30 giorni che fumo solo ecig e sto meglio…………

  • Massimiliano Bardella

    certo è meglio una malboro che vapore acqueo,,,,come no…..io intanto grazie alle e cigarette ho definitivamente smesso di fumare, senza traumi e senza problemi,,,,e questo in 2 mesi…ora “svapo” di tanto in tanto una e-Pipa senza sentire il minimo bisogno di farlo…fumavo da 30 anni 1 pacchetto e mezzo al giorno. PS ho speso 49 euro per un kit doppio …fatevi i conti.

  • luca bacchiega

    allo stato se la gente non fuma e un danno economico visto che guadagna 80 per 100 su un pacchetto quindi secondo me sta cercando una VIA DI MEZZO tra malattie e cure e entrate. pensate solo se tutti smettesero di fumare quanto ci rimette? e come affrontera le spese dei malati provocati dal fumo? riflettete.

  • Mastro

    se facessi davvero il tabaccaio sapresti che tu le e-cig ed accessori non potresti venderli…lo stato non te lopermette

  • Daitarnge

    Io ho smesso senza fatica da circa 8 mesi Ora ogni tanto svapo liquidi senza nicotina. Provateci gente! Con un minimo di volontà ci si riesce con la e-cig. La ego-c è facile da usare e riempire, la phantom da fumo più caldo ma è meno pratica da riempire

  • luciana masarà

    io mi trovo benissimo,io uso e pipe sono partita da 19 di nicotina e adesso non la uso quasi mai,non so come facciano dire che faccia male .fumavo dale 20 a 30sigarette al giorno

  • Elisa

    Sono entrata in un negozio Besmoke un mese fa, ho trovato persone gentilissime che mi hanno spiegato come utilizzare la sigaretta elettronica e da allora ho chiuso con le sigarette tradizionali!!! Sto molto meglio! E sinceramente il costo della sigaretta elettronica è irrisorio rispetto a quello dei tabacchi!

  • Elisa

    Sono entrata in un negozio
    Besmoke un mese fa, ho trovato persone gentilissime che mi hanno
    spiegato come utilizzare la sigaretta elettronica e da allora ho chiuso
    con le sigarette tradizionali!!! Sto molto meglio! E sinceramente il
    costo della sigaretta elettronica è irrisorio rispetto a quello dei
    tabacchi!

    Rispondi

    Condividi ›

  • Giuseppe co

    io la uso da qualche mese e mi ci trovo bene ma sento molti che accusano dolori al petto ed effettivamente anche io da quando la uso quindi mi sto un po preoccupando

  • Daniele

    Anche io ho comprato una sigaretta elettronica BESMOKE e finalmente ho rinunciato alla bionda!! Non vi nego che all’inizio un paio di sigarette le fumavo ancora…ma considerando che prima della e-cig ne fumavo un pacchetto, mi ritengo soddisfatto!! :-D

  • Simone Coccia

    “una ricerca di alcuni pneumologi” è una affermazione che non serve a nulla. Diffondere certe notizie senza citare le fonti è assolutamente scorretto.

  • Marco

    Non si è assolutamente capito che siete i proprietari di un negozio besmoke.

  • Loredana

    Che dire…di cose se ne sentono tante..Ora che l’Italia vorrebeb seguire le mosse della Francia e vietare l’uso dell’ e-sig nei luoghi pubblici. Mi chiedo come mai tanti dubbi non sorgano anche sull’origine di così tante pressioni..sopratutto se calcoliamo la potenza e l’incidenza a livello MONDIALE delle case produttrici di sigarette e delle farmaceutiche che vendono prodotti per contrastare la moltitudine di effetti collaterali del fumo!
    Personalmente la fumo da 2 mesi e non ho più toccato una sigaretta..e piano piano la tocco sempre meno..credo che finita questa boccetta liquido (la prima e unica che hopreso appunto in un mese e mezzo!!) prenderò quella a 0 nicotina. Costo?? ma chi ha scritto una simile cosa si rende conto di quanto spende un fumatore abituale al mese..all’anno? e non solo di sigarette..io avevo sempre gome per il cattivo odore, deodoranti, sciroppi per la tosse, shampoo un giorno si e uno no..Cosa vuoi che siano €50?? con tutto il mio cuoreee sul serio!!

  • roberto

    La sigaretta elettronica non fa male? Chissà come mai che fra i vari paesi che l’hanno vietata c’è anche la Cina, il maggior produttore di tali sigarette

  • diego

    ma dimmi una cosa e i liquidi mental secondo te non sono conosciuti

  • FumoBlu sigarette elettroniche

    Signor Anonimo autore di questo articolo, se Lei non è mai stato interessato a provare la sigaretta elettronica, perchè si è preoccupato di scriverne male?
    Si capisce chiaramente che non sa nulla dell’argomento.
    Lei sa, per esempio, che l’assunzione di vapore acqueo nelle minime quantità prodotte dalle sigarette elettroniche ammorbidisce i bronchi e favorisce l’espulsione naturale del catrame nei polmoni senza causare la classica tosse dolorosa degli ex fumatori?
    No, vero? Ovvio, perchè l’ho inventato io adesso!
    Potrebbe esserci del vero, perchè nessun fumatore di sigarette elettroniche che conosco ha mai avuto quel tipo di tosse. Ma se avessi detto che è il risultato di uno studio effettuato da qualche gruppo di dottori, scienziati, pneumologi e psicoterapeuti (senza citarne la fonte) avrebbe avuto un impatto diverso. Non crede?
    Si informi meglio la prossima volta.
    Grazie.

  • Andy

    Volevo solo dire una cosa. Lo stato si lamenta circa il calo delle entrate inerenti la vendita di sigarette tradizionali. Non dovrebbe! Perché allora scrivere sui pacchetti di sigarette “il fumo uccide”? Le solite falsità e incoerenze dei buffoni governanti italiani!!!

  • Jason

    Che ridere leggere queste cose..ho smesso 15 mesi fa dopo aver usato per un mese la sigaretta elettronica…quindi a chi ha scritto questo pseudo articolo consiglio di continuare a spendere soldi e fumare le sue adorate sigarette..con tanta salute

  • Michele

    Buongiorno a tutti, sto provando la sigaretta elettronica da un paio di settimane, forse è un pò poco o forse no però a me hanno provocato degli effetti collaterali inaspettati. Premetto che fumavo sigarette da circa 40 anni ed ho voluto provare la e-cig con liquido contenente nicotina allo 0,9%, bene devo dire che gli effetti collaterali sono stati devastanti: elenco cosa mi è successo, allora dopo 2 giorni ho riscontrato che al mio risveglio l’alito non dico che profumava ma sicuramente non sapeva di fogna come quando fumavo tabacco, secondo punto, a distanza di 10 giorni che uso la e-cig faccio delle lunghe passeggiate e salgo le scale a piedi senza più avere debiti di ossigeno, terzo ma non meno importante; ho provato a trattenere il respiro per diversi secondi senza incappare in fortissimi colpi di tosse che mi provocavano dolori al petto. Ora direte voi: ma questo ci prende in giro? No signori, sembra sarcastico, da quando fumo la sigaretta elettronica ne ho tratto solo benefici e allora vi dico: ben vengano questi effetti collaterali.

  • Lele Bruno Cusano

    Ho comprato la sigaretta let’s smoke. Non fumo da sette giorni. Ho speso 45€ ne ho risparmiato Sin ora circa 30. Fumavo 2 pacchi e mezzo al di di rosse da circa 25 anni sempre in continuo aumento. Che dire, da ignorante, ammetto di essere stato Sin ora un Co……..ne. Primo perché ho fumato così tanto tempo due perché una dipendenza mi ha costretto a scegliere un probabile male alternativo quale la sigaretta elettronica. Ho valutato due fattori. Primo e che comunque vada visto che non riesco a smettere salvo la mia economia visto che peggio del cancro con la sigaretta elettronica non può succedere altro. Due dipendo così tanto dalla sigaretta da essermi distrutto l’esistenza e non voglio continuare a finanziare sti altri assassini. Per quanto mi riguarda sto meglio già da sette giorni. Ho soldi in tasca e soprattutto non pizzo di sigaretta e già riesco a gustare e sentire gli odori come non mai. Se tutto va bene ho preso un vizio alternativo che non faccia male. Nel peggiore dei caso se fa male comunque c’ho guadagnato in economia. Pertanto ste stronzate da statista e troglodita tienitele

  • Pasquale

    Il problema non è se la sigaretta elettronica faccia male, anche la carne rossa fa male.
    Il problema è quanto fa male in confronto alle sigarette normali, e la risposta, visti anche i dubbi della comunità scientifica, è ridicolmente poco.

    Inoltre, visto che si parla sempre di dipendenza, mi vorrei soffermare anche su questo.
    Le sigarette classiche hanno al loro interno dei catalizzatori per nicotina, per velocizzarne l’ assunzione da parte dei tessuti e, quindi, aumentare la quantità e gli effetti stessi della dipendenza (tanto fisica a causa della quantità, quando psicologica a causa del nicotine kick).
    E questo rende più difficile il fatto stesso di smettere di fumare, perchè aumenta la dipendenza sia in maniera esplicita che implicita.

    Quindi ben venga questa innovazione!

  • Io veramente mi firmo con un nome reale. Al massimo, tu caro signor “FumoBlu sigarette elettroniche” risulti anonimo e incoerente considerando che avendo un negozio di sigarette elettroniche è logico che non puoi che parlarne bene. E comunque, ad onor del vero, nessuno ne parla male qui, io ho solo aperto un dibattito sperando che a commentare sarebbero state persone mature e predisposte a un sano confronto dialogico, non credevo che i venditori di sigarette elettroniche ne avrebbero approfittato per farsi pubblicità ;)

  • Jason

    Un po generico come articolo,come la stampa e l’informazione italiana fa generalmente quando vuole gettare fango su qualcuno o qualcosa..e poi ci sarebbe ben poco da gioire se fosse tutto vero!!

  • Stefano P.

    Ma di cosa state parlando, quella che voi chiamate resistenza alle vie respiratorie e ciè un bronco spasmo (chi è affetto da asma lo conosce bene) non può assolutamente essere paragonato all’inalazione di prodotti di combustione dati dalla sigaretta tradizionale, quali Toluene e Benzene (solventi industriali ci slavano il tabacco), Polonio 210, Acido Cianidrico (usato dai nazzisti per gasare gli ebrei), DDT (pesticida usato per trattamenti anti parassitari, il tabacco è una pianta), Cloruro di Vinile, (le fibre della carta sono tenute insieme dalla colla), Ammoniaca (chi fa le pulizie conosce bene i rischi del repirarla in ambienti chiusi figuriamoci fumarla), Cadmio, Uretene, Naftalina (antitarme) ecc ecc e sono solo pochissime sostanze citate potrei andare avanti un giorno… La sigaretta elettronica non è L’acqua di lurd ma dire che fa male è un’eresia e se lo dite date un’informazione corretta fa 4499 volte meno male della sigaretta tradizionale che è una delle prime cause di morte in alcuni paesi in altri è la seconda, ma dico io avete mai visto un malato di cancro ai polmoni? alla fine della sua vita è uno scheletro che cammina e muore dopo dopo giorni, mesi a volte anni di chemio di lotte, false speranze… ditelo che in america i produttori di tabacco sono stati condannati a fare una campagna pubblicitaria a loro spese per far conoscere i danni del fumo taciuti con scienza e coscenza per anni e lo devono fare per ben due anni di fila, oltre alle cause milionarie che perdono contro gruppi di persone che finalmente si ribellano e non ci stanno, persone che anno perso i loro cari o che sono malate… date un’informazione correta, e voi che leggete non fatevi ingannare ci sono troppi interessi intorno al tabacco, Lo stato e il suo monopolio sugli introiti, i produttori stessi, e tutto un sottobosco di affaristi e masnadieri… la sigaretta eletronica fa male si a tutte queste persone fa male al loro portafoglio!

  • FumoBlu sigarette elettroniche

    Oops, due volte sbadato… mi scusi ma nell’articolo non ho trovato la firma a nome Paolo. Del resto, essendo Lei l’unico Paolo esistente, è ovvio che Lei, signor Paolo sia così trasparente.
    Comunque non ne parla male ma dice che contiene benzene… forse é per questo che è stata sequestrata? Magari i negozi che hanno tutti i prodotti certificati e quindi autorizzati alla vendita non sono contenti se l’unica notizia che passa da questi “forum neutrali” è che si fuma il benzene…!

    E comunque non volevo farmi pubblicità gratuita, altrimenti avrei detto chi sono e dove sono. Avrei dovuto firmarmi come Marcello e far finta di essere un neutrale commentatore? Come Lei?
    Sarà mica un tabaccaio, eh? Lo dica!

  • Giancarlo

    Certo l’essere umano è stato creato per respirare aria pura e per vivere naturalmente.Ma è giusto prendere seriamente in considerazione ogni possibile soluzione al gravissimo problema del tabagismo che provoca soltanto in Italia 30000 morti per tumore polmonare.Come per ogni altro elettrodomestico o dispositivo è dovere della pubblica autorità stabilire norme per la tutela della salute pubblica e reprimere con severità ogni abuso.Ritengo che si debba tuttavia prendere in seria considerazione un fenomeno,quello della e-cig,che sembra,per la prima volta nella storia,incidere profondamente ed in senso positivo sul vizio del fumo.

  • Non faccio finta di essere un neutrale commentatore sicché a fianco al mio nome esce chiaramente visibile la dicitura “mod” che in tutti gli altri utenti non é presente, inoltre se legge la sezione “chi sono” nel menu in alto, si rende conto da solo che “Paolo” commentatore é lo stesso di “Paolo” redattore del blog (non é un forum, la struttura é totalmente differente). Potrei essere un tabaccaio in effetti ma in questo caso ci guadagnerei ugualmente considerando che a breve le multinazionali usciranno con le loro ecig (per la cronaca, anche i tabacchina possono venderle tramite convenzioni). Inoltre un tabaccaio percepisce solo il 10% dalla vendita dei prodotti, quindi in tal caso, non mi disturberei tanto per recensire prodotti considerando che il mio ipotetico tabacchino non avrebbe giovamento da un processo del genere. Infine, quello adottato da lei, non firmandosi con il suo nome, é marketing indiretto, considerando che basta digidare “fumoblu” su Google per ottenere pubblicità gratuita e indiretta. Infine, del benzene ne parlano altri 16000 siti web, non solo io. Sinceramente, che i lettori di questo blog fumino tabacco o sigarette elettroniche a me non cambia niente, ognuno é libero e responsabile delle proprie scelte, io sazio la mia vena giornalistica scrivendo articoli di informazione, ognuno é libero di interpretarli come vuole ;)

  • giuseppe

    La sigaretta elettronica è un male minore rispetto a quella tradizionale in quanto c’è solo la presenza di nicotina e non di catrame che ostruisce i bronchi ed i polmoni. E’ più economica, e non è poco. Non ci lascia il cattivo odore nel nostro alito, non bruciamo i tappeti ed i divani di casa, non ci dobbiamo recare ad un tabbaccaio aperto ad ore impensabili. Noi un modo per risparmiare e stare un po meglio l’abbiamo trovato, adesso anche lo Stato faccia lo stesso, risparmi sulle spese dei ministeri e dei ministri (il presidente di ogni regione italiana percepisce più del primo ministro del Belgio).

  • Andrea

    La sigaretta tradizionale uccide , per legge è scritto su ogni singolo pacchetto in ogni stato .
    La sigaretta elettronica ha costi elevati ? 2 settimane di marlboro light costano uguale .

    Io penso solo che lo stato , le industrie del tabacco e le industrie farmaceutiche che vendevano prodotti per smettere di fumare investano soldi in pubblicità negative e fantomatici studi per cercare a tutti costi di dimostrare che faccia male solo perchè ci stanno perdendo un sacco di soldi .

    Un suggerimento un po’ anni 60 … non fate la guerra , ma fate l’amore … piuttosto che combattere la sigaretta elettronica cominciate ad investire in questo campo e anche a tassarle se proprio necessario , ma è ormai assodato che la sigaretta elettronica è 10 passi avanti a quella tradizionale .

    Sicuramente la nicotina non la consiglio a nessuno , ma di sicuro il catrame nei polmoni lo evito volentieri !

  • Barbara

    Io e mio padre abbiamo smesso di fumare. Io ho fumato per 5 anni, lui per CINQUANTA.
    Non lo sento tossire da quando fuma elettronico!

    Piantiamola di buttare fango su questo prodotto… Quando i consumatori erano pochi andava bene, eh?
    Adesso che lo Stato sta perdendo un sacco di soldi perchè milioni di persone hanno smesso di fumare, diventa magicamente il male puro.

    IO MI GODO IL MIO NUOVO LIQUIDO ALL’AROMA DI MIRTILLI… ALTRO CHE CAMEL LIGHT!

  • Enrico

    rimane la resistenza bronchiale, ma tutti gli altri danni che provoca la sigaretta normale qui sono assenti. un conto sono le difficoltà respiratorie. altro invece è il cancro ai polmoni, l’uccisione delle cellule, malattie cardiovascolari. in ogni caso oggi è uscito uno studio. se ti interessa questo è il link http://www.agi.it/cronaca/notizie/201306111818-cro-rt10268-sigaretta_elettronica_primo_studio_tossicologico_assolve_vapore.

    magari non fa i miracoli, ma a mio avviso il confronto va fatto tra la sigaretta normale e quella elettronica, non tra la sigaretta elettronica e il “non fumare”.

  • Pasquale

    VOglio aggiungere un commento alla mia conderazione che trovate qualche post sotto.
    Come leggerete, io sono pro elettronico. Va messo in conto però che un recente studio ha trovato nel vapore grosse quantità di metalli in nanoparticelle. Va sempre considerato questo: la sigaretta elettronica non è innoqua! l’ obiettivo è sempre smettere con le dipendenze e vivere la vita per quello che è (inoltre, è la migliore che esista ;) )

  • ciro

    La uso dal 4 febbraio, dallo stesso momento non ho toccato più le analogiche, sto benissimo e non penso di tornare indietro.

  • Giancarlo

    Il vapore inalato dalle sigarette elettroniche non e’ tossico, o presenta una tossicita’ minima, comunque infinitamente minore rispetto alle sigarette al tabacco!!
    Lo chiarisce il primo studio di questo tipo pubblicato oggi online sulla rivista “Inhalation Toxicology”, come riportato sul sito di AGI, vi copio l’articolo originale qui di seguito..

    Questo e’ il primo studio mai pubblicato a valutare la tossicita’ del vapore di sigaretta elettronica… è importantissimo!

    http://www.agi.it/cronaca/notizie/201306111818-cro-rt10268-sigaretta_elettronica_primo_studio_tossicologico_assolve_vapore

  • simone

    si fa malissimo ai monopoli di stato (3 euro di tasse su ogni pacchetto venduto) fa malissimo alle multinazionali del tabacco, fa male allo stato che ti vende le sigarette cancerogene e ti vende i farmaci per curarti (curarti?) dal cancro. Infine fa molto male a tutto il bisness che gira attorno alle sigarette tradizionali. Ecco perchè ogni volta che svapo godo come un riccio di mare.

  • Lauretta

    “L’efficacia e la sicurezza di questi dispositivi per smettere e / o ridurre la dipendenza dal fumo, non sono mai stati effettuati.” cosa non sarebbe mai stato effettuato? Manca qualcosa in questa frase, ma comunque, ciò che si intuisce è che non sono mai stati effettuati test per comprovare che effettivamente la sigaretta elettronica sia efficace per smettere di fumare, o ridurre il fumo. Cosa ci sarebbe di “inappropriato ed errato” nel verbo finale “effettuati” di quella frase, che non si riferisce affatto alla questione se faccia male o meno?
    Riguardo a questo, hanno già rassicurato nella frase precedente, sulla veridicità della quale Lei, invece, dubita.
    Il principio su cui si basa il funzionamento della sigaretta elettronica è simile, se non identico, all’aerosol, e si ipotizza che cambiando le sostanze nell’atomizzatore si possa usare all’uopo… ma certo, la differenza è che ancora i monopoli di Stato non sono riusciti a tassarla e lo Stato ci perde un sacco di soldi. I tabaccai, poi, sono neri…

  • Lauretta

    Secondo me, un articolo dovrebbe essere completo e corretto in se stesso, non lasciato all’intuizione di chi legge,specialmente quando si decida di dare informazioni su un prodotto o criticarlo, perché il tono dell’articolo era proprio questo.
    Ad ogni modo, da quando ho comprato la sigaretta elettronica non ho più l’affanno e le mie inspirazioni sono complete, cosa che prima non accadeva; non ho più comprato sigarette normali perciò ho risparmiato moltissimo e sostengo tutto quanto di positivo hanno scritto gli altri.
    Ah, non le vendo, anche se ora Lei replicherà che potrei essere chiunque…

  • Luca

    Quante assurdita’ in poche righe!!! Tutto andava bene fino a quando il monopolio si è accorto che la gente si sta’ rompendo le scatole di uccidersi arricchendo lo stato!! Un pacchetto di sigarette costa dai 4 ai 5 euro!! Una sigaretta elettronica Quantum PUFF completa, con il liquido che mi dura 20 giorni circa mi è costata 53,30 euro!!! Mi sento molto meglio, non puzzo di fumo,svappo quando e dove voglio senza infastidire nessuno a parte lo stato!!! Certo uso tutti liquidi italiani e certificati!!! Meditate gente,meditate……

  • Luca

    Purtroppo i dati dichiarati alla tv sono veri solo in parte!! Non hanno specificato molte cose……ad esempio quali marche di liquidi sono state controllate. Molti liquidi importati dalla Cina o dall’America hanno certificazioni diverse da quelle italiane. Usate liquidi certificati italiani e queste sostanze nn sono presenti. Addirittura alcune aziende in Italia collaborano con i NAS per produrre liquidi puri nn nocivi x l’uomo.Fanno solo male al Monopolio……..

  • Laura

    Una sola mia considerazione: GRAZIE ALLA SIGARETTA ELETTRONICA HO SMESSO DI FUMARE !
    da ben 4 mesi non tocco nè una sigaretta classica, nè una e-cig.
    Di certo posso dire che era da tempo che desideravo smettere, non avevo mai provato, ma lo volevo.
    Ho usato la e-cig senza nicotina x circa 3 settimane.. praticamente “svapavo” di continuo .. poi ho mollato tutto e ho resistito, resistito e resistito alle tentazioni.
    Sono ingrassata di qualche kg, ma è lo scotto che si paga … per il resto … I’M FREE !!!!

  • Laura

    ti do un consiglio ! mai e poi mai devi toccare la sigaretta normale , è un attimo x riprendere

  • Spartaco

    Non so se fa male o no – ma per quanto mi riguarda ho fumato elettronico 5 mesi non toccando più una normale – ho fatto analisi del sangue di routine da pochi giorni e il risultato è stato devastante (tralascio i dettagli) con la normale erano nella norma – e, in ogni caso, devo anche dire che l’elettronica la “sentivo” molto al fegato e all’intestino tanto da dover andare in bagno ad ogni svapata – situazione a dir poco “invalidante” sopratutto per chi, come me, è spesso fuori casa. Magari è soggettivo..ma questa è la mia esperienza. Ho deciso di tornare alle normali – non ho intenzione di smettere e cerco di farlo in modo molto controllato e da 4 giorni mi sento di nuovo bene…………

  • Lele Bruno Cusano

    Non solo ad oggi sono più di due settimane che non fumo sigarette tradizionali e non ne sento l’esigenza.msto proprio da Dio anche economicamente.;)

  • Alessandro

    Ennesimo articolo superficiale e privo di fondamenta scientifiche.
    Uso la sigaretta elettronica da 1 anno, zero tradizionali, e sto da dio.
    Come al solito quando una cosa fa male alle casse dello stato si cerca di infangarlo.
    Che schifo di paese!

  • FumoBlu sigarette elettroniche

    Forum, Blog, Siti, Giornali, TV, Radio… cosa cambia se il titolo serve a creare allarmismo?
    Aprire come Lei, “La sigaretta elettronica fa male” crea solo confusione e panico nella gente. Non fa chiarezza. Non serve.
    Se dicessi che “nei migliori Blog sono inseriti messaggi subliminali che creano impotenza”, Lei sarebbe felice se la gente cominciasse a crederlo? Che risponderebbe?
    Allo stesso modo io mi indigno quando leggo che “nelle migliori marche di liquidi è stato trovato il benzene”. Quali marche? Ditelo, che ci regoliamo di conseguenza. Altrimenti potrebbe essere qualsiasi marca e, nel dubbio, non compro niente e aspetto di sapere qual è la marca. Nel frattempo vado dal tabaccaio e compro un bel pacchetto delle mie sigarette che fumo da anni.
    So che fanno male ma almeno lo so! E sono felice di avere almeno una certezza!
    Inoltre aspetto anche io che le multinazionali dei tabacchi arrivino con i loro prodotti, almeno molte persone continueranno a fidarsi dei loro spacciatori di fiducia.
    E li comprerò, certo.

  • Mario

    Io non sono un fumatore ma da quando il vapore fa male? E quelli che sono costretti a farsi l’aerosol tutti i giorni? Hanno problemi respiratori?

    Toglimi una curiosità, quanto ti hanno pagato per fare questo articolo?

  • alex

    E te pareva che le lobby del tabacco non sguinzagliavano i lora cani da guardia e i pennivendoli per difendere il loro introito miliardario. VERGOGNA

  • alex

    ma vai a cagare BUFFONE

  • Andrea Sawyer Scannerini

    Potrà anche fare male, ma vuoi mettere a fumare vapore con nicotina invece che fumare carta con monossido di carbonio e catrame?? So per certo che non solo riduce il fumo ma io ho proprio smesso da un giorno all altro dal fumare piu di un pecchetto al giorno a 0!! Ostruisce anche la sigaretta elettronica ai bronchi?? per la prima settimana ho sputato i catarri di anni e anni di fumo e ora sto proprio bene… Sono Italiano ok ma mi vergogno di vivere in uno stato dove sene frega della salute della gente…

  • Il titolo è “La sigaretta elettronica fa male?”. Un’interrogativa è ben diversa da una proposizione affermativa, proprio perché apre dialogo e dibattito, ma d’altronde la sana dialettica civile era una prerogativa dei tempi greci arcaici, non della modernità in cui chiunque vuole prevalere sulle ideologie altrui. Non sponsorizzo marche di ricariche di e-cig pertanto non lo scrivo, chi vuole può fare una veloce ricerca su Google ;)

  • Marcello

    Esatto. Quindi se lei titola “La sigaretta elettronica fa male?” (bada ben, con punto interrogativo) ipotizza che, da bravi greci arcaici, dovremmo aprire una discussione pacata.
    Allora le dico: intelligentemente lei fa le pulci a me sul punto interrogativo quando sa perfettamente che la modernità non coglierà questa sfumatura?
    E’ così facile manipolare la massa. Purtroppo.
    Del resto, se avesse titolato: “La sigaretta elettronica fa bene?”
    non avrebbe avuto la stessa reazione della gente.
    C’è riuscito. Bravo.
    Le racconto una storia breve: ieri una signora mi ha detto: “…quelle robe lì fanno malissimo, è come fumare 180 sigarette al giorno. L’ha detto Striscia la Notizia…”
    Sono andato a cercare il servizio (di Staffelli) e Striscia non dice nulla di simile. Anzi.
    La signora avrà mischiato qualche servizio da TG con pubblicità, telenovelas, Brunovespa e quant’altro… e la sua materia grigia ha riassunto il tutto in quella intelligente frase.
    Ecco la potenza dei media. E del suo titolo con punto interrogativo.
    Ma non smetterò di lottare per un mondo di persone che pensano, ragionano e decidono con la loro testa.

    Buona vita.

  • Jason

    Stessa mia identica esperienza :-)…stima assoluta

  • james1988

    ero un fumatore di oltre 2 pacchi di sigarette al giorno non riuscivo più a dormire la notte e la mattina mi alzavo con la tosse e il catarro…..uso la sigaretta elettronica da 2 mesi e sto da DIO non tossisco più non ho più catarro e soprattutto non potete capire che cambiamento dal punto di vista sessuale!!! giacomo

  • E perché secondo lei la modernità non coglie la sfumatura in questo caso? Forse perché il 70% dei commentatori di questo articolo è un venditore di sigarette elettroniche e il 29% è composto da utenti che desiderano smettere di fumare e hanno trovato finalmente un’alternativa apparentemente indolore ed efficace? O forse perché conviene rafforzare la convinzione che si tratti di un prodotto miracoloso perché altrimenti ci si ritrova con polvere in mano e una speranza vanificata? E’ facile aggredire, scrivere che sono un cretino e che dovrei vergognarmi, ma nessuno ha saputo espormi con civiltà una valida motivazione per cui dovrei correggere la mia visione dei fatti. Tutti pronti a dire che sono un venduto e che becco soldi dalle multinazionali, ma nessuno con il minimo buonsenso che è stato in grado di chiarire che forse non fa così male come si vocifera. Personalmente, ritengo la sigaretta elettronica una moda passeggera, il boom del momento e se così non sarà, poco mi importa, di certo non sono io a guadagnarci o a perderci. Ognuno è responsabile della propria salute. Ma a proposito di manipolazione della massa trovo paradossale che lei mi accusa di demagogia quando in televisione si è bombardati di pubblicità pro sigarette elettroniche. Mi vuol dire che quella è sana informazione a senso unico? ;)

  • pedro

    da quando fumo la sig elettronica dopo un po’ mi fa male la gola a volte dopo 10 minuti mi sembra di affogarmi . fa meno male del tabacco pero’ e’ strana. a mio parere usatela poco e state attenti quando sta per finire il liquido.ciao atutti.

  • Sonny 91

    La nicotina è la causa principale per la quale i fumatori continuano a fumare alla quale si aggiungono il gesto e anche il fatto di notare lo sbuffetto di fumo insieme al gusto. La sigaretta elettronica non è sana tanto quanto non è sana la coca cola o la maggior parte delle cose che ci propinano ogni giorno ma se giá riesce solo a “salvare” dal fumo anche passivo altre persone va incentivato. Non capisco se il discorso é stato fatto per la salute del consumatore, dello stato o della societá. Sono convinto fermamente che non vedere mozziconi in terra o non doversi sorbire il fumo di qualcun altro sia giá una conquista per la societá ma allo stato non va bene perchè dopo aver campato sulle spalle del popolo si sente minacciato e sinceramente i pro sono piu dei contro. Probabilmente non sará un elisir di lunga vita ma rispetto al catrame sono sicuro che sia meglio. E sosterrò questa tesi sempre anche se fosse solo il 2% di male in meno rispetto alle sigarette.

  • Alessio

    E il non poter parlare con una persona senza infestarlo di puzza, dopo aver finito una sigaretta classica …dove lo mettiamo???
    Smettetela di difendere l’indifendibile.

  • Valerio

    La risposta al titolo di questo post è “no, non è ancora dimostrabile”. Lo studio di cui tu hai accennato gli esiti non sostiene che ci siano danni recati dalla sigaretta elettronica, ma solo un aumento della resistenza polmonare all’aria, per un breve lasso di tempo, a mio parere alla stregua di come avviene dentro una sauna o dentro un luogo molto caldo. In realtà non dimostra nulla.
    Lo studio è avvenuto in “Grecia” e i risultati “allarmanti” sono stati divulgati dalla professoressa Christina Gratziou, suscitando perplessità nell’ambiente medico serio il quale fatica a trovare fondamento nelle conclusioni raggiunte da questo studio.
    Ad essere nociva è la nicotina contenuta nei liquidi. Tralasciando quelle che possono essere le sofisticazioni dei liquidi sulle quali si sta facendo chiarezza, sebbene anche a riguardo gli studi effettuati hanno fornito lo spunto ai media per distorcere il significato scientifico di questi risultati, nel caso in cui in questi sia assente la nicotina, si può anche parlare di e-cig innoqua, come ha detto Veronesi.

  • Carlo

    Come al solito in questo paese la miopia di chi ci governa è incredibile, anche se fosse solo meno pericolosa per il cuore quanti cardiopatici in meno avremo e quanti casi in meno di malattie dell’apparato circolatorio (ictus, trombosi, arteriosclerosi, ipertensione ecc….) si potrebbero avere e quale sarebbe il risparmio in termini di sanità ?

  • norma

    io ho iniziato a fumare la sigaretta elettronica solo da pochi giorni …sinceramente al momento sono contenta nn ho fatto come molti che fumano anche le altre ma ho preferito da subito eliminarle …ancora nn ho da dire tanto ma gia il fatto di nn sentire quella puzza per casa , sui vestiti , nell’alito mi rende felice ….sicuramente i miglioramenti nel respirare meglio si vedranno strada facendo ….e nn avrò piu quell’affanno nel salire le scale o qualsiasi cosa impegni il fisico a doverlo .

  • Sirio Costarelli

    Ciao a tutti! Sono uno “smettitore di fumare cronico”! Nel senso che alterno da nni mesi di vizio con mesi di astinenza, ma ci ricasco sempre. Ho comprato la sigaretta elettronica da pochi giorni, dopo essermi letto le pubblicazioni scientifiche sui vari esperimenti su animali (poveri). Scimmie, topi, maiali e altri, dopo mesi di vita in ambienti saturi di vapori di glicole propilenico stavano benone! Unici i gatti, i quali risultano fortemente allergici, quindi attenzione a non svapare sul vostro micietto! Mi trovo molto bene! Non solo ho ridotto a 4-5 sigarette al giorno (mi piace rollare!), ma il gusto e l’aroma del mio liquido “Winston” mi piace molto! Unico difetto: ho cominciato con troppa percentuale di nicotina, quindi già dalla seconda ricarica andrò a scendere. Posso fumare anche mentre lavoro al pc, senza le continue pause. Insomma una figata! Lo consiglio a tutti! ciao!

  • sirio costarelli

    Dimenticavo: in uno degli studi, una parte dei topi erano stati a contatto con virus e batteri di polmonite. Risultato: il glicole propilenico aumentava la resistenza dei polmoni alla malattia!

  • Andrea

    L’efficacia e la sicurezza di questi dispositivi per smettere e / o ridurre la dipendenza dal fumo, non sono mai stati effettuati.” Tralasciando il verbo finale decisamente inappropriato ed errato, credo che il senso era quello di spiegare che non è vero che il loro prodotto non fa assolutamente male.

    Magari, visto che giustamente correggi gli altri la coniugazione del verbo corretta è “credo che il senso FOSSE quello di” e proprio per niente “il senso era”.

  • mario

    Alcune veloci considerazioni. Sono esattamente 20 giorni che “fumo elettrico” …. ed è la prima volta da 44 anni! Ho provato agopuntura, digitopressione, magneto terapia, ecc … senza mai alcun successo! E’ vero che è presto per dire che sono riuscito nel’intento di smettere .. ma sicuramente posso affermare che non ho più fumato una sigaretta! … forse sarà cancerogeno anche questo nuovo modo di fumare … ma altrettanto sicuramente quando respiro non sento più fischi e sibili!
    Volevo dire che lascio queste mie considerazioni dopo aver letto molte valutazioni negative fatte nei confronti dell’autore dell’articolo di cui sopra …. e ho sentito l’esigenza d’intervenire per dire che se fosse vera l’ipotesi che sia un “prezzolato” delle multinazionali del tabacco non credo sia stata possibile leggere 334 commenti quasi tutti a favore della Ecig. Buona vita a tutti voi.

  • Giody Stefani

    Non si può pensare che la sigaretta elettronica non faccia male , ma meno male belle sigarette si. Io la fumo ba tre mesi :o eliminato le sigarette e risparmiato un sacco bi solbi!! Ve la consiglio

  • Andrea Carraro

    un articolo così senza citare la fonte ma solo “UNA RICERCA DI PNEUMOLOGI” è soltanto fare disinformazione

  • michele

    beh, io l’ho comprata due settimane fa, in un negozio specializzato nel settore, non quelle cinesi che sconsiglio vivamente, e vi dirò che a distanza di due settimane mi da fastidio la puzza del fumo della sigaretta, quello che fino a due settimane fa era un profumo inebriante per me, fino ad oggi non sento la necessità di una vera sigaretta, devo dire anche che mi sono incaponito a non toccare più una vera sigaretta, anche perché ho speso oltre 100€ per comperare questa sigaretta elettronica, adesso ho una dose di nicotina dell’1,6 % ,il trucco per poter smettere e di scendere la percentuale di nicotina nel tempo, non illudiamoci di smettere subito dall’oggi al domani, in verità siamo dei tossicomani, ne più ne meno, per cui prendiamola come una vera terapia, perché se togliamo quel quantitativo di nicotina che si assumeva tutti i giorni, il nostro sistema si ribella, io dopo 40 anni che fumavo sigarette non ci credevo, ma pian piano sono convinto che riuscirò in questa ardua impresa, e poi ci vuole anche un pò di volontà da parte nostra, io consiglio di provarci, alla fine in ogni caso in due settimane avrete ammortizzato la spesa, e vi sarete fatti meno male alla salute.

  • gabriele

    Inziamo con il dire che la sigaretta elettronica è un alternativa alla sigaretta e che chi si avvicina alla sigaretta elettronica lo fa solitamente per diversi motivi tra i quali i più comuni sono : Risparmio economico ( che è elevatissimo per fumatori tradizionali che si aggiravano almeno al pacchetto di sigarette al giorno) in secondo lugo per fumare cose meno cancerogene. La sigaretta elettronica infatti ammesso che faccia male fa sicuramente meno maleeee molto meno male di una sigaretta tradizionale dove la stragrande maggioranza dei danni è causata dalla presenza del catrame e più di tutto dalla combustione della carta, inoltre il tabacco delle sigarette viene trattato con soluzioni chimiche ben più dannose di quello che si crede. Detto questo può essere vero che la sigaretta elettronica possa far male ma è sicuro che fa meno male della sigaretta tradizionale ed è assai più economica!! Lo stato che incassa tanti soldini dalle sigarette tradizionali ha visto diminuire in breve tempo le proprie entrate idem le case produttrici ecco spiegata la guerra alle sigarette elettroniche….lo stato appena troverà il metodo di tassare anche quelle vedrete diminuirà sensibilmente l’attacco alle sigarette elettroncihe. Inoltre vorrei indicare che la sigaretta elettronica deve far parte di un percorso che partirà da liquidi con nicotina massima fino a zero gradualmente per poi smettere definitivamente io personalmente in 8 mesi ho smesso completamente di fumare.

  • Giancarlo

    Fumo la sigaretta elettronica ormai da più di un anno ed ho smesso completamente con le “analogiche” ovvero quelle tradizionali.
    La sigaretta elettronica non serve per smettere ed infatti a me di smettere di fumare non mi è mai passato per la testa. Ma di trovare un alternativa ed un sostituto si.
    Sconsiglio le e-smoke che somigliano per forma alle sigaretta analogiche tradizionali. Consiglio invece quelle C4 ovvero a forma di stilografica con serbatoio del liquido. Perchè è un modo di fumare completamente diverso e così elimina completamente il desiderio della sigaretta classica. Somiglia come modo di fumare più al sigaro o alla pipa con tiri lunghi e densi di aroma. Si riscopre il piacere di fumare.
    La sigaretta elettronica per smettere ? E perchè mai smettere ? Se sei un fumatore non hai voglia di smettere ma solo di fumare bene. Non sempre tutte le cose piacevoli fanno bene.
    Non sempre tutte le cose che fanno bene sono anche piacevoli…e visto che si vive solo una volta meglio vivere con piacere.

  • Daniele

    Mi piacerebbe saperne di più su questi “presunti” risultati, ovvero: che tipi di liquidi sono stati testati (VP, PG, Acqua distillata) ed erano con o senza nicotina?EH SI!Perchè se i signori “espertoni” hanno testato quelli con la nicotina, siamo punto e a capo. Io sono fumatore da oltre 30 e non sono mai stato affetto da alcuna malattia (non vanto alcun ricovero ospedaliero se non per tre traumi fisici: non male come media?), come d’altronde non sono mai stato intenzionato a smettere, però da qualche mese mi sono affezionato alla Ego-W, alternandola con le sigarette normali, proprio perchè come ha detto Giancarlo, mi piace di più e tanto per la cronaca, utilizzo Fruit Mix (VP&PG) senza nicotina, abituandomi facilmente (non sento la mancanza della nicotina, anche se per rigor di cronaca devo ammettere che questo potrebbe essere dovuto, alla nicotina delle sigarette tradizionali, con le quali alterno).

  • annamaria

    mi trovo bene con la sigaretta elettronica, tosse passata, respiro meglio, non capisco perche’ tutta questa pubblicita’ negativa. allora se come dicono che la sigaretta elettronica nuoce piu’ di una sigaretta normale, perche’ hanno acconsentito l’apertura di negozi per vendere queste sigarette? penso che sia tuttto un bleff perche’ sono diminuite le vendite delle sigarette. p
    erche’ lo stato aumenta continuamente le sigarette? chi troppo vuole nulla stringe. vi consiglio la sigaretta elettronica.

  • Mirko

    Innanzi tutto dipende dove l’hai comprata e soprattutto cosa hai comprato! In secondo luogo le e-sig non sono per tutto, specificando, per chi ha problemi d’asma, di diabete e di qualcos’altro che ora non ricordo! O semplicemente svapavi peggio di un turco con mg dai 24 in su! Okkio perchè potresti esserti avvelenato in quel caso! Massima precauzione quando si tratta di nicotina….Per il resto sicuramente al 98% meglio nelle analogiche

  • Tunde

    Asma bronchiale cronica della durata di 20 anni (fumavo 20-30 sigarette al giorno e usavo giorno e notte diversi medicinali per riuscire a respirare) sparita del tutto, sono guarita! Svapo da 3 mesi (da allora certamente non fumo) e ho abbandonato da subito tutti i medicinali!

  • Tunde

    e aggiungo, altro che prodotto illusorio!!!

  • Paolo

    Ho iniziato con la e-cig quasi un mese fa e, come molti su questo blog, non ho piu’ fumato. Prima volta dopo venticinque anni e quattro mesi. Svolta epocale. Sto benissimo. Devo dire che la cosa che piu’ mi ha colpito e’ stata la varieta’ di gusti disponili da abbinare a questo nuovo modo di acquisire nicotina che, ovviamente, rende lo ‘svapare’ decisamente piu’ gradevole

  • Paolo

    Ho iniziato con la e-cig quasi un mese fa e, come molti su questo blog, non ho piu’ fumato. Prima volta dopo venticinque anni e quattro mesi. Svolta epocale. Sto benissimo. Devo dire che la cosa che piu’ mi ha colpito e’ stata la varieta’ di gusti disponili da abbinare a questo nuovo modo di acquisire nicotina che, ovviamente, rende lo ‘svapare’ decisamente piu’ gradevole. Lo consiglierei a chiunque!

  • Derio

    SVAPARE UCCIDE non l’ho letto ancora da nessuna parte!

  • Valerio Pistolozzi

    Sarebbe giusto che tu dicessi PERCHE’ stavi male e cos’era a provocare quei ‘sentori’ al fegato, scendendo nei dettagli medici visto che hai fatto analisi. Detta così sembra tanto una cazzata!

  • Memory

    svapo da un mese ed ho abbandonato le 30 sigarette che fumavo giornalmente.Non si conoscono ancora gli effetti collaterali, ma sono certa che i suoi veleni siano molto inferiori alla sigaretta tradizionale. Di certo lo stato sta perdendo parecchio e credo che venga da qui la pubblicita’ negativa .

  • Patrizio

    prova a diminuire la nicotina che sicuramente sei in eccesso

  • Fabrizio

    Appena sara tassata non ci saranno piu problemi.

  • giovanni

    il tabacco, il gioco d’azzardo, i super alcolici sono una fonte di guadagno per lo Stato, da qui si evince che la sigaretta elettronica deve per forza fare male, conviene troppo allo Stato che tutto fa beno che assicurare il benessere dei cittadini: lo Stato oltre a essere ladro, mette tasse ed è disinteressato al popolo, il dio denaro è sopra tutto, bruciaste all’inferno politici servi di uno stato corrotto figli di troia…

  • Francesco Lavazza

    Signori: Gennaio, Febbraio, Marzo, Aprile, Maggio, Giugno, Luglio. 7 mesi si svapo e in due ci siamo liberati delle maledette sigarette, abbiamo seguito i vari passi del monopolio intuendo che l’unico motivo di tanta guerra era il denaro, era solo il denaro arrivando a monopolizzare anche la sigaretta elettronica. Mia moglie ha smesso completamente anche le svapo mentre io continuo a svapare felicemente con nicotina al 3%. Ho fatto una scorta di glicerina e nico al 36% per un totale di 4,5 litri di liquido finale :-)) che corrispondono a 450 ricariche da 10ml, ovvio ti portano al ridicolo, risparmiando 2000 euro al prezzo attuale di vendita nei negozi e figuriamoci quando avranno messo le tasse. Ovvio non è un post per dire cosa ho o cosa non ho ma per dire che:
    7 mesi senza fumo significano: Ora posso correre, posso fare qualsiasi cosa e il respiro non ha la benchè minima necessità di ripresa, non ho più il fischio notturno o diurno in caso di sforzo, non devo farmi più il broncodilatatore (clenil compositum), l’energia sta fluendo come quando ero piccolo :-) e parlo di tutta l’energia, la tensione della sigaretta è finita come la paranoia per fumare in ogni istante o appena finito qualcosa o prima di iniziare, non sento più sbalzi al cuore, la pressione è normale, il sonno è migliorato.
    Penso che oramai tutti si accorgono quando qualcuno ci vuole truffare e in questo caso è chi vuole farci morire continuando a venderci il cancro e sono così perfidi da far credere che quello che stiamo usando per liberarci dal fumo nocivo faccia peggio. Libertà!
    Il glicerolo vegetale come gli aromi sono usati ogni istante e li mangiamo o usiamo le supposte :-))), la butto in ridere perchè tutta la manovra è stata ridicola sia da parte dello stato, che della sanità che dal monopolio tabaccai. E come dice il nostro amico sherek su youtube: Stato: TIE’

  • giovanni

    dai… di la verità! sei un “prezzolato” dell’industria del tabacco elettronico! ahahaha! ;)

    però E’ VERO!!!
    il Giò

  • giovanni

    per come mi è stata presentata dal negoziante (tutto made in italy! “non cinesate”!), la sigaretta elettronica può affaticare fegato e reni, in quanto la nicotina sarebbe assorbita molto più rapidamente dal sangue. si raccomanda attenzione a chi però abbia già patologie importanti a carico di tali organi. io fumo l’e-cig da 2 mesi e mezzo, e non accuso problemi di sorta. mi sono liberato delle sigarette tradizionali. quest’anno la mia asma bronchiale non si fa sentire. sono tornato a fare attività sportiva senza ansie. per ora il bilancio è positivo, molto positivo!
    qualora qualcuno abbia rilevato alterazioni importanti dei valori ematici, sarebbe opportuno segnalarli con dovizia di particolari. L’informazione è importante, e va fatta responsabilmente: oppure SI TACE!!!
    il Giò

  • giovanni

    Grazie
    il Giò

  • giovanni

    prima i metalli pesanti; ora il benzene…
    dando per “buone”, cioè per veritiere queste notizie, occorre provvedere perchè non ci siano metalli pesanti, ne benzene ne altre porcate che sitrovano sicuramente nella sigaretta tradizionale.

    ho notato che ancora una volta non si citano le case produttrici nè la provenienza dei prodotti sequestrati… chissa perchè. meditate.
    il Giò

  • giovanni

    cara Laura; ho fatto l’esperimento, dopo circa un mese di accendere una paglia. ho fatto due tiri e ho pensato:”non è possibile! mi piaceva ‘sta roba?”.
    il Giò

  • giovanni

    dove trovo di più rispetto a questo argomento?
    (tra parentesi, i cinesi sono grandi fumatori di tabacco; non sia mai che anche lo loro stato abbia una sorte di “Monopolio”?…)

  • giovanni

    la prima settimana svapavo a 1,8 di nicotina: un po’ forte per me. niente dolori, ma c’erano momenti in cui il cuoricino batteva forte forte. la seconda settimana ho dimezzato la quantità di nicotina e problemi finiti
    il Giò

  • giovanni

    lo stato ci guadagna… continuo a leggerlo, e sono sempre meno convinto. non per niente la nostra Costituzione considera la salute come un Bene (cioè anche da un punto di vista economico). quanto costa al sistema sanitario nazionale prendersi cura di un malato di tumore, o di un asmatico come il sottoscritto, o di un cardiopatico? …e sono anche malattie invalidanti, nel caso (si spera!!!) si campi a lungo…

    chi ci guadagna (cioè intasca), E’ SEMPRE UN PRIVATO. se poi col voto gli abbiamo dato un posto in Parlamento… rischio l’OT!

  • giovanni

    Dottoressa Christina Gratziou!
    oh, ecco l’informazione che stavo cercando: chi è? per chi lavora? ora spero che sia per tutti più chiaro quale validità assumano alcune informazioni.
    poi i pennivendoli, fanno il loro lavoro. i giornalisti sono un’altra categoria. grazie Paske.
    il Giò

  • giovanni

    spero non mi “insorga” mai un linfonodo…

    da wikipedia:”I linfonodi sono organi periferici del sistema linfatico”.
    il Giò

  • giovanni

    caro/a steff, hai ragione! facciamo informazione:

    Il glicole propilenico ha proprietà simili a quelle del glicole etilenico: il primo è il composto utilizzato nell’industria farmaceutica (non dannoso); il secondo è utilizzato come antigelo.

    secondo me, è meglio se c’è il glicole propilenico neiliquidi delle e-cig: e per saperlo, BASTA LEGGERE L’ETICHETTA!!!

  • giovanni

    Grazie Flint.
    lettura che consiglio: ci sono dati statistici rilevanti.
    il Giò

  • giovanni

    ciao Paolo. cercavo notizie rispetto alla nocività delle sigarette elettroniche, di cui i giornali hanno parlato negli ultimi mesi. ho cominciato a leggere i commenti qui sotto (confesso che mi sono fermato a 5 mesi fa andando a ritroso). sebbene non esaustivo, perchè ne qui ne altrove vi sono ancora sufficienti informazioni scientificamente accertate rispetto a eventuali danni prodotti dalla e-cig a lungo termine. i commenti di molti ospiti mi hanno portato a cercare nel web la documentazione disponibile, e sono arrivato alla conclusione che, se si utilizzano prodotti certificati e non di dubbia provenienza, l’e-cig è molto meno dannosa della tradizionale. come te mi ritenevo un fumatore moderato: intorno alle dieci malboro rosse al dì… e mi piacevano! però sono asmatico, e avvertivo giorno per giorno segnali di peggioramento. alla fine mi sono convinto a fare “l’investimento”, per tentare di ridurre le sigarette: e questa è stata la prospettiva con la quale me le ha proposte il negoziante, a sua volta fumatore.
    dopo una settimana sono tornato a chiedergli un nuovo boccino di liquido. “Com’è andata?”, mi chiede.”niente più malboro”, rispondo. “provo anche io”.
    bene, siamo 2 tabagisti in meno!

    a distanza di circa un mese ho provato a fumarmi una Malboro rossa: ero incredulo. Come era possibile che mi piacesse quel gusto di carta bruciata???
    spero un giorno voglia provarla anche tu: facilmente potremmo essere 3 tabagisti in meno!

  • maselli antonio

    da tre mesi fumo quasi unicamente la sigaretta elettronica e il mio alito ed il mio respiro sembrano migliorati nettamente.Questa è la mia sensazione poi il resto non so

  • Filiberto

    QUANTE IPOCRISIE!!!!
    Da due mesi non fumo più sigarette tradizionali (ero arrivato a due pacchetti al giorno):
    1) pago mezza rata del mutuo a gratis!!
    2) non puzzo più!!
    3) non sporco più (cenere in giro, mozziconi e varie)
    4) HO RITROVATO FIATO IN ATTIVITA’ SPORTIVA CHE AVEVO PERSO DA ANNI
    5) tutto quanto è avvenuto praticamente senza sforzo,
    ma sopratttutto, IPOCRITI di M….A, che cosa vi devo dire? che fa male? che fa bene? Nemmeno medici e ricercatori azzardano ipotesi perchè ovviamente gli studi richiedono anni di impegno e tempi per poter dire se fa male o se non fa male… ma infondo, IPOCRITI di M…A, che cosa ce ne frega se fa male o se non fa male??? la domanda da posta è una IPOCRISIA se presentata in maniera assoluta.
    La VERA domanda da porsi dovrebbe essere: “LA SIGARETTE ELETTRONICA FA PIU’ o MENO MALE DELLE SIGARETTE TRADIZIONALI?”

    E allo stesso modo, visto che la domanda non deve essere posta in maniera assoluta, ma in maniera relativa, anche la risposta deve essere relativa:
    La sigarette elettronica fa MALE alle casse dello Stato ed ai bilanci delle società produttrici di tabacco.
    La sigaretta elettronica fa sicuramente MOLTO MENO MALE a tutti coloro che la usano in sostituzione delle normali sigarette. (e quanto affermato nella ultima frase potete chiederlo a qualunque medico che ve lo confermerà)
    ciao
    Filiberto

  • Alessio

    Sono pienamente d’accordo con Filiberto, vorrei aggiungere che io ormai è quasi un’anno che non fumo più sigarette tradizionali, sono passato totalmente a quella elettronica, e la cosa più bella è che la dipendenza è scesa notevolmente in quanto io ora fumo solo la sera e nel weekend e soprattutto ogni tanto mi capita di voler provare una sigaretta e NON riesco a fare più di tre tiri in quanto ha un sapore parecchio sgradevole.
    La mia considerazione sulle e-cig è che sicuramente non fanno bene, ma altrettanto sicuro che a oggi stò molto meglio di prima.

  • monica

    Finalmente dopo 40 anni di sigarette puzzolenti e di tanti soldi bruciati, un’amica mi ha regalato la sigaretta elettronica. Ho iniziato quasi per fare un favore a lei, e cosi ho continuato perché ho scoperto che il “favore” lo stavo facendo solo a me stessa…Sono cosi felice! Respiro meglio e mi piace sentire il profumo dei vari aromi. Come diceva qualcuno qua sotto, non ho smesso di fumare ma ho cambiato sistema e vado dritta per la mia strada!

  • luca

    Ciao, come mai i liquidi dopo un po che si svapa hanno tutti lo stesso sapore?

  • ant0p

    ormai sono tre settimane di sigaretta elettronica e non ho fatto molta fatica, prima fumavo il golden virginia dal 2000 dopo 7-8 anni di marboro light o camel light e prima ancora con qualche canna, in pratica 20 anni di fumo analogico, iniziato prima con le canne che con le sigarette:)) sembra il fumo aromatizzato sparato nelle discoteche o ai concerti. non mi pare faccia peggio di quelle tradizionali, l’unico dubbio è che ogni tanto se la resistenza è poco irrorata di glicole qualche volta sale un sapore di bruciato, per evitare questo qualche componente o tutto il vaporizzatore va cambiato periodicamente. anche come spese complessivamente sono al di sotto anche rispetto al golden virgina: la sigaretta a partire da 0 costa sui 60euri, poi con 10euri a settimana (ma anche meno) ci si procurano i liquidi, rimangono le spese di manutenzione/sostituzione che non penso aumentino di molto le spese compesive. considerando che col tabacco spendevo 18euri/settimana per adesso posso ritenermi soddisfatto.
    specifico che non sono un salutista e che pur essendo consapevole dei possibili danni alla salute delle sigarette non ho mai avuto nessuna intenzione di smettere, in 20 anni non ho mai avuto nessun problema di salute derivante dalle sigarette e anche se il fumo mi facesse morire a 60-70 invece che a 80 non m’importa, ormai ne ho più di 40 e posso essere soddisfatto della vita che ho fatto fino adesso, sono consapevole di andare verso una fase di declino e non m’interessa trascinarmi oltre i 70-80 come un mezzo zombie con l’artrite che rompe i coglioni ai parenti e ai medici:P anche se la sigaretta elettronica fosse dannosa non sarebbe un grosso problema per me, ho solo provato e per adesso non ho avuto nessun particolare disagio nella transizione tra analogico e digitale:))

  • giuseppe crispino

    il problema è che fin’ora non si sono pronunciati neanche loro e nel frattempo cosa si fa? ci avveleniamo con la certezza del metodo tradizionale o lo facciamo col nuovo? io lo faccio col nuovo…magari domani si sveglia un luminare e ce lo consiglia! viva l’elettronica…se proprio dovremmo morire lo faremo con un alito decente :)

  • Jason

    Son contento per te Paolo e per tutti quelli che scrivono su questo blog le loro esperienze con la e-cig, quasi sempre positive…io ho tagliato il traguardo dei 18 mesi senza sigarette classiche, ho svapato di tanto in tanto quest’inverno ma giusto per curiosità…che dire?son felice :-)

  • Seby

    cio fatto caso anche io…. be! perchè ti abitui al sapore

  • Seby

    sono pienamente daccordo con te

  • luca

    ciao, sono 7 mesi che svapo speriamo solo che non faccia male!!!!

  • Claudio

    Salve io sono un ex fumatore di sigarette tradizionali ora di

    elettroniche . Vorrei capire perche quando una ricerca sulle sigarette elettroniche dove si evince la non pericolosità ci sono nomi e cognomi di illustri medici e ricercatori , e invece quando la ricerca parla di effetti negativi non leggo ne in quale laboratorio viene fatta la ricerca ne chi la fa

    Qualcuno mi puo’ spiegare perche , ultima domanda ,non

    capisco perche sui pacchetti delle bionde non ci sono elencate tutte le sostanze tossiche in esse contenute ed

    eventualmente quelle non nocive , io leggo solo tre sostanze : Nicotina , catrame , condensato eppure dicono

    che ci sono più di 4000 sostanze cancerogene perche se cosi fosse le aziende che producono sigarette stanno nascondendo qualcosa ?
    Grazie
    Claudio

  • Maria

    Non è tanto difficile, basta una ricerca su Google e si trova tutta la documentazione che si vuole:

    http://catania.livesicilia.it/2013/01/29/polosa-la-sigaretta-elettronica-non-nuoce-alla-salute_222568/

    e, per chi mastica un po’ d’inglese:
    http://www.ecigadvanced.com/blog/research/

    Ricerche ne sono state fatte, i risultati ci sono, è che allo Stato non conviene prenderne atto, altrimenti non potrebbero tassare i PVD (Personal Vaping Device: questo è il loro nome, “sigaretta elettronica” è una semplificazione del tutto scorretta, non sono affatto sigarette).

  • marco

    grande!!!!!

  • domenico

    ok e’ vero che determina broncospasmo; meno comunque delle sigarette tradizionali; e’ vero che contiene nicotina… meno assorbita delle sigarette normali(le particelle di vapore acqueo sono piu’ grandi di quelle di fumo pertanto arrivano meno in profondita’ negli alveoli)
    e’ vero che possono contenere formaldeide (non piu’ di quella che respiriamo normalmente in citta’)
    e anche vero che circa 4000 elementi potenzialmente cancerogeni non sono contenuti come anche l’anidride carbonica prodotta dalle combustioni di sigarette….
    Conclusione:
    se non siete fumatori continuate ad esserlo
    se siete fumatori non esitate a passare alle sigarette elettroniche

  • Paolo1966

    Dite un po quello che vi pare, io ho 47 anni , fumavo da quando ne avevo 17 ed ho cercato di smettere in tutti i modi ; ho sempre fumato poco , non piu di 10 sigarette al giorno , forse per questo non sono mai riuscito a lasciarle per piu di due giorni. Oggi sono esattamente 18 giorni che non tocco una sigaretta , mi appoggio ad una svapata da 18 mg ogni tanto. Ho riacquistato odori , sapori , fiato ( e tra l’ altro vado pure in bici spingendo parecchio ) e l’idea è quella di smettere definitivamente abbandonando anche l’elettronica. Il mio cuore ringrazia , le salite che facevo a 140 battiti ora le faccio a 130 , mi alzo la mattina con 45 battiti al minuto mentre non sono mai sceso a meno di 52. Per me chi và contro le e-cig lo fa solo per interesse. Saluti.

  • Daniele Sagone

    Allora ho letto solo una ventina di commenti ma direi che cari i miei venditori di tabacco vi smerdano tutti. Consiglio: se dovete scrivere delle cagate conclamate almeno disattivate i commenti! ciaociao! ;-)

  • gino

    svapo dal 4/4/2012, 17 mesi e in tutto ho toccato 3 sigarette, ma no x bisogno ma bensì x verificare se ancora presente la voglia. avverto lo stesso fastidio di quando mi è di fianco un fumatore, il fumo della sigaretta tradizionale mi toglie il fiato, tipo come una mancanza di ossigeno, non avrei mai pensato a questa netta differenza come tra una nave da crociera ed un gommone. ciao e buon svapo a tt.

  • robi

    Ma quale prodotto illusorio !!! Prima di commentare a ruota libera come nell’articolo ci si documenti meglio, Corro, non ho piu’ tosse, sento odori ed aromi, respiro meglio, non ho affanno salendo le scale, i sapori ricompaiono sontuosi, la e-cig dara’ dipendenza alla sua tecnologia, ma le sigarette ‘analogiche’ appaiono come mostri disgustosi. Prima di fare talune affermazioni, si documenti per bene, e si legga questo articolo http://www.fondazioneveronesi.it/la-tua-salute/fumo/fumo-gli-italiani-provano-a-smettere-con-la-sigaretta-elettronica/6193

  • Ferdinando

    Ricerca effettuata da ricercatori greci sovvenzionati dalla casa farmaceutica pfitzer, quella dei cerotti alla nicotina e dei farmaci per i tumori da fumo, gola polmoni etc…
    Non c’ e’ bisogno di dire altro se non che io amavo le mie sigarette 40 al giorno, non ho avuto mai problemi di salute ma ho tentato di smettere più’ volte senza riuscire.
    Da qualche tempo fumo o meglio svapo e sono riuscito a non toccare piu,’ le mie adorate bionde.

  • alessandro

    vergognatevi di quello che scrivete,vi piacciono i 30000 morti all’anno per tumore causato dal fumo,fanno bene in inghilterra che hanno tolto i distributori di sigarette dalle strade!!!!!

  • luigi

    ragazzi io non so se fa male o no la sigaretta eletronica pero vi posso dire una cosa vera provata sulla mia pelle io la uso da tre settimane e prima di usarla io sono o meglio dire ero un fumatore accanito di malboro rosse
    da 15anni ultimamente ero arrivato a fumarne tre pacchetti a giorno lasciamo stare il costo delle 15 euro
    giornaliere ma mi credete che mi sentivo veramente uno stupido per fortuna no no mai avuto problemi ne di cuore e ne respiratori ma sono convito che se non mi decidevo a dare un taglio presto o tardi mi sarei ammazato con le mie mani posso parlare per me nel mio caso da quando
    uso la sigaretta eletronica al mattino non mi sveglio piu con
    la bocca impastata e amara che avevo prima non mi viene piu affanno che avevo prima ripeto io parlo da esperienza
    e da ignoranza se fa male o no la sigaretta eletronica io non lo so so solo che sarebbe meglio non iniziare mai a
    fumare saluto a tutti luigi

  • Marco Rossi

    Fumavo 40 Diana Rosse al giorno. il 5 gennaio di quest’anno decido di passare all’elettronica e dall’acquisto del primo kit ho fumato solo un’altra sigaretta il giorno dopo. Spenta dopo due tiri perchè mi faceva schifo. Dopo un mese e mezzo decido di fare il grande salto, via la nicotina, son stati 5 giorni difficili, teso come una corda di violino ed intrattabile. Ma da lì in poi ho iniziato a diminuire la frequenza di svapo, ho provato a stare anche 3 giorni senza farlo. Fino a che quest’estate ho deciso di non portare in ferie la esig ed ora non svapo più.
    Cosa è cambiato dal passaggio dalle “analagiche” alle digitali? Molto. Sensibili miglioramenti sulla respirazione su tutti ma non trascurerei una maggiore sensibilità ai sapori e agli odori. In pratica respiro meglio, mangio e bevo con più soddisfazione e.. Bè si, migliorano anche le prestazioni a letto.. Ah, non puzzo più di fumo nè puzza di fumo qualsiasi posto in cui lascio i miei vestiti..Ah, finchè la lobby dei tabbacchini (scritto volutamente così..) non si è data da fare distruggendo il mercato delle esig (da gennaio saranno tassate del 58,5%…) un fumatore medio (un pacchetto al giorno..) se passava allo svapo risparmiava il 200% rispetto al fumo, il costo del primo kit (di solito sui 70€) lo si riassorbiva in meno di un mese.. Altro che “costo eccessivo”… Ah, secondo le leggi vigenti il tuo blog è fuori legge visto che fa pubblicità a prodotti per cui la pubblicità è proibita…

  • Patrik

    Salve a tutti voglio esprimere la mia opionione .
    Funziona solo all inizio quando si ha la grande voglia di smettere ,la sigaretta eletronica e molto lontana dalla vera sigaretta come gusto e come sensazione .
    Ho fatto 6 mesi con la sigaretta elettrica e subito mi è venuto un irritazione al cuoio capelluto , appena smesso tutto ok , e dopo tre mesi di sigaretta vera , ho ripreso per poco sia sigaretta elettrica che vera e subito di nuovo e ritornata l irritazione al cuoi capelluto con desquamazioni plurito e arrossamento , per quello che mi riguarda non la voglio più usare perché mi ha creato più problemi che benefici , e i liquidi che usavo erano prima gusto tabacco e poi alla frutta con e senza nicotina , ora sto facendo delle ricerche perché un medico mi ha detto che crea acqua nei polmoni e si rischia edema polmonare .

  • nicola

    sto pseudo giornalista scrive un articolo,buttando cacca sulla sigerette elettroniche,e conclude dicendo : ” non l’ha mai usata”….”non conosco persone che la usano”…”costa tanti soldi” (4 volte meno di fumare sigarette normali)…..insomma,questo ha scritto un articolo senza sapere cazzo !!! ergo, chi lo ha pagato per buttare cacca sulla sigaretta elettronica ?? un certo Umberto veronesi, e non questo giornalaio da 4 soldi, è ha favore della sigaretta elettronica. e ho detto tutto !! qualsiasi persona di buon senso, ha capito e puo intuire il fatto, che respirare del vapore, fa sicuramente molto meno male che respirare del fumo nero provocato dalla combustione di carta e tabacco.

  • Dalle statistiche generate dalla piattaforma del sito è emerso che il 75% dei commentatori di questo articolo sono sempre le stesse persone che, a mio avviso, credono di trarre profitto dalla buona pubblicità sulle sigarette elettroniche, per un motivo o per un altro.

    Inoltre, le statistiche di cui sopra, confermano anche che il 98% dei commentatori non ha nemmeno letto per intero l’articolo, ma si è soffermato soltanto a leggere ciò che gli faceva comodo… quel pezzetto di testo necessario a innescare una reazione di autodifesa e auto giustificazione che sfocia in un commento maleducato e volgare.

    Accetterei dei commenti del genere da chi, perlomeno, si firma con nome e cognome, non da utenti anonimi che non vogliono farsi riconoscere e che provano a farsi pubblicità gratuita (per vostra informazione il sito blocca in automatico i commenti che contengono link esterni).

    Infine, nessuno qui getta “cacca” sulle sigarette elettroniche, anzi, sono personalmente in procinto di acquistarne una. Purtroppo non tenete conto del fatto che questo articolo è del 24 settembre 2012 (vecchio di un anno) e che inoltre il suo intento è quello di suscitare un dialogo aperto, tanto che concludo il post esortando voi consumatori a dire la vostra. Semplicemente chiedevo una civile opinione per acculturare me, povero ignorante in materia di sigarette elettroniche.

    Comunque siete simpatici ed educati, soprattutto colori i quali mi reputano uno pseudo giornalista (o giornalaio, secondo nicola è la stessa cosa) oppure un venduto, o un fallito, o un agente delle multinazionali, o tante altre cose che per educazione non riscrivo. Complimenti a tutti, e viva il dibattito civile! :D

  • pino

    La sigaretta elettronica, a differenza della sigaretta che brucia tabacco, non produce polveri sottili, non produce residui da combustione, non produce <co2, contiene nicotina, che può anche non esserci, ma in verità la gran parte degli utilizzatori della sigaretta elettronica utilizza liquidi contenenti nicotina. La nicotina alla luce delle attuali conoscenze scientifiche non è ritenuta cancerogena.
    E' dannosa per l'apparato cardiovascolare e determina tra l'altro vasocostrizione coronarica e broncocostrizione.
    Questi effetti farmacologici della nicotina sono comunque dose dipendenti.
    In effetti fumando la sigaretta al tabacco essa viene consumata in circa 4 minuti e i livelli ematici di nicotina diventano elevati e quindi patogeni. Il modo di fumare la sigaretta elettronica è generalmente diverso. In genere l'utilizzatore da qualche boccata poi sta diversi minuti senza inalare, ciò permette di evitare che i tassi ematici di nicotina possano raggiungere livelli sicuramente patogeni.

  • fabio

    non sei convincente

  • cris

    Fumo da 20 anni. 2 pacchetti al giorno. In 20 anni ho provato cerotti, menate varie, caramelle (mi son rovinato i denti in 2 mesi) e in questi 20 anni son riuscito a non fumare solo per 3 mesi, se sommo i vari giorni di astinenza o semiastinenza. Fino alla scorsa settimana da BUON E MALATTO FUMATORE criticavo tutti coloro che usavano la sigaretta elettronica. Gli dicevo: io ho smetto o se devo star male voglio star male sapendo cosa ingerisco cioè schifezze come quelle contenute nelle sigarette. Discorsi assurdi, infantili, idioti dati solo da un cervello bacato e troppo intriso dal FUMO. L’altra mattina nons on stato bene e sinceramente mis on preso paura. Oramai per il lavoro che faccio ero arrivato a 2 pac e mezzo, 3. ASSURDO!! Mis on deciso e son entrato dove vendono stè sigarette finte. Non voglio smettere, non mi interessa smettere del tutto…non ne ho la testa e le palle…ma sicuramente diminuire. Ci provo. Per ora mi fumo ancora le 8/10 sigarette al giorno (-40/50 al giorno in confronto a 3 gg fà)..E’ solo l’inizio ma se riesco a continuare così penso che sarà meglio per me, per i muri di casa, le mie tasche. Se poi c’è qualcosa di negativo inq uesto liquido, penso che sarà sempre meglio della sigaretta vera a meno che tutti nascondono chissà cosa

  • cris

    scusate gli errori di ortografia..non ho controllato

  • iva

    invece funziona! fa solo male alle multinazionali del tabacco

  • Domenico

    Ciao a tutti, fumo da circa 1 anno circa 7 sigarette al giorno, il sabato sera saranno sui 15 così… Ho notato che più i giorni passano più io non riesco a fare a meno della sigaretta, non riesco più a controllarmi, non riuscivo più a mantenere il minimo delle 3 sigarette al giorno, e ogni giorno che passava piano piano andavo aumentando…
    Cercavo di smettere ma se non fumavo minimo 4 sigarette al giorno mi sentivo troppo nervoso…
    Mio padre 1 mese fa mi ha comprato la sigaretta elettronica, all’inizio mi sembrava una grandissima cazzata, era solo aria che mi arrivava nei polmoni, ovviamente non è la stessa cosa della sigaretta vera, si sente solo sapore, ovviamente dipende dal liquido che si compra, all’inizio ho provato quello da 0,6 e non cambiava nulla fumavo lo stesso le sigarette, dopo una settimana ho finito il liquido ho provato quello da 0,8 e devo dire che sto cominciando ad abituarmi alla sigaretta elettronica, adesso ha 1 settimana che io non tocco sigarette, l’ho semplicemente sostituita con quella elettronica..ovviamente ogni tanto il desiderio di fumare la vera sigaretta c’è, difatti ogni tanto una me la fumo…
    Però ripeto, funziona davvero, e devo dire che in questo mese mi sento molto meglio, sia a respirare, non ho più raschi in gola come prima e non tossisco più come prima… prima in una settimana si è no potevo fumare circa 40 sigarette a settimana, non è male per un fumatore di 1 anno ovviamente è pochissimo e prima che cominciavo a peggiorare ho cercato di rimediare, adesso ne fumo circa 5 a settimana…
    Quando ho voglia di fumare, uso quella elettronica ed evito di fumare schifezze, Semplice ;)

    Grazie dell’attenzione … fa meno male della sigaretta vera ;)
    Io mi sento davvero molto meglio …

  • Simone

    Certamente scrivere o descrivere una cosa che non si conosce perlomeno verrebbe da pensare ad un minimo di ricerca cosa non fatta tanto come sempre a noi italiani facciamo credere ciò che ci pare secondo me chi ha scritto l ‘articolo sopra poteva risparmiare perché il suo lavoro e il pastore di capre.
    Veniamo a noi io un mese che “svapo”
    Da due pacchetti di sigarette sono passato direttamente alla elettronica senza nessun problema ,purtroppo come molti non ho le palle e forza di smettere di fumare….
    Il mio venditore e stato molto preciso dicendomi : sai che la nicotina e un veleno e come tale resta perciò tu immetti veleno però non metti tutte le altre sostanze della combustione … Non da poco eviti catrame monossido e tutto il resto.
    Per di più io con 20 € euro mensili passo la barca contro quasi le 300 che per me erano proibitive ..dirò di più non riesco più a fumare sigarette perché m’infastidisce il cattivo odore e pure il sapore non mi alletta più..
    Voi pensatela come volete ..io sono molto contento e dirò di più da 9 di nicotina adesso fumo 4 e chissà magari un giorno smetto pure ….
    In culo a chi è contro io questo mese con le 300 euro mi sono fatto un bel regalo
    Grazie

  • orfeo

    Dove si trova la tua tabaccheria?ahahahah

  • Aldo

    Salve,
    sono un medico chirurgo e, al momento, fumo ancora sigarette tradizionali. Conto però di passare in breve tempo alla sigaretta elettronica.
    Chi ha scritto l’articolo non ha la minima idea di cosa stia dicendo, gli manca del tutto una benché minima conoscenza della materia.
    Estremamente fazioso, sono tentato di segnalare l’articolo per divulgazione di notizie false in merito alla salute dell’individuo.
    L’autore citi, pubblichi, esponga le referenze degli articoli e studi scientifici di cui ha parlato.

  • marco

    Ho fumato 20 sigarette tradizionali al giorno x 20 anni , da tre mesi sono passato a quella elettronica , dopo una settimana che fumavo quella elettronica ho voluto provare a rifumare una sigaretta vera , dopo due tiri l’ho buttata via xchè mi ha fatto schifo e non credo che ne toccherò più x tutta la vita , ci potete credere o meno , non mi interessa , ma vi assicuro che adesso respiro bene non ho più quel rantolo continuo e quando vado e mi alzo da letto non fischio più come un treno , insomma la situazione è decisamente cambiata in meglio ! molto meglio direi ! prossimo obbiettivo smettere anche quella elettronica ma x ora va benissimo anche così’ !
    A me è cambiata la vita …. mi sento di poterlo dire poi ognuno fa come vuole , saluti a tutti !

  • Alessandro Borrello

    Io ho smesso di fumare, non faccio nessuna publicità sono un infermiere professionale mi chiamo alessandro borrello. Chi è contro la sigaretta elettronica può essere solo un ignorante.
    La combustione genera cntinaia di sostanze cancerogene per non parlare del catrame.
    La sigaretta elettronica rimuove tutto questo, ad eccetto della nicotina, che è comunque in media inferiore a quella contenuta nelle sigarette, e che con parsimonia si può ridurre nel corso del tempo per disintossicarsi graduatamente.
    IL MIO CONTATTO FACEBOOK SE NON MI CREDI: blablablafacebook…../alessandro.borrello1

  • marilena

    Ciao volevo chiederti se il liquido che usi contiene nicotina, anch’io come te ho smesso da 3 mesi. Adesso fumo o come dicono i veterani svapo liquido con 9 mg di nicotina e anche a me ha fatto schifo fumare una bionda, ma io ho un problema che mi preoccupa. Ho una tosse che prima non avevo, quando mi viene anche soltanto lo stimolo, mi sale in bocca un sapore metallico schifoso ….. sa proprio di ferro, somiglia all’odore del sangue quando si asciuga nelle mani. Io non mi intendo molto di liquidi ma non vorrei che la cosa possa succedere perchè ho miscelato 2 gusti quello del liquido all’aroma del tabacco, con quello al gusto della sambuca. La tosse è grassa e ho avuto anche piccole emissioni di muco scuro Vi ringrazio anticipatamente se voleste darmi dei consigli

  • Fabio Palermo

    Stai sparando cavolate a menadito,io ho conosciuto un ragazzo che aveva un enfisema polmonare,se non sai cosa sia vattelo a cercare,cmq se continuava a fumare le classiche sigarette sarebbe morto in pochi mesi,questo ragazzo adesso fuma la sigaretta elettronica da tanto tempo e non e morto e l’ enfisema polmonare e scomparso,sei solo un calunniatore inutile,la tua tabaccheria andra’ in fallimento!!

  • Manuela Muti

    bravo luigi

  • Gianluca Garofalo

    ho comprato una smockie’s da due giorni costo 60,00 soprattutto per non fumare a casa sono un soggetto asmatico e al secondo giorno mi accorgo che ho asma con le sigarette tradizionale questa sensazione d’affanno nn la avevo con la sigaretta elettronica si e non riesco a capire perche

  • IoSvapo

    Secondo il mio parere ( ma non sono un medico) é un normale effetto del tuo corpo che sta liberando tutte le vie respiratorie dal catrame depositato. Per sicurezza vai dal tuo medico che ti fará fare qualche accertamento. Non essere però allarmato: la tosse é un ottimo sintomo di disintossicazione!

  • antonio

    ho avuto lo stesso sintomo anch’io circa al terzo mese…durante quei giorni stavo fumando un liquido certificato in polonia, immediatamente ho smesso di fumare quello cambiandolo con un liquido vaporart italiano e quel cattivo gusto e la tosse sono andati via…ora sinceramente non saprei dirti se è stata colpa del liquido o è il corpo che sta cercando di eliminare l’eccesso di catrame presente nei polmoni…comunque ora sto alla grande e soprattutto sto continuando a svapare

  • Giovanni Di Santo

    Ciao, svapo da un anno ed anche io verso il 3° mese ho avuto gli stessi sintomi passati intorno al 6/7°mese. E’ Normalissimo sono i pomoni che si liberano del catrame accumulato in anni si sigarette tradizionali. Vai tranquillo io sono rinato e mi sento fisicamente rinato…

  • marti

    Ciao. Posso dirti che anchio all’inizio avevo questa tosse, ma perche usavo il liquido da 18. Dopo ho provato altri e mi trovo benissimo con il 9 mg gusto Iris la marca e Dea. Ciao

  • rose

    Salve a tutti,e’ da un anno che fumo le sigarette elettroniche e mi trovo decisamente bene, ho cominciato subito con liquidi senza aromi al tabacco, diminuendo gradatamente la percentuale di nicotina,tranne per i primi dieci gg,non ho mai sentito l esigenza di fumare una sigaretta classica, ora uso liquidi con vari gusti a 8 ml di nicotina e va benissimo, ma col tempo voglio scendere ancora.L’unico problema e’ che sono ingrassata di qualche chilo, secondo voi puo’ dipendere dal fatto di aver smesso di fumare le “bionde”? In ogni caso non tornero’ indietro, pero’ la cosa mi incuriosisce.

  • paolo

    anch’io ho smesso di fumare da 14 mesi le mie 40 sigarette al giorno per la smooke, giuro di non sentire più la voglia delle bionde, e dai primi 18mg sono arrivato ai 4,5 mg spero al più presto di finire anche con la smooke.Non ho più tosse al mattino (nemmeno fino alla sera) da sei mesi che bello.

  • Ciao a tutti. Mi chiamo Ruben Moya Giner. Vivo in Svizzera. Ho iniziato ieri con l’elettronica perchè la mia donna ha schifo di baciarmi e di sentire l’odore sgradevole del tabacco. Sono un fumatore dall’età di 17 (ne ho 37). Ho usato e smesso molte sostanze nella mia vita, ma la sigaretta è la peggiore di tutte. Non sono mai riuscito ad avere nemmeno voglia di smettere. All’inizio ridevo degli svappatori, ma per amore ho deciso di cercare un’alternativa che mi permettesse almeno di “giocare a fumare” per ingannare il cervello e non perdere la relazione per testardaggine. In un solo giorno si notano subito due cose: la nicotina che si assume è il male minore se si possono evitare tutte le altre schifezze (i chimici e le reazioni di combustione); si può stare di nuovo insieme a tutti e fumando. Sono due effetti di estrema importanza. Ricuciamo lo strappo sociale con chi sente fastidio (i fum.passivi) e stiamo un po’ meglio? E’ la prima volta in 20 anni che passo un giorno con solo 2 sigarette “classiche” (escludendo il tentativo che avevo fatto 2 anni fa). Non è la stessa cosa, ma è la cosa più vicina per simulare di fumare. Soldino e panino. Sana non sarà, ma migliore non è forse sufficente? Spero di continuare e poi di smettere. Questo è il piano (sempre che il liquido non contenga un droga più potente della precedente e magari non visibile hahahahahahah)

  • Crististian

    Ragazzi fumo dall’età di 17 anni oggi ne ho 36 qualche mese fa ho deciso d provare la sigaretta elettrica così x gioco e anche x curiosità ma credetemi sopratutto per fare da cavia su me stesso e capire se poteva essere vero che riuscisse a sostituire la bionda e bene si non posso crederci non fumo da 3 mesi e non tengo neanche più l’intenzione d ricominciare che dirvi a me ha funzionato Ma Solo una cosa preciso a Dire un po’ d forza d volontà c vuole un saluto a tutti.

  • Daniela

    Buonasera e scusi se la disturbo.Ho letto che lei è un medico e volevo sapere il suo parere.Dopo un anno di svapo ho incominciato e più smesso neanche con cure antibiotici ecc. ad avere enormi sanguinamenti gengivali, anche quando non sto lavando i denti.Nei forum mi hanno consigliato di usare liquidi fullVG xche’ poteva dipendere da intolleranza al Glicoliche, e così ho fatto ma non avendo miglioramenti, sono stata da vari dentisti e tutti e 5 mi hanno detto che èè la sigaretta elettronica che viene usata x una quantità di tempo superiore alle sigarette che si possono fumare e il calore e i liquido che comunque a volte va un po’ in bocca, ne sono la causa è io sono molto preoccupata in quanto non sono in grado di smettere di svapare.Mi piacerebbe sentire il suo parere,Grazie di cuore! Daniela

  • urbanoglnt@yahoo.it

    Da circa tre mesi anch’io sono passato alla sigaretta elettronica, mi ha convinto a smettere di fumare un dottore che mi ha operato alla vescica. Avevo provato altre volte, ma dopo tre giorni ero sempre ritornato alla sigaretta classica. Adesso sono tre mesi che la utilizzo ed anche io ho tosse, cattivo sapore in bocca e irritazione alla gola, in casa avevo proprio il liquido di marca DEA al limone (mai provato prima) speriamo che funzioni. Comunque devo dire che a me la sigaretta elettronica ha veramente funzionato, appena ho iniziato non ho più avuto voglia di una bionda, se qualcuno vicino a me fuma non mi da nessun fastidio ne mi viene voglia di una sigaretta, probabilmente è il nostro cervello che ci convince cosa dobbiamo fare, fumare o no, a me probabilmente ha detto no!!! E speriamo che continui!!! Un saluto a tutti gli ex fumatori di bionde!!!!!!!!!!!!!!!!!! URBANO

  • Shaka – No Virgo

    Boh ragazzi io posso portarvi la mia testimonianza, fumato da 15 anni circa ero arrivato a più di un pacco al giorno e mi piaceva pure molto, infatti tutti i miei tentativi di smettere erano falliti miseramente, a dicembre farò un anno esatto di svapo, e non ho più toccato una sigaretta, mi sembra ancora oggi un miracolo visto che adoravo le bionde, a livello fisico sto meglio, ho ancora catarro ma è pulito, di colore bianco e mi sono tolto di dosso mia madre che si lagnava ogni giorno per la puzza di sigaretta, ho già risparmiato un bel po’ di soldi e non al momento non ci penso neanche a fumare una bionda, insomma posso dire che fino ad ora la mia esperienza è positiva, certo è sempre nicotina ma credo che faccia meno male, lo sento su me stesso… Quindi almeno provateci, tanto costa poco, chissà che non vi piaccia, io l’ho provato su pressione dei miei e pensavo di buttarla nel cassetto dopo una settimana, e invece..
    Mai dire mai

  • Pasquale

    Due anni fa è iniziata la mia avventura con la sigaretta elettronica, a mio parere la più grande invenzione del terzo millennio. Ho approfondito tanto ed in modo scrupoloso l’argomento per cercare di trarre dal mio utilizzo della stessa il maggior vantaggio possibile, e ci sono riuscito. Non mi sono fermato alle classiche Ego che tutti coloro che hanno sentito parlare o hanno provato conoscono, ma mi sono aggiornato ed ho provato hardware sempre più performanti, ma ad un certo punto temo di aver commesso un errore: mi sono iniziato a fare i liquidi fai da te. È andato tutto molto bene sia economicamente che fisicamente per un anno, ma poi ho avuto una gravissima congiuntivite virale da adenovirus “forse” attribuibile ad una contaminazione dei liquidi, ed oggi purtroppo sono tornato alle bionde.
    Ci sarebbe molto altro da dire ma non mi dilungo, ho raccontato brevemente la mia videnda solo per far capire a molti che quando dicono HO SMESSO è sbagliato, perchè smettere significa respirare solo aria pura.
    Sono bastati pochissimi giorni alla media di 4/5 sigarette al giorno a far ritornare tutti i sintomi classici della sigaretta come tosse, muco, mancanza di odore e sapore.
    Ciò mi rende molto triste ed ha fatto scendere la mia autostima drasticamente, ma mi ha fatto anche capire che la sigaretta elettronca seppur 1000 volte meglio delle normali è solo un sostituto di un vizio che è nella nostra mente ed il corpo è una vittima di tutto ciò.
    Pasquale

  • Giacomo Bolzoni

    E intanto immetti vapore acqueo che si condenserà e rimarrà nei cari bronchi. Mah fa diminuire il catarro e i fastidi perché non si aspira più fumo bollente non perché faccia meno male. Se si vuole smettere meglio le nicorette, poca nicotina, non si aspira e si sostituisce il gesto della siga con un cicles. Rimango molto scettico

  • Massimiliano Patanè

    I test da parte di grosse strutture fatti da chimici e ingegneri (elettronici/elettrici) sono oramai terminati ! Dopo 5 anni di studi
    Il resoconto è il seguente :

    E’ POSSIBILE SWAPPARE IN SICUREZZA, MA SOLO A CONDIZIONE CHE SI RISPETTINO DETERMINATI CRITERI !

    Svapo da parecchi anni, e certamente ci sono delle cose a cui bisogna fare MANIACALMENTE attenzione per evitare di rovinarsi la salute !

    1 Utilizzare solo liquidi di marca ! la composizione e su per giu la stessa del paraflu per autovetture, in genere si trova nei liquidi economici fatti all’estero che girano ancora come rimanenze nei negozi e su internet !
    Pertanto, a comprare liquidi economici o sconosciuti, si rischia la vita!

    Per i “fai da te”, attenzione alle marche !

    2 Tenere la tensione al massimo a 3,8/9 volt a 1,8 ohm, se il vapore è troppo caldo, specie in presenza di essenze, viene sviluppata formaldeide e altre sostanze tossiche !

    Se possibile, evitare essenze alla frutta, a temperature alte, risultano micidiali !

    Pertanto, tenete voltaggio e wattaggio bassi !

    3 Utilizzare solo atomizzatori di qualità, controllati e puliti in continuazione, se lo stoppino e completamente carbonizzato, va sostituito o pulito immediatamente.

    E’ pericoloso continuare ad utilizzare resistenze carbonizzate o bruciate, in pratica, svappando con atomizzatori rovinati o bruciati, si torna al punto di partenza con la sigaretta a tabacco convenzionale, anzi peggio .Inalerete solo fumi tossici !

    4 ATTENZIONE AL LIVELLO DI NICOTINA !!
    Il liquido, non deve entrare in contatto con la pelle, perchè si assorbe subito, utilizzare guanti!
    Per iniziare, e staccarsi dalla sigaretta tradizionale, inevitabile l’utilizzo di liquidi al 18/24%, ma è pericoloso e tossico, pertanto, cercate di scendere nel minor tempo possibilr la percentuale AL MASSIMO,0,7/ 0,8 %, se swappate parecchio, e bevete molta acqua per smaltire la nicotina ! Noterete che le persone che swappano parecchio, al 18/24% anno uno strano colorito di pelle giallognolo, ciò dipende da intossicazione di nicotina !

    In sintesi, swappare in sicurezza, dovendo utilizzare solo sostanze ed atomizzatori di qualità,risulta parecchio più costoso che comprare sigarette tradizionali !
    Ci si guadagna in salute (facendo attenzione a rispettare i parametri suindicati !)
    Vedete un po voi !

  • Bus

    ho comprato una sigaretta elettronica un anno fa. Un giorno, facendo i soliti giochini col vapore, mi sono messo a versarlo con la bocca all’interno di un bicchiere. Dato che il vapore è più denso dell’aria (e quello delle sigarette elettroniche non è neanche tanto più caldo dell’aria) rimaneva all’interno del bicchiere

  • sicuramente liquidi e atomizzatori di qualità e originali usati con cautela e in pulizia ci fanno dormire sonni tranquilli

Sponsor

  • banner-clipper.jpg

I più votati

    Offerte

    • banner-thorinder.jpg
    • banner-ocb.jpg
    • banner-tune.jpg
    • banner-bong.jpg