Home » Notizie » Mac Baren Senza Nome: cosa c’è dentro?

Mac Baren Senza Nome: cosa c’è dentro?

Chi segue questo blog sa bene che considero i tabacchi Mac Baren Senza Nome al vertice della mia personale piramide di preferenze, quasi al punto che ho sviluppato una sorta di venerazione per essi, in particolare per il Nero.

Mi piacciono così tanto che per poco non allestivo un piccolo santuario in casa. Poi ho pensato che sarebbe stato esagerato. Ad ogni modo non sono il solo ad amare questi fantastici tabacchi, molti di voi nutrono la mia stessa passione perciò oggi voglio parlare delle miscele che compongono i tre Senza Nome e magari sfasare qualche leggenda metropolitana.

Partiamo dalla miscele più articolata, quella del Bianco. Il più leggero dei tre è composto da una combinazione di Virginia, di Burley e di Orient. Tre pregiati tabacchi che generano un mix leggero e gustoso. Per esaltare il carattere di questo Bianco sono solito lasciarlo seccare un po’ così da fargli acquistare quel tocco di forza che lo rende perfetto per esser fumato ad inizio giornata, quando la bocca non è ancora abituata al sapore del tabacco e l’armonia del Bianco calza a pennello in questa situazione, facendo carburare le papille gustative e preparando i polmoni ad accogliere qualcosa di più sostanzioso.

La seconda miscela compone il mio tabacco preferito, il caro Nero, con la sua percentuale di Virginia e Burley affumicato, la sua forza indiscussa che si fa sentire sia in bocca che nei polmoni e la sua bontà che apre le danze alle papille gustative. Il tabacco ideale per le serate gelide d’inverno, dove fuori piove a dirotto e si gusta perfettamente davanti un bel camino acceso, accompagnato da un bicchiere del nostro rum preferito oppure adeguato al dopo pasto, perfetto per esempio per una cena a base di carne e vivo. Inutile dire che va consumato con parsimonia e non fumato quotidianamente come gli altri due fratelli. Va trattato come una gran riserva.

Infine il Verde composto esclusivamente da una miscela di diversi Virginia proveniente dall’USA e dal Brasile che generano un tabacco invitante e da tutti i giorni. Al pomeriggio dopo pranzo, questo Mac Baren si dimostra perfetto per bruciare i grassi del pasto, regalandoci un sapore leggero ma articolato. Anche qui consiglio di lasciarlo seccare un po’ prima di gustarlo in modo che la forza e il carattere si elevino di un gradino e ci regalino tonalità più decise e gustose.

GrowBow 60x60x120 CFL 125W Agro!
  • ciga77

    Ciao Paolo oggi ho avuto il piacere di assaggiare il “nero” ma,a differenza degli altri 2,anche buono alla fumata per il mio palato l’ho trovato abbastanza forte. A me piace molto di piu’ il “verde” che secondo me è una buona via di mezzo trail “bianco” e il “nero”,

  • Rossella Crispini

    Paolo, ma è possibile che io e te abbiamo gli stessi gusti??? :D Guai a iniziare una giornata senza il Mac Bianco…un po’ asciugato, così acquista un po’ più di forza…e guai a non avere a portata di mano il Mac Nero in certe sere invernali o dopo certe cene!!!! :D

  • E dopo certi distillati? :D Anche dopo l’Amaro del Capo una sigaretta di Nero ha il suo perché ;) provata ieri sera, amaro+sigaretta+5° all’aperto, una goduria ;)

    @ciga77 prova a tagliare il Verde con un 20% di Nero ;)

  • fireleaf

    già……il nero è il nero, ormai lo fumo come tabacco all day,non nascondo che inizialmente i bronchi invocavano una tregua,ma una volta corazzato il tutto è veramente un piacere fumarlo in ogni occasione.
    ultimamente ho notato una piacevole resurrezione del Samson original,abbastanza umido e saporito,ottimo retrogusto,
    voi l’avete provato ultimamente?

  • Rossella Crispini

    @Paolo, sei un provocatore di papille gustative, oh!!!! :D Guardo la mia busta di Nero e penso sconsolata alla bottiglia di Amaro del Capo che è finita proprio qualche giorno fa :( …però già ho l’acquolina in bocca al pensiero del sapore del Nero che si sposa al gusto di arancia dell’Amaro del Capo…slurpppp!!! :D

    @fireleaf, non compro il Samson Original da un po’ ma, forse sarò stata fortunata, tutte le volte che ne ho preso una busta l’ho sempre trovato umido al punto giusto e con il suo inconfondibile retrogusto. E a dire la verità anche tu stai provocando le mie papille gustative!!! :D
    Ragazzi, mi sa che domani mi do allo shopping sfrenato!!!! :D

  • fireleaf

    a proposito di papille gustative in visibilio,un amico in rientro da krukkolandia ha portato del NAS Perique,non sono un amante dei virginia e derivati , ma devo ammettere che ha un gusto veramente inebriante,persistente e buono,………chissà quando e se lo distribuiranno da noi……mah,torno al mac nero in 8mm.

    P.S. danno in uscita il winston e camel Blu, sapete qualcosa in merito?

  • Rossella Crispini

    Eh, no!!!! Col Perique non solo provochi, ma affondi proprio il coltello nella piaga di un’amante dei virginia come me, fireleaf!!! :D Praticamente parli di una prelibatezza che solo pochi fortunati (escludi me, che in questo caso, faccio parte della maggioranza degli sfigati!!!) sono riusciti a degustare…una prelibatezza che in Italia è e continua ad essere un sogno proibito…e la tua opinione da non amante dei virginia è una conferma della sua prelibatezza…ahimè!!!!
    Il Nero in 8 mm? Pienamente d’accordo: almeno secondo me, non c’è modo migliore per gustarselo!!!

    P.S.: con le precedenti uscite del Winston e del Camel, per quanto mi riguarda, ho già dato….proprio nel senso che ho dato i soldi al tabaccaio…e le buste, praticamente intere, al primo malcapitato che mi sono trovata a tiro!!! E poi sono pure appena reduce dall’esperienza dei Flandria!!! “Obblighi” di blog però “impongono” a Paolo di essere più avventuroso e coraggioso di me :D

  • fireleaf

    molto bene,e avanti i nuovi tabacchi arricchiranno solo di colore gli scaffali dei tabaccai,niente più.idem con il winston precedente ,regalato intero,camel nn provato ma evito.
    terminato il perique, confermo la validità della miscela,di solito gli halfzware li senti pesanti nei polmoni,mentre i virginia toccano gola e trachea,sto tabacco invece non da nessun fastidio,anzi….anzi…peccato che è difficilissimo da reperire.
    se capita di andare all’estero, comprarlo tranquillamente,mi hanno detto che anche un pò datato perde pochissimo dell’aroma iniziale.
    nella contemplazione triste della busta vuota attacco un Vannelle nostrano halfz……

  • Rossella Crispini

    Per una che come me ama in particolare i virginia, leggere le tue opinioni sul Perique è un piacere per gli occhi…be’, mi devo accontentare di questo, visto che il piacere di provarlo è un qualcosa che appartiene al mondo dei desideri!!!! Intanto, mentre tu contempli con nostalgia la tua busta ormai vuota di Perique, io metto mano alla mia busta semi vuota di Nero…ovviamente in 8 mm.!!! E domani, urge rifornimento, visto che anche la busta di Bianco è diventata piuttosto leggerina. Col Van Nelle, nonostante sia passato un anno, devo ancora superare il trauma di quattro buste di seguito buttate via appena aperte perchè invece che di Van Nelle “profumavano” e avevano il sapore di ammoniaca :( Meno male che proprio mentre mi dedicavo all’apertura e al cestinamento forzato del Van Nelle ho trovato il Nero…perchè, per me, nonostante la mia passione per i virginia, non esiste serata invernale senza halfzware!!!!

  • fireleaf

    @Rossella,il vannelle è tornato quello di sempre,è successo anche a me di dover cestinare delle buste con forte odore di ammoniaca,sempre un anno fà,circa.dopo il periodo di lutto e ogni epitafio possibile alla P.Morris,ho ricomprato una busta…..e…”the rising hope” si è innalzata in tutta la sua maestosità.non ho più trovato una busta che nn sia ottima.
    Anche il baren nero è vagamente diverso,sempre forte e buono, ma forse un pò meno torbato e meno umido, anche a busta aperta ha perso un briciolo di quel caratteristico odore affumicato,aspetteremo le partite invernali…………

  • Rossella Crispini

    @fireleaf, quindi non sono stata solo io, un anno fa, a rendere omaggio e augurare Buone Feste con “affettuose” paroline alla P.M dopo la trasformazione del Van Nelle in “Van Nelle Ammoniacal Blend”!!! La tua risposta è un graditissimo incitamento a superare il mio trauma:, non so tu, ma io il Van Nelle, almeno finchè era “Van Nelle Ammoniacal Free”, lo trovavo un tabacco più da tutto il giorno, rispetto al Mac Nero (troppo “impegnativo” come tabacco full time) e al Samson Original (retrogusto gradevolissimo, perfetto come full time ma un po’ “frivolo”, più adatto a periodi dell’anno meno freddi come halfzware). Non sentirti spiazzato: ok che i miei preferiti sono i virginia, ma con il freddo invernale mi viene una voglia irresistibile di halfzware, non c’è niente da fare!!! Riguardo al Mac Nero comunque io non ho trovato nessuna differenza rispetto all’anno scorso: ma tieni presente che dalle mie parti il Mac Nero prima di un anno fa dalle mie parti era introvabile.

  • fireleaf

    @Rossella,confermo,il Nero ha buona carica nicotinica,anche come forza è pesante all day.
    un buon compromesso è baren bianco in giornata con exploit di nero dopo pasti e serata.
    il samson,ultimamente lo trovo migliorato tanto,forse meno “frivolo” di prima, in verità dal secondo giorno con busta aperta acquista anche una gradevole forza,e una persistenza meno amara di quanto lo ricordassi. degustibus

    auguri di buon Natale a tutti e un felicissimo 2013

  • Dopo la lontananza forzata a causa di problemi tecnici con il trasferimento del server di SmokeStyle eccomi di nuovo a intromettermi nei vostri commenti :D

    C’è molto da commentare ma sarò sintetico e tagliente (solo nei tuoi confronti Rossella :D)

    Il caro amico Rustik, un mesetto fa circa mi ha spedito metà busta di Perique direttamente da Monaco. Era sbricioloso, secchissimo, la parte convenzionalmente più brutta di una busta di tabacco. Ma vi garantisco che era paradisiaco. Non ho scritto la recensione perché sarebbe stata falsata considerando che non ho potuto provarlo per intero, ma quelle poche sigarette che ho rollato mi hanno regalato attimi di puro piacere. Ti ho pensato Rossella, ma la busta è durata solo poche ore, troppo poco per arrivare a CS e fartelo provare :D appena trovo dei ganci me ne farò portare una scorta, tranquilla ;)

    Per quanto riguarda l’argomento halfzware d’inverno…sono ovviamente pienamente d’accordo con Rossella. E come fireleaf anche io ho trovato leggermente diverso le sigarette di Nero. Profumo meno affumicato e “antico” ma sempre ottimo e gustoso.

    Van Nelle? Impossibile da trovare dalle mie parti, ma personalmente mantengo un buon ricordo di quello che ho provato qualche mesetto fa. Come te Rossella, anche io lo userei come tabacco da tutto il giorno, alternandolo con qualcosa di più mite e neutro però, giusto per non abituare il palato ;)

    Samson…Samson…devo riprovarlo! Si trova facilmente da me ma non so se lo smercio sia elevato. Quando ho comprato un paio di buste erano praticamente del paleolitico. Ti farò sapere fireleaf :D

  • fireleaf

    @Paolo,che piacere ritrovarti,in ritardo…auguri di Natale e un ottimo 2013.
    i miracoli ci sono, ho preso del blues giallo,l’ho trovato buono,buono,meno dolciastro e stufoso di prima, di buon corpo.
    dopo il ritiro dal mercato delle partite precedenti,hanno fatto un ottimo lavoro.
    secondo me, comunque, non è un tabacco all day dopo un pò lo senti addosso

  • Rossella Crispini

    Paolo!!!! Sei un sadicooooooooo!!!!! Affondi il coltello nella piaga della mancanza del Perique!!!!!!!!!!!!!! Ahahahahah!!!! Ti ringrazio comunque di avermi pensato mentre le lo facevi fuori…grrrrrrrrrrrrrrrrrrrr!!!!!!!!!!!!!!!!! :P
    In cambio del tuo gentile pensiero, visto che io sono buona, ti do una dritta: il Samson Original, anche se è da un po’ che non lo fumo, l’ho sempre trovato impeccabile al tabacchino del Carrefour. Quindi quando capiti a Cosenza, facci una visitina ;)
    Del VanNelle io qui non ho più notizie: ce lo aveva qualche tabacchino ma ora pare sparito…me ne manca solo uno dove andare a vedere…in questi giorni, ora che si è calmato il traffico natalizio, ci provo. Comunque, che vada alternato con qualcosa di più leggero è sottinteso, soprattutto per le prime sigarette mattutine…un buon Mac Bianco direi che sarebbe perfetto!!! :D

  • Rossella Crispini

    @fireleaf, anche se “leggermente” in ritardo, Buon Natale anche a te…il 2013 ha ancora solo pochi giorni, quindi più o meno in “orario” Buon Anno :)
    Bella accoppiata il Bianco per tutto il giorno e il Nero come dopo pasto e tabacco serale…anche se forse tra i due il divario di gusto e di carica nicotinica è piuttosto eccessivo, quindi, per attutire il passaggio, ci vedrei incastrata una via di mezzo…il Samson, per esempio…che definisco “frivolo” per il suo, per me splendido, retrogusto dolce-amaro di liquirizia , che lo rende un halfzware, come dire, un po’ “scanzonato”…dopo la dolcezza e la leggerezza del Mac Bianco, perfetto per le ore pomeridiane, per iniziare ad alzare la carica di nicotina e la risposta del palato e preparare quindi il campo a Sua Maestà Mac Nero :)

  • fireleaf

    proprio vero che additivi e trattamento del tabacco variano per il paese di destinazione.un amico in rientro da gita natalizia all’estero mi ha omaggiato di alcune buste di trinciato tra cui il Mac original,moltoooo più marcato il torbato e affumicato del nostro,lo senti anche a fine fumata, più corposo e spesso anche il taglio è più sottile il colore non varia molto,un pò più scuro forse percentuale di kentucky elevata(ma che kentucky però!!),decisamente tabacco serale.
    Visto l’immissione in listino (per ora senza codice acquisto) di Marlboro e Winston blu,a mio avviso forte segnale di prodotti di qualità,anche gli altri colossi ci portino i loro prodotti di punta per fidelizzare i clienti e livellare il mercato pari al resto deil’Europa.

  • Rossella Crispini

    @fireleaf, il Winston Blu è già sul mercato: l’ho comprato proprio l’altro ieri…ottimo profumo ma come fumata mi sta deludendo.

  • fireleaf

    @Rossella,eh già,provato anche dal sottoscritto,lo collocherei tra il diana e il pall mall blu,stessa razza.
    trinciato adatto a neofiti, non gratta,gusto neutro,fumata facile.
    un appetibile invito sugli scaffali a chi vuole passare all’hand.made….in compenso per ora và bene con il raffreddore. ,lo rivaluterò quest ‘estate con il caldo……
    quindi se tanto mi da tanto………anche il camel blu sarà………………….

  • Rossella Crispini

    @fireleaf, allora purtroppo col raffreddore ti perdi la cosa migliore del Winston Blue: il profumo, che fa presagire un tabacco ben diverso da quello che si rivela essere poi in fumata…

  • Auguri anche se decisamente in ritatrdo :D
    Diciamo che in questo periodo mi sono occupato più dell’aspetto della gestione di SmokeStyle piuttosto che della parte “pubblica” ahah mi farò perdonare ;)

    Winston Blue. Trovato sullo scaffale di uno dei miei tabacchini di fiducia. Ho detto “facciamo la prossima volta dai”. Parto decisamente prevenuto, prima ancora di leggere le vostre impressioni sapevo che era un tabacco dozzinale. A breve sarò costretto a provarlo. Vediamo cosa riuscirò a scrivere :D

  • Coscienza Umana

    Mac Bianco ma trovarlo è una impresa.

  • Cicici

    E’ un ottimo trinciato, raffinatissimo nel sapore e nel profumo quando lo fumi, non è affatto leggerino, almeno per i miei gusti, ma lo trovo molto equilibrato per chi non fuma raramente.

Sponsor

  • banner-clipper.jpg

I più votati

    Offerte

    • banner-thorinder.jpg
    • banner-ocb.jpg
    • banner-tune.jpg
    • banner-bong.jpg