Home » Notizie » Marijuana contro alcol e tabacco

Marijuana contro alcol e tabacco

Marijuana contro alcol e tabacco

In questi ultimi tempi il dibattito sulla legalizzazione della marijuana, occupa un posto di rilievo nei governi nazionali.

Ad oggi molti Stati, tra i quali il Colorado e l’Uruguayper ultimi, stanno procedendo verso la legalizzazione per uso medico e personale della cannabis.

Recentemente anche il presidente degli Stati Uniti, Obama, ha dichiarato che l’uso della marijuana non è da intendersi più pericoloso rispetto ad alcool e tabacco, fermo restando che non ne incoraggia l’assunzione, è favorevole però ad una sua regolarizzazione, rendendola una sostanza legalizzata sotto il controllo dello stato.

I danni causati dall’alcool sono in continuo aumento. Si tratta di una tra le prime cause d’incidenti stradali e il suo consumo è in crescita soprattutto nei giovani che ne abusano per vivere una serata “da sballo” e per sentirsi socialmente accettati dal gruppo. Questa condotta può portare ovviamente a danni fisici gravi – tralasciando la fatalità – causati dalla sua continua assunzione senza controllo.

I danni causati dal fumo non tendono a diminuire, nonostante siano state introdotte per legge, le scritte sui pacchetti e molti altri provvedimenti verranno presi a breve, non si è ravvisato un calo rilevante del suo consumo. Nemmeno il divieto di fumare nei locali pubblici ha inciso significativamente su una diminuzione del fenomeno nonostante siano passati diversi anni da quando è stata approvata la legge. Non c’è bisogno di ricordare che il fumo è tra le principali cause di cancro all’apparato respiratorio e di malattie al sistema cardiocircolatorio.

Gli effetti della marijuana e del suo componente attivo, ilTHC, variano secondo l’uso: piccole quantità associate a un’assunzione controllata, portano a una sensazione di benessere e di rilassamento, diversamente un abuso della sostanza può dare seguito a crisi di panico, paranoie, ansia, soprattutto nei soggetti più giovani.

Gli effetti positivi o negativi della marijuana sono determinati da vari fattori tra cui il dosaggioe il metodo di assunzione.Poi ci sono dei fattori connessi all’individuo come, la personalità, l’età, le condizioni fisiche.

Il principio attivo della cannabis è oggetto di numerose ricerche in ambito medico. Gli studi sono rivolti alle sue potenzialità terapeutiche, in quanto il suo principio attivo può essere impiegato per alleviare alcune forme del dolore, in particolar modo nei pazienti affetti da malattie terminali, dove si riscontra un’inefficacia dei metodi analgesici tradizionali.

Se la marijuana è ritenuta una sostanza pericolosa per il nostro organismo, viene da chiedersi per quale motivo, gli alcolici e il tabacco, sono commercializzati invece tranquillamente e ampiamente. Molti risponderebbero a tale quesito dicendo che la marijuana è una droga, ma alcol e tabacco cosa sono? Non si tratta sempre di droghe legalizzate? Il caffè non è un’altra droga? Siamo invasi da “droghe”. Tutto può essere una droga perché siamo noi ad attribuirgli tale significato. Ma che senso ha commercializzare una sostanza che uccide migliaia di persone ogni anno e vietarne invece una che non ha mai ucciso nessuno?

GrowBow 60x60x120 CFL 125W Agro!

Sponsor

  • banner-clipper.jpg

I più votati

    Offerte

    • banner-thorinder.jpg
    • banner-ocb.jpg
    • banner-tune.jpg
    • banner-bong.jpg