Home » Notizie » Ti ricordi quando il tabacco costava poco?

Ti ricordi quando il tabacco costava poco?

Soldi volanti

Il mio approccio con il mondo del tabacco ha avuto inizio nel 2007. Non sono passati così tanti anni, però ricordo perfettamente che con poco più di 5€ compravo una busta di tabacco da 40 gr, filtri e cartine. Non ho mai fumato in maniera accanita ma nemmeno in modo così moderato. Sono sempre stato un fumatore di mezzo. Eppure ricordo che tutto il materiale e quei 5€ o poco più, duravano dalle 3 alle 4 settimane. Cos’é cambiato ad oggi?

Adesso con 5€ riusciamo a comprare a stento una busta da 20 gr e le cose andranno probabilmente a peggiorare. Un ottimo modo per limitare il fenomeno del fumo, dicono. Ma é davvero così? Mi verrebbe da chiedere a voi fumatori, quanti hanno smesso a causa dei prezzi esorbitanti di tabacco e sigarette. E vorrei chiedere anche ai neofumatori se sono stati demotivati dall’iniziare a fumare a causa dei prezzi.

Forse sarò troppo radicale, ma penso che l’unico cambiamento evidente, sia nelle casse dello Stato. Noi fumatori, vecchi e nuovi, forse abbiamo diminuito, forse abbiamo smesso, forse siamo passati alle sigarette elettroniche o forse ci siamo messi a fumare le pipe di sapone, ma la verità, almeno dal mio punto di vista, é che giustificare l’aumento dei prezzi del tabacco dicendo che si tratta di un ottimo modo per ridurre il fenomeno del fumo, non ha molto senso. Forse é un po’ ipocrita. Preferirei sentire al telegiornale che domani ci sarà un aumento sul tabacco perché il paese é in crisi. Perché vogliono costruire nuove strade, nuove infrastrutture. Per qualsiasi altro motivo. Ma usare l’aumento dei prezzi come deterrente per i fumatori, é come lanciare fango negli occhi.

Le multinazionali del tabacco si stanno inventando di tutto per sopperire agli aumenti e ai divieti che i vari stati stanno applicando, eppure noi fumatori siamo ancora tanti, troppi. Tabacchi “voluminosi“, trinciati per sigarette mascherati da trinciati per pipa, chewing-gum al tabacco, ormai il mercato è pieno di prodotti simili, ma la cara vecchia confezione da 40g è diventata ormai un lusso per pochi. E automaticamente il mercato si adegua, le case produttrici smettono di realizzare confezioni grandi e si concentrano su nuove tecniche per alterare in mille modi il tabacco e poterlo offrire così a prezzi minori. E di conseguenza, i gusti e i sapori cambiano. Ma il cambiamento più grosso, è sicuramente quello nei nostri portafogli.

GrowBow 60x60x120 CFL 125W Agro!
  • 4:20

    Io ho venti anni e fumo da poco, relativamente, cioè due anni. I prezzi già quando ho iniziato io, erano simili a quelli di ora anche se sono aumentati ulteriormente di recente. Io premetto che non lavoro, vado all’università e ho pure provato a cercare qualcosa e non ho trovato nulla ma anche avessi avuto fortuna il tempo mi manca. Capirete quindi che quei soldi che ho lì ho grazie a parenti, compleanni ecc. Non mi sono mai reso conto di quanto pochi centesimi di differenza possano davvero cambiare le cose. No, non ho smesso perchè fumare è una cosa che “vivo bene” pur conoscendone bene i mali riesce a darmi rilassamento, compagnia o mi aiuta a riflettere e poi diciamocelo l’università senza pausa caffè+sigaretta non esiste ahaha. Tutto questo per dire che ultimamente vado avanti a tabaccucci da 2€ o poco più che non sono un granchè e mi rovinano veramente tutta la fumata. Io sarò giovane, sarò idiota ma purtroppo fumo pure parecchio quindi ad esempio il Luckies da 1,90€ cioè 10gr mi dura si e no 2/3 giorni. Oltretutto ho notato che all’improvviso sono aumentati pure i prezzi delle cartine ecc. Aiuto.

  • Per quanto riguarda prezzi di cartine e via dicendo, puoi risparmiare moltissimo acquistando online…per quanto riguarda il tabacco, personalmente ti consiglio di fare una spesa un po’ più altina però gustarti dei tabacchi decenti…grazie per la tua testimonianza!

Sponsor

  • banner-clipper.jpg

I più votati

    Offerte

    • banner-thorinder.jpg
    • banner-ocb.jpg
    • banner-tune.jpg
    • banner-bong.jpg