Aumento sigarette? No, aumento tabacco

Una volta per spiegare perchè si fumava tabacco eravamo soliti rispondere “Perchè costa meno delle sigarette“. Adesso non potremo più dirlo. A causa del nuovo aumento, approvato proprio ieri, 15 dicembre 2011, il tabacco trinciato non costerà meno delle sigarette confezionate. Lo chiarisce il sottosegretario all’Economia Gianfranco Polillo, che spiega che l’aumento dell’accise colpirà solo i trinciati in quanto hanno avuto un incremento di vendita notevole in questi anni.

Se ne parlava tempo fa sulla nostra pagina Facebook, e adesso quelle ipotesi sono diventate realtà purtoppo. Con il nuovo aumento non ci sarà più risparmio, anzi addirittura potrebbe costare di più fumare tabacco sfuso. Ancora l’importo dell’aumento non è stato stabilito dalla Ragioneria dello Stato.

Quindi cari signori fumatori, rollarsi una sigaretta sarà nocivo non solo per i polmoni ma anche per i portafogli. Il tabacco è ormai tra i generi di lusso. Forse considerando la riduzione di domanda da parte della clientela i produttori ribasseranno i prezzi prima o poi. Difficile stilare delle ipotesi.

Inutile dire che la rabbia è troppa. Per fare benzina dissanguiamo il portafoglio. Per fumarci una sigaretta dobbiamo fare un mutuo. E intanto i politici continuano a fare la bella vita.


I Migliori Prodotti a base di CBD