Mac Baren Senza Nome Pure White

Il Mac Baren Senza Nome Pure White

In genere vi svelo le mie conclusioni alla fine delle recensioni, ma per questo Mac Baren Senza Nome Pure White voglio fare un’eccezione. Vi dico sin da subito che non si tratta di un buon tabacco. Sarebbe riduttivo. Questo Pure White è un tabacco a dir poco eccezionale. E ora vi dico perché.

La confezione è quella tipica dei free additive (vedi Origenes, Drum 100, Chesterfield Original ecc) ma si distingue da tutte le altre grazie alla striscia centrale di tabacco (disegnato questa volta, non reale come nelle vecchie confezioni) e dalle immancabili scritte tipiche dei Mac Baren Senza Nome. Aprendo il sigillo ci aspettiamo il classico profumo pungente di Virginia, invece si viene avvolti da un leggero aroma “caldo” e fragrante, con lievi note dolciastre e per nulla pungente all’olfatto. E’ difficile da descrivere, ma dopo aver recensito quasi tutti i tabacchi venduti in Italia, non ricordo di aver mai sentito una fragranza simile, così mite e piatta ma al contempo così carica di gusto. Passando al tabacco in sé, ci troviamo davanti un trinciato ovviamente secco, dal taglio leggermente più grossolano rispetto, per esempio, il Natural American Spirit. Presenta qualche leggera imperfezione ma nulla di eclatante, piuttosto, si prepara molto facilmente proprio grazie al suo taglio “intermedio”, con qualsiasi tipo di cartina. Ha un bel colore nocciolato con venature bionde, non c’è bisogno nemmeno di sfilacciarlo più di tanto e se si pressa leggermente per compensare gli spazi dovuti all’ampiezza del taglio, secondo me si ottiene una combustione e una fumata migliore.

La prima sigaretta sarà strana. Se siete abituati a tabacchi forti, avvertirete un gusto inaspettato in bocca, un’esplosione di aroma che farà ballare le vostre papille gustative ma che non sfiorerà nemmeno la gola. Se siete abituati a tabacchi leggeri, oltre all’esplosione di gusto, avvertirete anche una leggera presenza in gola, per nulla fastidiosa, anzi a mio avviso, è proprio il giusto equilibrio che ogni fumatore ricerca. In entrambi i casi, il sapore è molto particolare, non si assimila facilmente a tutti gli altri tabacchi naturali, soprattutto perché lascia un retrogusto praticamente quasi nullo, eliminando qualsiasi traccia di amaro tipica del post fumata. Appaga la carenza di nicotina e si fuma tranquillamente durante tutta la giornata. Può essere facilmente adoperato come tabacco quotidiano, ma credo che una volta abituati, sarà difficile passare ad un altro free additive.

In conclusione, questo Pure White a mio avviso, è la combinazione perfetta tra un tabacco leggero e uno forte, è una formidabile miscela di Virginia, Orient e due Burley. Sicuramente entrerà nei vostri cuori spodestando il vostro free additive abituale. Adatto a qualsiasi circostanza, perfetto sia per fumatori leggeri che per fumatori esigenti.

Per ulteriori foto dettagliate vi rimando al nostro forum e vi invito a leggere anche le altre recensioni del Nero, del Bianco e del Verde, e ovviamente, non perdetevi quella del Pure Green.

Come sempre aspetto un vostro riscontro

  • Qualità
  • Sapore
  • Robustezza
  • Uso quotidiano
  • Consigliato
3.6
Sending
Voto Lettori
4 (5 votes)
Mac Baren Senza Nome Pure White ultima modifica: 2014-06-15T18:23:40+00:00 da Paolo

I Migliori Prodotti a base di CBD

14 Commenti

Clicca qui per commentare

Offerte

Pubblicità