Home » Recensioni » Tabacchi » Manitou Virginia Gold Senza Additivi: la Recensione
Tabacchi

Manitou Virginia Gold Senza Additivi: la Recensione

Il Manitou Virginia Gold è un ottimo tabacco al pari dei più blasonati Virginia

Sempre entusiasta di provare nuovi tabacchi non ho avuto esitazioni nell’acquistare questa busta di Manitou Virginia Gold, che si presenta con una confezione piuttosto semplice e tradizionale, di un giallo vivido con il piccolo logo nella parte frontale. Non so perché ma questa confezione ispira all’acquisto!

L’apertura

Sarà il colore o qualche elemento magico che hanno messo i produttori, ma inspiegabilmente ne sono rimasto colpito. Vediamo com’è una volta aperto.

Il profumo è tipico di un Virginia, forte e pungente, non può che risultare piacevole all’olfatto, almeno per gli amanti del genere. Il tabacco è secco e di color biondo, ha un taglio discreto e presenta poche imperfezioni.

La prova pratica

La fumata è tranquilla, leggermente pungente sulla lingua e si fa sentire pochissimo in gola. Ha un sapore deciso e soddisfa pienamente seccando giusto un po’ la gola. Un fumatore leggero non riuscirà ad apprezzare appieno le note avvolgenti di questo Manitou, però un fumatore di Virginia o comunque un fumatore abituato a gusti medio-forti, rimarrà piacevolmente interessato a questo tabacco che riesce ad emergere con facilità nella massa dei suoi simili.

Manitou Virginia Gold in conclusione

In conclusione questo Manitou Virginia Gold è un ottimo tabacco, al pari dei più gettonati Natural American Spirit e Origenes. Forse paragonandolo al fratello Manitou Virginia Pink, questo Gold è un po’ meno quotidiano, adatto più a situazioni particolari piuttosto che per la sigaretta ignorante della giornata lavorativa. Ha delle note particolari che lo collocano tra quei tabacchi che hanno un qualcosa di intrigante a livello di sapore, difficile da definirle soprattutto quando subentra troppo la soggettività, ma che si riconoscono sin da subito come obiettivamente qualitative e degne di attenzioni. Una piacevole scoperta insomma, piuttosto inaspettata.

Più Venduto # 1
David Ross, Microbocchino 6 mm, Confezione da 24 (24 x 10 pezzi)
109 Recensioni
David Ross, Microbocchino 6 mm, Confezione da 24 (24 x 10 pezzi)
  • Prodotto di qualità
  • Leggere attentamente le istruzioni
  • Compatibile con tante tipologie di prodotti

Prezzo aggiornato il: 20/03/2021 - 00:10

  • Qualità
  • Sapore
  • Robustezza
  • Uso quotidiano
  • Consigliato
3.2
Un attimo
Voto Lettori
0 (0 voti)
0 0 voto
Valutazione Post
Segui
Notificami
guest
21 Commenti
Più recenti
Più vecchi Più votati
Feedbacl inline
Guarda tutti i commenti
Giovannidoria66
Giovannidoria66
2 Agosto 2012 15:11

Mi rivolgo a Paolo, a me tra i virginia naturali mi piace soltanto il Pueblo, mentre gli altri tipo l’origines mi danno alla nausea. Questo Manitou si avvicina di più al Pueblo o all’origines?

SuperCiccio
SuperCiccio
27 Giugno 2013 16:24
Rispondi a   Giovannidoria66

porca miseria,finalmente qualcuno che la pensa come me! :) ho provato praticamente tutti i tabacchi naturali che sono riuscito a recapitare (Origenes,Domingo Natural,Salsa 100 % Natural,Lucky Strike Gusto Autentico,Camel Essential,Free Jack,Golden Virginia Absolute e Natural American Spirit..) e nessuno è stato in grado di soddisfarmi,soprattutto per quanto riguarda la forza e la “semplice” corposità, quanto il mio amato Pueblo (nonostante molti lo reputino un prodotto troppo commerciale e quindi da evitare,cosa a mio avviso erratissima).. si è avvicinato l’ American Spirit più di tutti,ma continuo a preferire il pueblo (de gustibus….) ..volevo consigliare a Giovanni di provare il Golden Blend’s Virginia che,nonostante non sia uno di quelli “natural”, mi ha lasciato piacevolmente sorpreso,quasi quanto l’American Spirit (non aspettarti chissà cosa però..) ..per concludere,intendevo anche io “appoggiare” la domanda sopracitata e in più chiedere se può essere consigliabile,in questo caso,provare il Gauloises 100% senza additivi,o andare oltre poichè piuttosto simile ai restanti tabacchi naturali..ringrazio in anticipo per la disponibilità e soprattutto per l’utilità e la bellezza del sito :)

rustik
rustik
12 Dicembre 2011 13:07

Rigorosamente gold. Il pink lo trovo troppo sfumato, meno palpabile. Ha un corpo medio ma perde troppo di forza x i miei gusti… Tende a farsi sopraffare negli accostamenti culinari enologici. Lo vedo adatto con piatti a base di pesce e magari un bianco un po’ più delicato tipo un Soave o un Anthilia donnafugata.

verymax
verymax
12 Dicembre 2011 10:47

@Rustik il Manitou pink o gold?

rustik
rustik
11 Dicembre 2011 19:20

Ragazzi spettacolo!! Un flûte di moet chandon, formaggio, salumi toscani e olive verdi denocciolate… Il manitou tra un assaggio e l’altro perde la nota dolciastra di miele e acquista spessore e speziatura: si avverte decisa la noce moscata e la cannella… Lievi i sentori di chiodo di garofano!!! Un altro mondo. Devo provarlo anche con il NAS e lo yuma… Consigliatissimo!!!!

rustik
rustik
10 Dicembre 2011 12:54

Mamma mia, lusingato!!! Sul sito di Paolo trovate gli accostamenti di rustik :))))))

rustik
rustik
10 Dicembre 2011 00:58

:) beh non è che il manitou sia dolce non fraintendermi… Pero ha quella nota in retrogusto di acacia che gli accostamenti suggeriti rfndono decisamente più netta o rafforzandola come con lo zacapa e il passito o esaltandola x carenza con un accostamento amaro deciso (come se dopo un bagno bollente ti getti dotto la doccia fredda x intendersi). Vedrai che se provi questi accostamenti la avverti con più decisione…. Un alcolico più secco e asciutto rafforza invece l’irruenza del Virginia contribuendo a chiudere la gola e le vie respiratorie… Non lo farei, squilibri eccessivamente la fumata verso gusti che il manitou è capace di regalarti già x conto suo…è come buttare benzina sul fuoco x intendersi

rustik
rustik
9 Dicembre 2011 16:02

Soluzione economica: il manitou è uno dei pochi tabacchi che riesce a valorizzare anche un rum scadente come il pampero riserva. Si adatta bene al retrogusto dolciastro del pampero. Soluzione di classe: l’accostamento migliore è sicuramente con lo zacapa solera che io non amo proprio per l’eccessiva dolcezza che lascia in bocca… Ma con il manitou ben venga. Rimane il fatto che secondo me si accosta meglio a alcolici dolci per natura quali il passito o perchè no, un bell’aleatico dell’Elba. Tra l’altro credo sia uno dei migliori tabacchi da gustarsi dopo un buon caffè rigorosamente senza zucchero: la nota di miele del manitou tende a riequilibrare correttamente il gusto forte del caffé… Provare per credere! :)

rustik
rustik
9 Dicembre 2011 07:56

Poi mi racconti, ieri sera sul divano era la fine del mondo… Da quando poi i secchi li fumo con cartine swan light… Dovrò mandarti anche quelle x posta :)

rustik
rustik
8 Dicembre 2011 01:23

Bel tabacco. Una mattonella compatta e ultracompressa appena aperto. Forte l’odore di foglie di the. Si avverte pungente ma fresco e non irritante. Aromi di frutta secca in bocca. Corretta l’osservazione di while: in sottofondo si distingue una nota di miele d’acacia non persistente ma piuttosto netta. Da accompagnare ad un buon vino bianco di struttura e aroma complesso tipo vermentino. Ottimo con passito di Pantelleria quale il ben rye capace di esaltarne gli aromi “dolci”….

while1
while1
28 Novembre 2011 14:38

E’ buono, poco altro da dire.
Saporito, giusto apporto di nicotina, raschia poco in gola (ma si sente). Sentori di acini d’uva e a volte di miele d’acacia.

MAURIZIO
MAURIZIO
14 Novembre 2011 23:11

secondo me quel tabaccaio aveva gli occhi a mandorla… hai recensito un tabacco in maniera del tutto contraria alla realtà. imperfezioni pochissime. tabacco leggero e fumabilissimo.

secondo me la busta era MOLTO vecchia. c’è un tabaccaio qui a 300 metri da me dove qualche tempo fa è appena arrivato il manitou. le prima buste erano ottime ma adesso non posso piu prendercelo e vado in una tabaccheria (1 volta a settimana) che smercia tantissimo tabacco e lo ha sempre fresco e umido ad arte. secondo me il manitou è il miglior tabacco.

P.O
P.O
25 Settembre 2011 09:26

dal mio punto di vista,il manitou sia giallo che rosa ha poche imperfezione direi quasi nulla,se l’imperfezione è altro oltre la foglia,comunque il gusto è soggettivo.
io ho provato e sono al momento fermo qui

Gigi
Gigi
19 Settembre 2011 15:30

io di imperfezioni ne ho sempre trovate pochissime nei Manitou,quasi zero!
e non lo ritengo così forte,ma i gusti son gusti.
Comunque un ottimo tabacco!

Sondaggio Veloce

Pensi che la legalizzazione della cannabis a scopo ricreativo sarebbe utile per l'Italia?

Più venduti

Risparmi 1,84 EURPiù Venduto # 1 La Coltivazione della Marijuana: Autoprodurre... 11,15 EUR
Risparmi 0,83 EURPiù Venduto # 3 Cannabis. Il futuro è verde canapa 15,67 EUR
Risparmi 1,84 EURPiù Venduto # 4 La cannabis in cucina. Storia, utilizzi nel mondo... 15,06 EUR
Più Venduto # 5 Come coltivare cannabis indoor 2.0 25,00 EUR

Prezzo aggiornato il: 07/04/2021 - 10:51

Sondaggio Veloce

Tabacco riscaldato, sigaretta elettronica o sigarette tradizionali e tabacco da rollare? Seleziona tutte le soluzioni che adoperi

USI TELEGRAM?