Red Bull Virginia

Red Bull Virginia, il Virginia che non ti aspetti

Nuovo tabacchino, nuovo tabacco. Appena ho visto le due confezioni di questo Red Bull ho subito optato per la versione Virginia piuttosto che per l’American Blend, sopratutto per via della confezione più colorata, di un giallo e verde allegri e simpatici, con il logo inciso nella parte frontale, di carta rivestita in plastica e con la linguetta adesiva sul retro.

L’apertura

Aprendolo il profumo non colpisce particolarmente per l’intensità, ma si avverte un sentore agrodolce e piacevole, quasi dispiace sia così tenue. Al tatto risulta leggermente pressato, secco ma morbido e con poche imperfezioni, di un marroncino vivido.

La prova pratica

Fumandolo si rimane intrigati dalle prime sigarette: non pizzica eccessivamente, ha un sapore piacevole e poco corposo che non appesantisce la gola, si fuma facilmente e soddisfa in maniera discreta. Verso la fine della confezione, quando rimane solo lo sbriciolo, il sapore cambia nettamente, sciama quell’iniziale bontà che lo caratterizza e prende posto un sapore più amarostico e difficile da assaporare nei momenti di relax.

In conclusione

In conclusione questo Red Bull Virginia è un tabacco mediocre senza nulla di particolare, un trinciato buono per spezzare la monotonia con il solito tabacco a cui siamo abituati, ma sicuramente è difficile adottarlo come scelta finale di consumo quotidiano a differenza invece del fratello Red Bull American Blend.

Per maggiori informazioni puoi visitare il sito del produttore.

  • Qualità
  • Sapore
  • Robustezza
  • Uso quotidiano
  • Consigliato
3.2
Sending
Voto Lettori
0 (0 votes)
Red Bull Virginia ultima modifica: 2011-10-29T17:23:39+00:00 da Paolo

I Migliori Prodotti a base di CBD

4 Commenti

Clicca qui per commentare

  • Purtroppo non sono noti gli additivi di ogni singola marca, si spera solo che i produttori rispettino i limiti legali per ogni sostanza sintetica aggiunta

  • Trovo che come tabacco sia abbastanza appagante sto infatti fumando molto meno rispetto a prima, mi chiedevo comunque se qualcuno sapesse indicarmi quali è quanti additivi possieda
    grz in anticipo

  • Dovrò provarlo a breve l’American Blend, qualche amico mi ha dato la tua stessa impressione. Per fortuna non è difficile da rintracciare

  • Anche su questo tabacco concordo in pieno; forse troppo leggero per me. Sono rimasto, invece, colpito favorevolmente dal fratello “rosso” American Blend: più corposo, ha un vago sentore di Gauloises, sigarette che ho fumato per qualche tempo anni fa.

Offerte

Pubblicità