Yuma Organic

Spesso capita che un tabacco di qualità si riconosce subito dalla confezione e la busta di questo Yuma Organic mi ha immediatamente colpito per la grafica semplice, curata e addirittura “elegante“. E’ di carta rivestita in plastica, con la linguetta adesiva sul retro e la scritta “tabacco senza pesticidi e senza conservanti” ben visibile sul fronte. Unica pecca? E’ troppo lunga e ingombrante.

Una volta aperta la confezione il tabacco emana un buon profumo di foglie di tè, fresco e invitante seppur pungente, con qualche nota che ricorda vagamente l’uvetta e la frutta secca. Al tatto risulta secco, dal taglio fine e sottile quasi privo di imperfezioni. Ha un bel colore chiaro con qualche rara venatura scura. Si sfilaccia facilmente e rollarlo è decisamente semplice.

Fumandolo si capisce subito di trovarsi di fronte un trinciato di qualità. Un gusto invitante fumata dopo fumata che non infastidisce eccessivamente la gola e mantiene un corpo intenso e saporito per l’intera fumata. Ha un carattere deciso, secca leggermente la bocca e a fine fumata non lascia un retrogusto amaro. Soddisfa pienamente la voglia di nicotina e regala una buona fumata con qualsiasi tipo di cartina.

In conclusione è un ottimo tabacco naturale che non ha nulla da invidiare ai più gettonati Natural American Spirit, Pueblo, Origenes, Drum 100 e via dicendo. E’ difficile da reperire ma se lo trovate in uno scaffale acquistatelo subito. Assolutamente consigliato.

E voi che impressione avete avuto? ;)

 

La recensione di Rustik

All’apertura della confezione il profumo non è dei più invitanti: un lieve sentore di vinaccia che si mischia al tipico profumo di foglie di tè mi ha leggermente confuso. Il trinciato si presenta come un panetto ultracompatto e sottile, sicuramente da sfilacciare per facilitare la rollata. Il taglio è buono, molto fine anche se non manca qualche imperfezione. Il colore è di un giallo ambrato leggermente più scuro rispetto ad altri secchi quali Pueblo e Natural American Spirit. Altro elemento negativo è la confezione veramente scomoda per la dimensione: ho dovuto travasare il tabacco nella confezione del Drum 100 per poterla mettere nel portatabacco. Un po’ dubbioso ho iniziato il rollaggio.
Alla prima boccata ogni timore è svanito: la forza non manca a questo tabacco che si fa si sentire in gola e fa avvertire il suo contenuto nicotinico ma rispetto ad altri naturali è decisamente meno irruento, più gentile. Il corpo poi è indubbiamente più armonico, decisamente più rotondo e avvolgente. In bocca gli aromi di frutta secca conquistano per equilibrio ed eleganza: noce moscata, mandorla, canella si succedono e si mischiano senza prevalere decisamente l’uno sull’altro. Sullo sfondo rimane costante un sentore appena accennato di legno e scorza che generalmente è tipico degli halfzware. Si può accompagnare ad un buon rum per evidenziare maggiormente questa caratteristica, oppure a bevande più fresche ed estive per esaltare in modo deciso il carattere “naturale”. Dopo un pasto piccante la cannella e la noce moscata la fanno da padroni. Insomma un tabacco straordinario che rispetto al Natural American Spirit Organic Blend è un po’ meno deciso a livello di sapore ma capace di esaltare le proprie caratteristiche a seconda della bevanda o del pasto cui si decide di accompagnarlo. Il suo gusto si piega e si sfuma esaltando ogni nota particolare accelerata dal rum, dal caffé, dal whisky o dal cognac con cui si affianca. Un tabacco per ogni occasione e circostanza. Uno dei migliori tabacchi mai provati che consiglio di fumare con cartine Tipo B.

  • Qualità
  • Sapore
  • Robustezza
  • Uso quotidiano
  • Consigliato
4
Sending
User Review
4 (1 vote)

I Migliori Prodotti a base di CBD